Stay Social

Seguici su:

Tavoli tematici

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]SOTTOSCRIVI L'APPELLO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI WHIRLPOOL! Basta un messaggio con nome, cognome, professione, città alla pagina facebook Napoli non molla  o alla mail napoli.non.molla@gmail.com. ✅ PARTECIPA ALL'EVENTO DI LANCIO IL 25 OTTOBRE A NAPOLI! 🆘 DONA PER LA CASSA DI RESISTENZA. IBAN: IT81 N030 6909 6061 0000 0106 810 Aiutateci a diffondere la voce della Napoli che lotta! ---- Siamo le lavoratrici e i lavoratori che da mesi si stanno mobilitando per difendere il loro posto di lavoro e la dignità delle loro famiglie. Siamo napoletane e napoletani che lottano per mantenere l’occupazione a Napoli,...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Con il partecipato convegno organizzato da Potere al Popolo a Potenza, a fine settembre, abbiamo portato tutte le nostre forze e le nostre idee per costruire un’alternativa alle trivellazioni e alle estrazioni petrolifere, per il benessere del territorio e dei suoi abitanti. Potere al Popolo convintamente sostiene la conversione ecologica e questa non può prescindere da una transizione energetica a partire dall’uscita da fonti energetiche fossili. Da troppi decenni, le multinazionali del petrolio (Eni, Shell, Total, e molte altre) hanno nutrito i propri profitti a danno della...

Il consiglio dei ministri ha approvato il “decreto sul clima”. I pentastellati esultano e portano in trionfo i 450 milioni di euro stanziati per la manovra. In realtà, queste sono briciole: una cifra di gran lunga inferiore ai 23 miliardi per le spese militari del 2018 e ai 7,2 miliardi promessi per nuovi programmi militari e armamenti. Ma il problema centrale di questo decreto è la debolezza dei provvedimenti, l’incapacità di una visione di sistema e il mancato taglio ai sussidi dannosi per l’ambiente, a partire dai combustibili fossili. Taglio che avrebbe potuto costringere l’economia nazionale a una vera conversione ecologica. Le...

Evento Facebook del corteo! Potere al Popolo! – Sardegna è tra le più di 40 realtà , tra associazioni, movimenti e partiti politici, che hanno rivolto un appello alla mobilitazione contro l’asservimento del nostro territorio all’industria bellica in tutte le sue manifestazioni. Siamo stufe e stufi del continuo ricatto fra la nostra dignità di esseri umani, che per noi comprende anche quella di salvaguardare il nostro territorio e la nostra salute, e il lavoro. Un ricatto che non è solo meschino, ma anche basato su premesse totalmente false. I poligoni militari hanno di fatto impedito lo sviluppo locale, impoverendo le nostre comunità...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Come compagne e compagni del tavolo nazionale su genere, diritti e laicità di Potere al Popolo! sentiamo l’urgenza di prendere parola rispetto a quanto sta succedendo in Siria settentrionale e Orientale. Sentiamo la necessità di schierarci fermamente a difesa della rivoluzione portata avanti dalle donne e dagli uomini curdi in Rojava, una rivoluzione che vede nell’anticapitalismo, nell’antisessismo e nell’ecologismo tre suoi capisaldi fondamentali. La costruzione del confederalismo democratico è qualcosa che ci riguarda non solo perché nasce a partire dalla lotta contro il fondamentalismo religioso di Daesh,...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text] È di ieri sera alle 23 ora italiana la notizia del via libera di Trump a Erdogan per l’invasione del Nord della Siria. Una mossa sconsiderata, di cui faranno le spese i curdi, che hanno già lasciato sul campo un enorme tributo alla guerra contro l’ISIS. Non solo: l’invasione rischia di innescare una spirale di violenza che, tra gioco di potenze e un rilancio del terrorismo islamista, può arrivare a toccare il mondo intero. Per questo abbiamo scritto il testo che segue indirizzandolo al Ministro degli Esteri Luigi...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]DI MAIO: SUL CASO REGENI “STALLO NON PIU’ TOLLERABILE”. BASTA FRASI DI CIRCOSTANZA, SERVONO FATTI! Il Ministro degli Esteri Di Maio, in occasione dell’incontro di lunedì 7 ottobre con i genitori di Giulio Regeni, ha dichiarato che “lo stallo con l’Egitto sull’omicidio di Giulio Regeni non è più tollerabile”. Anche noi di Potere al Popolo! crediamo che non si possa attendere oltre per avere verità e giustizia. Ma lo stallo che denunciamo è quello del governo italiano che continua a non fare passi formali e azioni concrete nei...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text] Come movimento politico che si riconosce fin dall’inizio nei valori del femminismo e dell’uguaglianza di genere, oggi Potere al popolo! scende in piazza a sostegno del diritto all’aborto libero, sicuro e gratuito. Nonostante il recente cambio di governo, infatti, sappiamo bene che esiste una triste continuità delle scelte politiche riguardanti la libertà di scelta delle donne e la loro autodeterminazione: il numero elevatissimo di obiettori di coscienza in tutto il paese ci racconta una realtà in cui il diritto all’aborto resta troppo spesso astratto e vago, mentre nella...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]"Istruzione, no estinzione" è lo slogan sbandierato dal Ministero dell'Istruzione in adesione allo sciopero climatico. Eppure l'estinzione del sistema di istruzione è quella che si persegue da parte di tutti i governi negli ultimi decenni. E non basterà una copertina Facebook per nasconderlo. Il ministro Fioramonti infatti può anche annunciare che lo sviluppo sostenibile deve diventare il fil rouge di tutte le materie scolastiche, ma speriamo sia altrettanto fermo nell'impegno a "sostenere" gli edifici scolastici, che sono a rischio sicurezza per il 50% e retti, per ora,...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Domani, 25 Settembre, si celebrerà il processo di appello per il caso di Rosalba Romano, denunciata per diffamazione da Vladimiro Rulli, un agente del VII reparto mobile di Bologna, e condannata in primo grado. Questa vicenda si incrocia con la storia di Paolo Scaroni, selvaggiamente picchiato durante una violenta carica della polizia, il 24 Settembre 2005, al rientro da una partita del Brescia. Paolo Scaroni, in seguito a quell’episodio, versa in una condizione di gravissima invalidità e nessuno gli restituirà la vita che conduceva prima. La vicenda...

X