Stay Social

Seguici su:

Tavoli tematici

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Il tavolo Europa/Internazionalismo ha vissuto in questa 2 giorni napoletana un primo momento di confronto dal vivo (dopo gli incontri in occasione delle scorse assemblee nazionali). Incontrarsi, guardarsi in faccia, si è rivelato un momento di straordinaria importanza per il confronto, ed è emersa una notevole ricchezza di posizioni. Viviamo una fase in cui lo spazio per chi cerca di costruire la rivoluzione è estremamente esiguo, i margini sono ristretti e trovare la strada è tutt’altro che facile e scontato. Sul piano del discorso relativo alla UE è emersa dal dibattito quella che già...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Intervista a Marc Botenga di David Broder, da Jacobinmag.com Fonte: https://jacobinmag.com/2019/05/ptb-belgium-european-parliament-workers-party/   I risultati delle elezioni della scorsa settimana hanno prodotto risultati deludenti per la sinistra in Europa. Ma in Belgio, il Parti du Travail de Belgique (PTB) ha ottenuto un risultato storico. Di tradizione marxista-leninista ortodossa, il PTB in anni recenti si è via via rivelato una delle forze più dinamiche della sinistra europea. Le elezioni di domenica scorsa hanno confermato questo quadro. Mentre il voto per il parlamento europeo ha visto un arretramento per la sinistra radicale nella maggior parte del continente – il...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Contributo di Massimo Congiu   Il successo del partito Fidesz alle elezioni europee era ampiamente previsto. I sondaggisti avevano anche detto che avrebbe ottenuto oltre il 50% dei voti, com’è effettivamente accaduto. Il premier Viktor Orbán ha parlato di vittoria epocale, la vittoria degli ungheresi che vogliono prendere in mano il loro destino e far sì che il paese realizzi le sue aspirazioni. “L’Ungheria agli ungheresi e l’Europa agli europei” è il motto che racchiuderebbe il senso della lotta di Orbán e di tutti i cosiddetti sovranisti contro l’immigrazione e per la difesa dell’identità...

La notizia sulla stampa: - Il Mattino - La Repubblica - Corriere del Mezzogiorno - Napoli Today Questa mattina un gruppo di giovani attivisti di Potere al Popolo! ha calato un enorme striscione dal Castel dell'Ovo. "La Whirlpool non si tocca, né chiusura né licenziamenti", recita la scritta ben visibile dal lungomare affollato. Un luogo simbolico scelto per mostrare che tutta la città è stretta intorno alla battaglia dei 430 lavoratori che rischiano il posto di lavoro per la chiusura dello stabilimento di via Argine. Contro l'asettica "X rossa" posta dall'azienda sulla cartina d'Italia in corrispondenza del sito di Napoli Potere al popolo! ha rilanciato - dalle...

L’incidente del 2 giugno ha visto la nave da crociera MSC Opera urtare il lancione turistico Michelangelo e scontrarsi contro il molo, danneggiandoli entrambi. Fortunatamente la tragedia non è avvenuta, ma è una conferma che, anche dal puntodi vista della sicurezza, la presenza di GRANDI NAVI NELLA LAGUNA SONO UN PERICOLO. Ricordiamoci che la laguna, per permettere il normale svolgersi della vita quotidiana, è attraversata da mezzi pubblici e altre piccole imbarcazioni e le grandi navi possono costituire un rischio per l’incolumità di abitanti, lavoratori e turisti, nonché per imbarcazioni, rive e infrastrutture della città. Non ci sarebbe bisogno di conferme,...

HANNO LICENZIATO TUO FIGLIO, TUO FRATELLO, TE! Mercoledì 12 giugno ore 9.30 Arzano (NA) – Piazza Cimmino Corteo per andare insieme alla Klevers, azienda responsabile dell’ennesimo licenziamento politico! Il 29 maggio Giuliano, un ragazzo come te, come tuo figlio, come tuo fratello, è stato licenziato con una scusa qualsiasi (“calo di fatturato”). Un licenziamento improvviso, un fulmine a ciel sereno, “casualmente” accaduto pochi mesi dopo che l’azienda ha rifiutato di riconoscerlo come rappresentante sindacale dell’USB, sindacato di base. E tutto a pochi passi da qui, in una delle strade della zona industriale di Arzano. Solo pochi anni fa c’erano tante realtà industriali; oggi molti...

La notizia oramai è nota e purtroppo abbiamo smesso di stupirci. Dopo la Treofan, Mercatone Uno (ma l'elenco è davvero sterminato) la minaccia della chiusura e dei licenziamenti si è abbattuta adesso sulla Whirlpool. In particolare è il sito di Napoli ad esser stato messo in discussione con una asettica X rossa sulla cartina dell'Italia nel piano presentato ai sindacati dalla direzione dell'azienda di produzione di elettrodomestici. Immediatamente i 430 lavoratori direttamente alle dipendenze della Whirlpool sono entrati in sciopero insieme agli operai degli altri siti produttivi sparsi per il paese e accompagnati dello stato di agitazione delle migliaia di dipendenti...

Mercoledì 29 maggio, alle 16:50, uno di noi, Giuliano Granato, uno dei nostri coordinatori nazionali, era pronto a fare quello che faceva ogni giorno, come tante e tanti di noi: chiudere la giornata lavorativa. Terminare le ultime operazioni, sistemare un po' di documentazione, mettere in ordine la scrivania e spegnere il PC. Ma mercoledì le cose sono andate diversamente: Giuliano è stato convocato nell'ufficio del proprietario della fabbrica in cui lavorava da più di 5 anni e gli è stato dato il benservito: si è trovato davanti agli occhi la lettera di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, per "notevole calo di...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Contributo dell'assemblea di Potere al popolo! Bilbao Per chi non fosse avvezzo alle dinamiche politiche spagnole ed al peso specifico di ogni appuntamento elettorale, spiegheremo brevemente come si suddividono. Elezioni generali per il congresso dei deputati e senatori (elecciones generales de España) Elezioni regionali (elecciones autonómicas), dove si eleggono i governi delle comunitá autonome. Elezioni amministrative (elecciones municipales administrativas), dove si eleggono i consigli comunali e i governi delle province. Nelle comunità con un forte sentimento nazionalista o autonomo, le ultime due elezioni sono le più importanti, tant’è vero che i risultati cambiano sensibilmente rispetto alle elezioni...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Di Mauro Sommella - attivista di Potere al popolo! prima a Bratislava ora ad Amsterdam   Mai come in questa tornata le Elezioni del Parlamento Europeo sono riuscite a restituire la complessità dei sentimenti politici in voga nell'Unione Europa. Dai risultati emergono infatti tante specificità nazionali, spesso in controtendenza con il passato, e poche linee di fondo: una generale avanzata della destra cosiddetta "sovranista" (senza che ci sia stato pero' "sfondamento"); il riscontro delle recenti mobilitazioni sul clima che si ritrova nella buona affermazione dei partiti Verdi; il continuo arretramento delle famiglie politiche europee...

X