NewsTavoli tematicitavolo lavoro

PRIMO MAGGIO PAZIENZA ZERO!

1° Maggio 2020, la Pazienza Zero dei lavoratori: 8 ore di corteo telematico, incontri e performance in diretta!

Un corteo le cui tappe saranno scandite da focus e interventi di delegati dai luoghi di lavoro, attivisti che praticano ogni giorni il mutualismo e il controllo popolare, ma anche ospiti internazionali per i saluti dai sindacati di tutto il mondo – da Cuba al Sud Africa, dalla Grecia al Venezuela, dalla Francia al Donbass. Infine tanti sono gli artisti che hanno deciso di partecipare con noi nel corteo: Ascanio Celestini, Grazia Di Michele, Banda Bassotti, Moni Ovadia, Gioel, Assalti Frontali, Giordano De Plano, oltre a poeti, cantastorie e cori popolari.

L’iniziativa è stata lanciata dalla Rete Iside onlus e insieme a Potere al Popolo hanno aderito moltissime realtà sociali, politiche e sindacali.

Pazienza Zero, per sottolineare l’indisponibilità a far finta che non sia successo nulla. Ci sono responsabilità enormi per quel che sta accadendo, per i tagli alla sanità, per la folle gestione dell’emergenza, per un sistema che ha dimostrato tutta la sua ingiustiza e iniquità.

Parleremo di sanità e sicurezza sul lavoro, perché sono centinaia gli operatori della sanità uccisi dal virus, che vanno a sommarsi alla strage quotidiana sui luoghi di lavoro.

Affronteremo il diritto al sapere, alla casa e al reddito, sottolineeremo come oggi le questioni del clima e dell’ambiente in rapporto ai profitti sono più che mai centrali.

Con esponenti dei governi di Cuba e del Venezuela affronteremo le grandi questioni dei blocchi economici imposti dagli USA e dalla UE a Paesi che mantengono la propria indipendenza politica, economica e di modello sociale.

La repressione delle piccole, misurate e simboliche iniziative di questi ultimi giorni, la repressione del diritto di sciopero, i licenziamenti dei lavoratori rei di aver denunciato la mancanza di tutele sui luoghi di lavoro saranno al centro di uno specifico focus con esperti di diritto del lavoro ed operatori del diritto che metteranno sotto la lente di ingrandimento le pulsioni di disciplinamento che si stanno manifestando.

La situazione nell’industria, nel commercio, nei servizi, tra i collaboratori e i lavoratori autonomi assieme alla grande questione delle campagne e della ormai non più rinviabile regolarizzazione dei migranti, daranno forza al corteo telematico del 1° Maggio, pensato e realizzato per ridare ai lavoratori, di cui si celebra la Festa, il diritto di parola.

Facciamo del Primo Maggio il punto limite della nostra pazienza. La fine della nostra pazienza è un dispositivo di protezione di massa.

Ci vediamo il Primo Maggio in direttasulla pagina di Potere al Popolo!

Related posts
Estero

FERMARE IL SACCHEGGIO DEI POSTI DI LAVORO E DELL’INDUSTRIA IN FRANCIA

NewsTavoli tematiciTavolo Ambiente, territorio, modello di sviluppo

Per il clima, fuori dal fossile. Brindisi 24 ottobre 2020!

NewsPugliaRegioniTerritori

TARANTO OLTRE IL RICATTO OCCUPAZIONALE, VERSO UNA RICONVERSIONE ECOLOGICA: 4 TERMINI CHIAVE DELLE NOSTRA POSIZIONE

Emilia RomagnaNewsRegioniTerritori

[PARMA] CONTRO LE DISUGUAGLIANZE FACCIAMOCI SENTIRE!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X