News

Lettera di una lavoratrice stagionale aeroportuale

Caro Stato,

Mi presento: sono una lavoratrice stagionale, una delle tantissime del settore aeroportuale italiano.

In questo clima di sconforto dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19 e alle sue ripercussioni economiche e sociali, trovo forza e fiducia scrivendo queste poche parole con la speranza che qualcuno possa sensibilizzarsi e in maniera fattiva aiutare la nostra categoria, quella dei lavoratori stagionali aeroportuali.

Questo settore comprende una fetta enorme di lavoratori, che da troppi anni vivono una triste precarietà e che ad oggi si ritrovano senza lavoro e con i sussidi Naspi ormai terminati.

Lavoro per questa azienda da svariati anni e da altrettanti anni vivo nella preoccupazione di un futuro incerto che accomuna me e molti altri miei colleghi, spesso da ancor più tempo. Siamo costretti a dover programmare la nostra vita con brevi scadenze e con una valigia piena di ‘piani B’.

È ormai chiaro che la stagione lavorativa sia totalmente compromessa e che anche i brevi ma consolatori sei mesi lavorativi in procinto di iniziare, siano ormai saltati.

Al momento la nostra azienda ha previsto una cassa integrazione di 12 mesi per i propri dipendenti a tempo indeterminato e non ha alcun ‘piano B’ per noi precari.

Immagini quindi, caro Stato, quali speranze abbiamo noi lavoratori stagionali di tornare nel breve periodo al nostro amato lavoro, per il quale ci siamo ampiamente formati e insieme abbiamo tutti contribuito ai grossi numeri che l’azienda ha raggiunto in questi anni.

Comprendiamo l’attuale priorità da parte delle aziende di occuparsi dei lavoratori già in organico, ma non potremo mai accettare che lo Stato in questo momento di sconforto acuto, ci lasci soli.

Noi precari del trasporto aereo e del turismo in generale siamo tra le prime vittime di questa profonda crisi.

Mi auguro che almeno per questa volta, la nostra disperazione trovi ascolto.

 

Firmato,

Una lavoratrice stagionale aeroportuale.

Post simili
NewsPrincipale

Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema!

CampaniaComunicati StampaIn evidenzaNewsRegioniTavoli tematicitavolo lavoroTerritori

[NAPOLI] Quale futuro per gli stagionali? Lettera aperta all'AD della GESAC

EsteroNews

[Iraq] Il vero virus è la disuguaglianza sociale

EsteroNews

Le vrai virus, c’est la crise

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X