NewsPiemonteRegioniTavoli tematiciTavolo MutualismoTavolo sanitàTerritori

110 MASCHERINE PER I LAVORATORI DELL’ASL TO3: QUANDO LA FORZA POPOLARE ARRIVA DOVE LO STATO NON SI FA SENTIRE.

La scorsa settimana abbiamo letto un appello di una lavoratrice della Asl To3 che chiedeva aiuto nel reperire delle semplici mascherine di cotone da usare sotto le ffp2/ffp3 per proteggersi la pelle del viso dalle ulcere causate dai filtranti indossati tutto il giorno.

Così abbiamo immediatamente rilanciato la richiesta facendo appello sia a mettere a disposizione materiale che a trovare chi sapesse cucirle LEGGI QUI! 

Ci siamo attivati subito mettendo in contatto due donne conosciute tramite la “spesa solidale” e attorno a loro è nato un gruppetto di persone che hanno dato una mano a vario livello: reperire materiali, tagliare la stoffa, condividere conoscenze, ecc..

Non è stato facile con tutte le limitazioni del momento, mancano i materiali e se disponibili sono troppo lontani per essere recuperati. Abbiamo dovuto fare con quanto a disposizione sottomano eppure ce l’ abbiamo fatta e in meno di una settimana sono state cucite 110 mascherine che venerdì sera sono state consegnate agli operatori e operatrici che ne avevano fatto richiesta.

Nel frattempo continuano ad arrivare richieste da operatori di varie strutture del torinese che chiedono queste semplici mascherine a un velo per la protezione del viso o quelle a doppio strato equivalenti delle mascherine chirurgiche per il contenimento della diffusione del virus. LEGGI QUI!

La solidarietà popolare ha mostrato che è possibile cucire oltre 100 mascherine in pochi giorni, anche senza strumenti industriali.

Noi continueremo a supportare tutti i volontari che si metteranno a disposizione per aiutare i lavoratori della sanità, ma quello che pretendiamo è che, ad un mese dallo scoppio della crisi Coronavirus, lo Stato si svegli: se sono davvero i nostri “eroi”, e per noi lo sono, non possono essere abbandonati a loro stessi, non possono essere costretti a lanciare appelli sul web per avere delle semplici mascherine di stoffa di cui due volontarie ne hanno prodotte oltre 100 in pochi giorni da casa!

Vogliamo che lo Stato dia a questi lavoratori tutto il sostegno necessario. Sono stati contagiati già oltre 6000 operatori sanitari, è ora di dire basta: vogliamo i DPI necessari per tutti e tutte, a cominciare dalle mascherine fftp2/ffp3!

Post simili
CampaniaNewsTavoli tematicitavolo lavoroTerritori

Insegnamenti della lotta dei lavoratori e delle lavoratrici aeroportuali

NewsPiemonteRegioniTerritori

TORINO: DEBITO, EMERGENZA E WELFARE. MA IL COMUNE VUOLE DAVVERO GARANTIRE I SERVIZI PUBBLICI LOCALI?

LazioNewsRegioniTavoli tematiciTavolo MutualismoTerritori

Proseguire la resistenza, costruire il conflitto: la spesa solidale a Casal Bruciato

NewsPiemonteRegioniTavoli tematiciTavolo sanitàTerritori

Le mani sulla sanità: un'inchiesta sul Parco della Salute di Torino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X