Stay Social

Seguici su:

Tavolo Ambiente, territorio, modello di sviluppo

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Le lotte popolari non si arrestano. Nicoletta libera, tutti i notav liberi subito! Alla vigilia di capodanno Nicoletta Dosio, comunista, NO TAV e membro del Coordinamento Nazionale di Potere al Popolo!, è stata portata in carcere. Condannata, insieme ad altri 11 militanti, a scontare pene fino a 2 anni per una manifestazione in Valsusa del 2012. Ma questa è solo l'ultima di una lunga serie di persecuzioni che ha dovuto subire il movimento NO TAV, tanto che in carcere già si trovavano altri tre militanti: Giorgio, Mattia e...

Che cosa hanno fatto italiani e italiane in questi giorni festivi oltre ai consueti ritrovi familiari? Regali last minute? Aperitivi pre-cenone? Allenamenti di scala quaranta? No, piuttosto code in autostrada! Viviamo in un Paese folle e privo di un Governo all’altezza. Un Paese in cui ci mettiamo a fare i controlli sui viadotti autostradali solo dopo il crollo del Ponte Morandi e la morte di 43 persone. Un Paese in cui quegli stessi controlli fanno emergere problemi infrastrutturali vergognosi, che portano al sequestro di viadotti o parti di essi (come nella A14) e a nuove frane o cedimenti (come nella A10...

Si è svolta a Madrid fra il 6 il 13 dicembre la Cumbre Social por el Clima, la rassegna alternativa alla Cop25 svoltasi sempre nella capitale spagnola, a cui alcun* militanti di Potere al popolo hanno partecipato. In questi giorni si è tenuta una grandissima manifestazione con oltre 500.000 partecipanti e un summit ricco di conferenze, dibattiti e workshop che hanno approfondito i diversi aspetti della questione climatica da un punto di vista conflittuale. Le mobilitazioni di piazza, ed in particolare l’immenso corteo del 6 dicembre, si sono da subito caratterizzate in senso anticapitalista ed antimperialista. Non a caso gli...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Si è conclusa a Madrid, con oltre 40 ore di ritardo rispetto alla chiusura ufficiale, la COP25, l'attesa, cruciale, indispensabile Conferenza delle Parti organizzata dall’UNFCCC e chiamata a rispondere concretamente al problema globale dei cambiamenti climatici. Una conferenza internazionale che mai come quest'anno si è palesata in tutta la sua traballante fragilità diventando in pochi giorni il simbolo di un clamoroso fallimento. Giorni di serrate trattative, pranzi, cene e colazioni di lavoro non hanno sciolto i nodi centrali di questo evento. Se da un lato può considerarsi...

In Basilicata si corre in direzione contraria allo sviluppo sostenibile e e alla lotta contro i cambiamenti climatici. Il 27 novembre scorso la Regione Basilicata retta dalla Lega ha firmato un protocollo di intesa per aprire a nuove estrazioni di petrolio. Total, Shell e Mitsui Italia potranno estrarre 50.000 barili al giorno e 40 milioni di metri cubi l'anno di gas. Esse produrranno milioni di tonnellate in più di CO2 e metano che già oggi dovremmo smettere di produrre per ridurre significativamente la temperatura globale del pianeta. Incuranti degli appelli della comunità scientifica internazionale, ignorando le proteste dei comitati locali che segnalano...

La Protezione Civile dirama l’Allerta Rossa: è arrivata la stagione delle piogge, è arrivata l’ennesima stagione delle emergenze e della conta dei danni e per ultimo dei nuovi e vecchi buoni propositi della politica. Altamura, Matera, Venezia, Pomezia, e alcune valli del Trentino Alto Adige, sono solo alcune delle località severamente colpite dalle piogge e dal dissesto idrogeologico e mentre scriviamo altri pericolosi fronti di crisi si aprono. Il fiume Po sta esondando all’altezza di Alessandria e tutta la Liguria è tempestata da una miriade di fenomeni franosi, che hanno portato anche al crollo del viadotto sulla Savona-Torino; a Reggio Calabria...

Giovedì 14 novembre il consiglio d'amministrazione della Banca Europea per gli Investimenti (BEI) si riunirà per decidere definitivamente se bloccare o meno i finanziamenti alle fonti fossili di energia a partire dal 2020. La proposta doveva essere varata già ad ottobre, ma sulla decisione hanno pesato moltissimo le pressioni della Commissione Europea che, fortemente condizionata dalla Germania, non ha voluto esprimere posizioni rigide a riguardo. È bene ricordare a tal proposito che il CdA della BEI è costituito dai governi dei paesi membri dell'Unione Europea ed è quindi fondamentale, secondo noi, che i rappresentanti italiani si esprimano in quella sede contro...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text] Assemblea pubblica, 7 Novembre, ore 20 e 45, Torino, via Lombroso 16 Dodici compagne e compagni del movimento No Tav sono stati condannati in via definitiva a pene da un anno a due anni per una mobilitazione del marzo 2012. Tra questi Nicoletta Dosio, anche coordinatrice nazionale di Potere al Popolo. Rinchiudere lei e gli attivisti No Tav in carcere è una palese vendetta contro tutto il movimento, che per anni ha saputo opporsi ad un progetto devastante per il territorio, sapendo costruire intorno a sé consenso popolare e alleanze...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Con il partecipato convegno organizzato da Potere al Popolo a Potenza, a fine settembre, abbiamo portato tutte le nostre forze e le nostre idee per costruire un’alternativa alle trivellazioni e alle estrazioni petrolifere, per il benessere del territorio e dei suoi abitanti. Potere al Popolo convintamente sostiene la conversione ecologica e questa non può prescindere da una transizione energetica a partire dall’uscita da fonti energetiche fossili. Da troppi decenni, le multinazionali del petrolio (Eni, Shell, Total, e molte altre) hanno nutrito i propri profitti a danno della...

Il consiglio dei ministri ha approvato il “decreto sul clima”. I pentastellati esultano e portano in trionfo i 450 milioni di euro stanziati per la manovra. In realtà, queste sono briciole: una cifra di gran lunga inferiore ai 23 miliardi per le spese militari del 2018 e ai 7,2 miliardi promessi per nuovi programmi militari e armamenti. Ma il problema centrale di questo decreto è la debolezza dei provvedimenti, l’incapacità di una visione di sistema e il mancato taglio ai sussidi dannosi per l’ambiente, a partire dai combustibili fossili. Taglio che avrebbe potuto costringere l’economia nazionale a una vera conversione ecologica. Le...

X