Stay Social

Seguici su:

Tavolo Genere, laicità e diritti

La discussione è iniziata riconoscendo la centralità della prospettiva di genere nella nostra elaborazione teorica e pratica. Ci siamo definiti fin dall'inizio come un movimento politico antisessista e intendiamo continuare a porre un’attenzione costante sul tema anche all'interno delle nostre battaglie anticapitaliste, antirazziste e ambientaliste. Questa centralità tematica ci viene confermata dalle mobilitazioni che in tutto il mondo sottolineano la dimensione di genere delle lotte e ci testimoniano la sensibilità diffusa a livello sociale su un tema che riguarda la quotidianeità delle nostre vite. A partire da questo dato di realtà crediamo sia imprescindibile continuare l’ elaborazione collettiva sul suddetto tema,...

E così Verona ha trovato il suo Romeo. E' di qualche giorno fa l'annuncio della prima mondiale all' Arena di Verona dello spettacolo "Romeo + Giulietta", balletto in atto unico con protagonisti star della danza mondiale come Sergei Polunin, Alina Cojocaru e Johan Kobborg in veste di coreografo. Un grande evento per la danza veronese, ormai piuttosto parca di occasioni per il pubblico ballettofilo. Ma tutto questo avverrà il 26 agosto in quell'Arena in cui il prestigioso corpo di ballo è stato dismesso e in cui i ballerini sono stati fatti danzare tra precariato, sottoutilizzo, obbligo ad accettare contratti diversi da...

Ambiente, genere e classe. Come i nuovi movimenti sociali possono lottare contro il capitalismo globalizzato? Con: - Viola Carofalo, portavoce Potere al Popolo! - Giuseppe Antonio Di Marco, filosofo marxista - Gáspár Miklós Tamás, filosofo ungherese e dirigente ecosocialista - Sarah Raymundo, filosofa e dirigente della Nuova Sinistra filippina - Rita Bruguera, attivista femminista catalana Sabato 11 Maggio - ore 17.30 - Ex OPG Occupato - Je so' pazzo (Napoli) Nell'ambito della due giorni di dibattiti, arte e socialità di Inventare l'Avvenire! Incontro nazionale di Potere al Popolo! QUI TUTTE LE INFO! --- Crollo dei salari, innalzamento dell’età pensionabile, distruzione del welfare state per come l’abbiamo conosciuto, trasporto pubblico allo sbando, ospedali...

L’8 marzo le donne di tutto il mondo sono scese in piazza al grido di “Non una di meno!” per denunciare la violenza agita dagli uomini e che non si esprime solo con un pugno in faccia, ma si manifesta anche sotto forma di discriminazione economica, di violenza psicologica e di attacco alla libertà di scegliere per se stesse, sul proprio futuro, sul ruolo che si vuole giocare nel proprio mondo privato e nella collettività. Viviamo un’epoca caratterizzata dall’aggressione alla democrazia, realizzata con metodo, organizzata a tutti i livelli – istituzionale, politico, culturale, fisico – e che non ha confini, come...

Scarica qui il volantino da distribuire! 8-marzo-fronteScarica 8-marzo-retroScarica Anche quest’anno il mondo intero vedrà le donne mobilitarsi al grido di Non Una Di Meno contro ogni forma di violenza e discriminazione di genere. Da tre anni, ormai, il movimento femminista globale nato dalla rabbia e dalla determinazione delle donne dell’Argentina e di tutta l’America Latina, ha invaso le strade e le piazze del resto del mondo per ricordarci l’urgenza di un tema troppe volte minimizzato, quello della violenza che le donne, ma anche gay, lesbiche, trans e queer sperimentano tutti i giorni sulla propria pelle tanto nella sfera pubblica, quanto nella sfera...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Abbiamo inaugurato la nuova sezione del sito dei tavoli tematici Ambiente, territorio e modello di sviluppo Immigrazione e emigrazione Capitale e lavoro Mutualismo Giustizia Genere, laicità e diritti Guerra e Antimilitarismo Sanità Piattaforma LQFB Scienza, tecnologia e trasformazione sociale[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]...

X