Stay Social

Seguici su:

Comunicati Stampa

Oggi, 10 gennaio 2019, è una giornata chiave per il Venezuela, per il continente americano e anche per noi. È il giorno in cui Maduro si insedia alla presidenza del Venezuela per il suo secondo mandato. Lo fa perché lo scorso 20 maggio ha vinto le elezioni presidenziali, conquistando il 67% delle preferenze. Perché le ha vinte? Perché ancora una volta la strategia, il discorso e l'unità del chavismo sono state superiori a quelle della destra. All'epoca i principali partiti della destra non si candidarono, boicottando il voto dietro suggerimento statunitense. Perché? Per fare quello che stanno facendo in queste ore: non...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]A settembre del 2017 una mobilitazione antifascista e popolare contestò una riunione del consiglio del Municipio IV convocato a Tiburtino III su richiesta dei fascisti di Casa Pound. Per tutto il pomeriggio nel quartiere ci si fronteggiò con i fascisti, scortati dalla polizia e legittimati dal Municipio (giunta M5S), che nelle settimane precedenti avevano alimentato una campagna d’odio contro il centro d’accoglienza per migranti in via del Frantoio. La vigorosa mobilitazione fece saltare l’operazione, riportò la discussione sui veri problemi del quartiere (degrado, risanamento, case popolari, desertificazione, sfratti) e...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Ve lo ricordate Giacomo Vitali? Era quel signore che, in fuga dal mondo moderno, decise di vivere alla Coop, si sposò nel reparto verdure e fece crescere i suoi figli nel reparto banane. Era il 1991, ed era solo uno spot, girato da Woody Allen. Ora siamo nel 2018, e lo spot è diventato realtà. Volete davvero aprire 365 giorni all'anno, non farci vedere le persone che vogliamo nemmeno una domenica? Bene, ci attrezziamo un soggiornino nel reparto tavoli e invitiamo gli amici a cena con la...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Mercoledì 2 gennaio circa cinquanta Gilets Jaunes si sono incontrati per accendere delle candele a Place de la Concorde a Parigi, in ricordo delle 10 persone morte e dei numerosi feriti - alcuni gravi - dall'inizio del movimento dei Gilet Gialli, il 17 novembre. È intervenuta la polizia che ha messo in stato di fermo, interrogato e posto in "guarde à vue" Eric Drouet, uno delle persone di maggior spicco della proteste a cui recentemente il leader della France Insoumise ha ringraziato con un post dal suo profilo. È...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]di Viola Carofalo "Bene le dichiarazioni contro la Legge Sicurezza di Salvini, ma servono i fatti!" "In queste ore molti sindaci si stanno pronunciando contro la legge di Salvini, votata a testa bassa anche dai 5 Stelle, dicendo che nelle loro città non sarà applicato, alludendo a forme di disobbedienza civile. Avendo contrastato questo provvedimento per mesi, scendendo in piazza fino al 15 dicembre a Roma con migliaia di migranti, non possiamo che essere contenti. Le conseguenze della Legge di Salvini le vivremo sulla nostra pelle, visto che non...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#880024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text] Ve lo ricordate Giacomo Vitali? Era quel signore che, in fuga dal mondo moderno, decise di vivere alla Coop, si sposò nel reparto verdure e fece crescere i suoi figli nel reparto banane. Era il 1991, ed era solo uno spot, girato da Woody Allen. Ora siamo nel 2018, e lo spot è diventato realtà. Volete davvero aprire 365 giorni all'anno, non farci vedere le persone che vogliamo nemmenouna domenica? Bene, ci attrezziamo un soggiornino nel reparto tavoli e invitiamo gli amici a cena con la roba vostra!...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text] Abbiamo supportato la resistenza… Ora prepariamo l’offensiva! [/vc_column_text][vc_empty_space][vc_column_text]Domenica 16 dicembre si è riunito a Roma il Coordinamento Nazionale di Potere al Popolo. È stata la seconda riunione del nuovo Coordinamento eletto, un momento bello e produttivo, che ha visto la partecipazione di decine di coordinatrici e coordinatori territoriali, dalla Val d’Aosta alla Sicilia (ricordiamo infatti che il Coordinamento è composto al 75% di membri provenienti da territori), e una sessantina di interventi alternarsi in più di sei ore. All’ordine del giorno c’erano questioni importanti: un’analisi della fase politica italiana e...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text] Negli ultimi mesi abbiamo assistito a degli incresciosi avvenimenti, seppure comuni negli ultimi anni . Avvenimenti di cui vorremmo fare partecipe la cittadinanza. Gli operatori ecologici delle isole di Lampedusa e Linosa hanno lavorato per alcuni, troppi, mesi pur in mancanza di stipendio. Le ditte facenti parte del raggruppamento ISEDA infatti non hanno corrisposto loro gli stipendi spettanti, precipitando le isole in una situazione di totale degrado e arrecando un danno a tutta la collettività. Situazione mitigata solo dal senso di responsabilità degli operatori stessi, che tuttavia non hanno...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Potere al Popolo sostiene e partecipa alla mobilitazione in programma questo fine settimana a Bruxelles: con i lavoratori in sciopero, con i gilet gialli, con un popolo che si oppone l'avanzata dell'estrema destra! Questo weekend sarà "caldo” anche Bruxelles. Se a Roma sabato saremo in piazza per la manifestazione Get up Stand up per gridare "prima gli sfruttati", di qualunque colore siano, e a Parigi, accanto ai gilet gialli, per rivendicare le dimissioni di Macron, a Bruxelles saremo anche noi ai tre giorni di manifestazioni: da venerdì 14 fino...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Era il marzo del 2017 quando all’aeroporto di Stansted, nei pressi di Londra, 15 attivisti della rete End Deportation si sono stesi dinanzi all’aereo che stava per deportare 60 immigrati dell’Africa occidentale. Cercavano così, usando i propri corpi, di disobbedire ad un ordine che ritenevano ingiusto. Cercavano di impedire che delle persone fossero ricacciate nell’inferno da cui erano scappate. Un giudice lunedì 10 dicembre ha deciso che sono colpevoli. E non di un reato qualsiasi. Ma di “terrorismo”. Ha applicato una legge antiterrorismo quasi mai utilizzata. La condanna...

X