Stay Social

Seguici su:

Tavoli tematici

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]E ora il popolo! *   L'Unione europea si trova a un bivio. Sarà parte della soluzione alla crisi climatica o del problema? Rimarrà attaccata a politiche fallimentari orientate esclusivamente alla logica di mercato o sceglierà una direzione differente? L'estrema destra utilizzerà l'UE per diffondere l'intolleranza? Oppure saremo in grado di trasformare la cooperazione europea in una cooperazione basata sulla solidarietà? Una cosa è certa: per affrontare le sfide che ci attendono, dobbiamo uscire dagli attuali Trattati europei.   Dai socialdemocratici ai conservatori, l'élite politica dell'Unione Europea ha accettato di attuare politiche economiche che aumentano le...

LEGGI: DISCRIMINATI PERCHE' ISCRITTI AL SINDACATO: PAP LI DIFENDE NEL PROCESSO! - parte 1 - parte 2 --- Oggi si è concluso il processo per la discriminazione sul posto di lavoro di quattro lavoratori di un importante panificio laziale, che fornisce il pane a mezza Italia. Ve lo ricordate? Eravamo intervenuti nel processo, in supporto alla causa dei lavoratori, perché riteniamo che la discriminazione sul posto di lavoro, nei confronti di chi si organizza e lotta per migliorare le proprie condizioni - in questo caso iscrivendosi ad un sindacato - sia tutt'altro che rara, ma un fenomeno diffuso e gravissimo. I quattro dipendenti avevano, agli...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Tra tutti, l'agricoltura nel suo più ampio significato, è forse il comparto economico chiave per affermare la giustizia ambientale  non solo in quanto agricoltura significa cibo per l'umanità ma anche in quanto le modalità di tali produzioni determinano il rapporto con le risorse base della vita: suolo, acqua, aria, e biodiversità. Benché l'impegno per raggiungere un equilibrio virtuoso tra agricoltura e ambiente sia al centro di un consolidato lavoro dell'UE e della comunità internazionale, il 5 aprile scorso, il Ministro dell'Agricoltura Centinaio non ha esitato a rilasciare, tale dichiarazione:  "non posso pensare di...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Lo scorso 4 aprile il Consiglio dei Ministri ha approvato un regolamento (da adottarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica) che stabilisce come in presenza di motivate ragioni di interesse pubblico, il Ministero dell’Ambiente possa derogare al divieto di reintroduzione, introduzione e popolamento in natura di specie e popolazioni non autoctone nel territorio italiano. Una iniziativa legislativa in totale contrasto con tutto ciò che sappiamo di conservazione della natura, di scienza e di buon senso. Mentre tutte le istituzioni scientifiche nazionali, europee ed internazionali ci avvertono dei rilevanti impatti negativi delle specie...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_separator type="normal"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_accordion active_tab="1" collapsible="yes" style="accordion" title="1 - L'«Europa della conoscenza»: il nostro vero nemico"][vc_accordion_tab title="Premessa"][vc_column_text] Apprendere, comprendere, agire. Il testo completo Scarica Le pagine che seguono costituiscono una sintesi delle elaborazioni sul tema della scuola che in questi mesi hanno preso forma dentro “Potere al Popolo!” su diversi argomenti e provano a collegarle in un discorso coerente che non può essere – oggi – che un semplice punto di avvio di una proposta culturale, teorica e politica in via di definizione, anche sul mondo dell'istruzione e della formazione. Consapevoli di...

Il 6 aprile ricorrono dieci anni dalla scossa che ha distrutto la città di L'Aquila. A 10 anni da questo terremoto la città di L’Aquila è ancora il più grande cantiere d’Europa, poiché si continua a lavorare, soprattutto in centro storico, mentre gli abitanti della periferia sono quasi tutti rientrati nella propria casa. Nei centri circostanti, “piccoli” ma popolati anche fino a 5000 abitanti, la ricostruzione non è mai iniziata: Paganica, Tempera, Camarda, Coppito, Sassa, sono 66 i paesi rimasti fermi al 2009, con i palazzi storici fatiscenti, i puntellamenti ormai ‘scaduti', i luoghi di ritrovo del centro abbandonati. Frazioni e...

Sei disoccupato? Sei un precario? Vuoi informazioni sulle Leggi sul lavoro? Sei un lavoratore che pensa di aver subito un sopruso? Hai problemi sul posto di lavoro e non sai a chi chiedere aiuto? Mettiti in contatto con noi. I nostri avvocati sono a disposizione per qualsiasi tipo di problema legato al lavoro e per tutte le informazioni necessarie. Lo sportello è aperto il giovedì dalle 17.00 alle 19.30 Puoi contattarci al numero 3395612833 scrivere all’indirizzo mail: papancona@gmail.comoppure puoi venire direttamente presso la nostra sede nei giorni indicati in Via Colleverde 2 Ancona c/o il Circolo operaio Germontari  a partire dal 20 marzo 2019. ...

La guerra è da tempo tornata a essere lo strumento principe delle politiche interne ed estere dei paesi occidentali. L’Alleanza Atlantica (NATO) continua a essere, nonostante le crescenti contraddizioni tra i principali paesi che la compongono, una coalizione in grado di rispondere alle esigenze di proiezione bellica dell’apparato militare – industriale statunitense ed europeo. Superata la crisi “esistenziale” causata della dissoluzione dell’URSS, la NATO ha progressivamente riconvertito la sua “missione”: dai primi anni ’90 del secolo scorso sino ad oggi abbiamo assistito al perpetrarsi di attacchi pretestuosi che hanno portato alla distruzione di interi Stati. Un cliché ben oliato che ha preparato il terreno alla devastazione dell’Iraq, della Jugoslavia, dell’Afghanistan, della Libia,...

Mentre il Ministro dell’Interno Salvini presenzia in varie città italiane indossando la divisa della Polizia, sottolineando la natura repressiva dello Stato e del suo governo (come dimostrano gli ultimi atti di violenza, a suon di manganello, avvenuti a Torino), il 3 gennaio è stata notificata la richiesta di "sorveglianza speciale" per due anni, con divieto di dimora, a cinque attivisti torinesi che hanno fornito il loro appoggio sul campo alla rivoluzione del Rojava. I destinatari di questa misura sono Paolo, Eddi, Jack, Davide e Jacopo, che, negli ultimi due anni, hanno sostenuto la lotta delle popolazioni della Siria del Nord contro lo Stato Islamico. La richiesta è...

Di Salvatore Prinzi - coordinamento nazionale di Potere al Popolo Quando accade un fatto nuovo si solleva sempre molta confusione. Le notizie si accavallano, i media le danno in maniera interessata (secondo la convenienza del loro sponsor politico, il ritorno dei clic etc), i social finiscono per produrre ulteriore disinformazione. Così la sostanza politica dell'evento, il conflitto che lo ha prodotto e quello che ci può insegnare, sparisce dietro il particolare, il sentito dire, il complotto, la celebrazione - tutto si fa spettacolo, tutto si satura e tutto si esaurisce. Così tutto può restare uguale. Invece se vogliamo trasformare il mondo dobbiamo capire cosa accade, ricostruirne la provenienza, dargli il tempo...

X