Stay Social

Seguici su:

Lazio

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Alla vigilia dei prossimi e fondamentali incontri tra l'Enel, i ministeri interessati ed il neoeletto sindaco di Civitavecchia ci sembra importante intervenire rispetto all'annunciata riconversione della locale centrale TVN. Nei mesi scorsi, rispetto alla lotta contro le emissioni di gas serra nell'atmosfera e contro i cambiamenti climatici, la nostra analisi si è concentrata principalmente sulla questione del phase out del carbone con particolare attenzione alla gestione della grande centrale TVN di Civitavecchia. Infatti, nonostante il Piano Strategico 2019-2021 presentato da Enel nel novembre 2018, ponesse al centro della sua policy ingenti investimenti per lo sviluppo...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Apprendiamo da fonti sindacali che la Armeni  WPA, azienda che opera da anni sul nostro territorio, ha avviato in queste ore le procedure di licenziamento per 8 lavoratori metalmeccanici. Di fronte a questo ennesimo schiaffo ai diritti e alla dignità di altri lavoratori e nostri concittadini, non possiamo più rimanere in silenzio. Sapevamo che l'inaccettabile annullamento di alcuni appalti a TVN voluto da Enel in questi mesi, oltre ad incidere sulla sicurezza dell'impianto,  avrebbe acuito la crisi che da anni attanaglia l'indotto delle centrali, ma riteniamo comunque inaccettabile la decisione di far ricadere...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Solo qualche settimana fa, tutte le cronache nazionali descrivevano l’ultimo atto di violenza di militanti di Casapound in provincia di Viterbo. Un paio di loro, infatti, avevano violentato una ragazza in un pub legato alla loro formazione politica e non soddisfatti, avevano ripreso tutto e condiviso nelle chat delle loro organizzazioni. Questo è stato solo l’ultimo atto di violenza che la nostra terra ha vissuto per opera di militanti di Casapound, che infettano il nostro territorio e che ogni anno diventano sempre più aggressivi, contando anche su connivenze politiche ed istituzionali che troppo spesso...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Recepiamo informazione in modo individuale, pensiamo da soli, riflettiamo da soli e se ci confrontiamo in pubblico, lo facciamo a partire dagli stereotipi che il mercato dell’informazione di massa ci fornisce. Abbiamo sempre troppo poco tempo per ascoltarci, per confrontarci e scambiare idee. Partiamo da qui, riprendiamoci il tempo per stare a dibattere assieme. Pertanto, lo scopo principale dei presenti incontri di inFORMAZIONE è quello di arrivare a discutere collettivamente di temi specifici al fine di generare, per noi partecipanti e per l’esterno, un’INformazione frutto dello scambio di  opinione tra individui che vogliono...

Dopo la vittoria dei camalli genovesi che hanno impedito ad una nave saudita di caricare materiale bellico e la mobilitazione dei portuali di Napoli contro l’autoproduzione di Grandi Navi Veloci, oggi i lavoratori dei porti sono in sciopero in tutti i porti d’Italia per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale. L’attacco che gli armatori stanno portando agli operai degli scali è inaccettabile. Ancora più inaccettabile è il silenzio del Governo di Salvini e Di Maio. L’autoproduzione è la possibilità da parte degli armatori di utilizzare i marinai per le operazioni di carico e scarico delle merci. La loro volontà è quella di...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Ieri pomeriggio Potere al Popolo ha dato vita a una carovana popolare, lanciata da Asia USB, con molte realtà del territorio, che ha attraversato la periferia est della capitale per portare le rivendicazioni dei quartieri popolari nel cuore della città. Da Torre Maura a Casal Bertone, da Tor Sapienza a Casal Bruciato, in ognuno di questi quartieri, alcuni teatro delle scorribande dell'estrema destra nelle ultime settimane, c'è stata una tappa del corteo di automobili, su cui erano stati montati dei pacchi con le "rivendicazioni popolari": più servizi di trasporto pubblico, diritto alla...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]Mentre i fascisti sono liberi di fare il loro teatrino fomentando odio razziale e alimentando la guerra tra poveri, arriva notizia delle denunce per il picchetto resistente di martedì a Casalbruciato, tra cui sono coinvolti anche militanti di Potere al Popolo, da sempre in prima linea. La repressione verso chi lotta e si organizza per la giustizia sociale nei quartieri la conosciamo bene, ma non fermerà la voglia di riscatto e la necessità di costruire un'opposizione reale. Mentre c'è un città al collasso, in cui mafie e speculatori si spartiscono i profitti sulle...

La scorsa notte alcune statue cittadine hanno offerto le loro forme per denunciare ciò che Civitavecchia subisce da anni. Fumi nocivi, milioni di tonnellate di polveri sottili, ricatto occupazionale, disoccupazione giovanile, malattie tumorali, inquinamento ambientale e sociale. Per questo, come Potere al Popolo Civitavecchia, abbiamo deciso di ''mascherare'' temporaneamente alcuni simboli del sapere e della memoria cittadina per ''smascherare'' ciò che dovrebbe essere il vero epicentro del dibattito politico locale e che invece, troppo spesso, viene confinato dentro i recinti del vuoto racconto elettorale. Ieri notte alcune statue cittadine hanno raccontato la storia delle oltre 9 milioni di tonnellate di...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_column_text]ll Comune di Roma è complice attivo della guerra tra poveri nelle periferie romane I ripetuti episodi di guerra tra poveri nelle case popolari che vedono la puntuale presenza e strumentalizzazione da parte di gruppi neofascisti, non hanno solo responsabilità politiche ma anche complicità. La denuncia di questi anni da parte degli attivisti che agiscono quotidianamente nelle periferie sulle soffiate che consentono ai fascisti di essere presenti e puntuali ovunque venga assegnata una casa popolare ad una famiglia di immigrati, o negli ultimi casi come Torre Maura e Casalbruciato, di rom, ha prodotto finalmente...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column width="2/3"][vc_facebook][vc_separator type="normal" color="#820024" thickness="3" up="20" down="20"][vc_column_text]Ancora una volta siamo costretti a prendere posizione contro le scelte di Enel. Riteniamo infatti assolutamente indecoroso il drastico piano di riduzione del personale che l'azienda vorrebbe attuare a Civitavecchiaentro il 2021. Un piano che prevede il taglio di ben 97 posti di lavoro con una riduzione dell'organico che si avvicina al 30%. Una scelta netta ed arrogante che dimostra ancora una volta quanto certe logiche manageriali siano dichiaratamente ostili ai lavoratori e alla città. In un contesto cittadino già fortemente piegato dal peso di una ferocissima crisi occupazionale,...

X