NewsPiemonteRegioniTerritori

[TORINO] “COSTELLAZIONI II”: A MAGGIO LA SECONDA EDIZIONE DEL NOSTRO FESTIVAL!

Dal 10 al 12 maggio alla Casa del Popolo “Estella” (via Martinetto 5/H, Torino)

TRE GIORNI DI INCONTRI, TEATRO, MUSICA, SOCIALITA’ E TANTO ALTRO!
Dalla prima edizione dello scorso anno, durante la quale ci siamo confrontati con un presente già complesso, molte cose sono cambiate, in peggio, o comunque tutt’altro che migliorate. Il genocidio in corso in Palestina, gli omicidi sul lavoro, la violenza patriarcale, una repressione sempre più forte e un’apparato mediatico sempre più asservito e violento nella costruzione di una narrazione funzionale alle escalation belliche funzionali all’industria bellica occidentale.

Se la Palestina ci insegna qualcosa è proprio che resistere oggi è più che mai necessario e che è possibile passare all’offensiva anche nei momenti “più bui” della propria storia.

Questo festival vuole essere un momento in cui ricordarci che ci siamo, e che siamo ancora più motivatǝ nelle nostre lotte. Ritrovarci, pensare e stare insieme, immaginando e costruendo un futuro diverso.

Quest’anno abbiamo deciso di far ruotare la volta del festival attorno ad una costellazione specifica, quella del conflitto. Proveremo a trovare un compasso, una chiave di lettura che ci permetta di capire meglio cosa sta accadendo attorno a noi e quale potrebbe essere il nostro ruolo per cambiare le cose.

Tutti gli eventi saranno ad ingresso libero.

Oltre ai dibattiti e agli eventi troverai:

  • ogni giorno troverai il food truck “NICHELINO BEACH” con cibo e bevande per tuttǝ
  • venerdì dalle h 19:00 PERONI CONTRO PADRONI, apertivo con biliardino e musica
  • sabato e domenica dalle h 11:00 CONTRO/CONSUMO, piccolo mercatino in cui troverete un’insieme di artigiani, artisti e creativi accomunati dalla loro opposizione alle logiche del consumismo. Passeggiare per la città, oggi, è un atto strettamente legato allo “spendere soldi”, in un susseguirsi di luoghi pensati solo per turisti, fast fashion e fast food, che delineano l’immagine di una Torino sempre più svenduta. Contro/consumo vuole essere un’esperienza opposta, dove una produzione lenta, di qualità e fedele alle proprie materie prime permette anche una forma di acquisto più consapevole e solidale. Contro/consumo + Costellazioni: riappropriarsi degli spazi e promuovere una socialità diversa. Partecipano: Cioccolateria Anarchica ─ Cioccolateria, Marcella Bergnesi ─ Ecoprinting & tessitura, Elena & Guglielmo ─ Abbigliamento e accessori in legno, I diseigi di Elle ─ Illustrazione, Katun di Mahnoush ─ Lavorazioni in stoffa: borse, strofinacci, zainetti… , Lia Mele ─ Bigiotteria, pittura su vetro, ceramica, stoffa, lavorazione resine, Orologiaio Pazzo ─ Orologi artigianali, Irene Pietrosanti ─ Pittura, Spazio muffa ─ Fanzines & serigrafia, Spokkio ─ Illustrazione.
  • sabato dalle h 15 alle h 20 ESCAPE ROOM RESISTENTE, a cura di Partigiani 2.0. Una prigione fascista da cui dovete fuggire. Risolvendo enigmi, vi avvicinerete alla fuga, e incontrerete alcuni dei personaggi storici che hanno vissuto la resistenza di Torino e provincia, scoprendo le loro storie. Un’esperienza ludica, ma dal forte valore educativo. Per prenotazioni 3408649485, gruppi max 5 persone, durata 45 min.
  • domenica dalle h 11:00 MOVE TO LIVE. Mostra “Dal Gambia alla frontiera alpina del Nord-Ovest ─ Move to live”. Di Kendou, giovane gambiano, pittore, migrante e poeta. Interverrà On Borders
  • domenica dalle h 15:00 SWAP PARTY. I nostri armadi sono spesso colmi e stracolmi di capi che non indossiamo, perché non ci rappresentano più, perché ormai abbiamo cambiato taglia, o perché ci siamo lasciati convincere a comprarli da una pubblicità e non rispecchiano davvero il nostro stile. Il mondo della moda e dell’abbigliamento ha dei costi enormi per il nostro pianeta, per i lavoratori che fanno parte di questa filiera produttiva e per le nostre tasche. Siamo costantemente sottoposti ad una narrazione che ci spinge a comprare sempre più frequentemente e a prezzi sempre più bassi, seguendo delle tendenze che a volte durano appena un giorno. Lo swap party è un’occasione per liberare l’armadio da quei vestiti che non indossi più e che ormai occupano solo spazio e ridare loro una seconda vita. Porta gli abiti e gli accessori che non indossi più, ma che sono ancora in buone condizioni e possono essere ancora utilizzati (non macchiati, rotti o rovinati). Non c’è limite al numero di capi che puoi portare e con il quale puoi andare via! Puoi prendere tutti i vestiti che vuoi, senza limitazioni. Attenzione! Porta solo quei vestiti da cui sei sicurǝ che vuoi separarti: tutto quello che non verrà scambiato sarà destinato al Guardaroba Popolare di Potere al Popolo o portato al Rifugio Massi di Oulx. Prenditi cura un’ultima volta dei tuoi vestiti prima di portarli (lavali!) e scegli solo vestiti in quelle condizioni in cui ti piacerebbe trovarli.

VENERDÌ 10 MAGGIO, h 18:30

Nel discorso pubblico, conflitto, resistenza, ribellione, sono parole proibite. L’obiettivo è delegittimare le lotta degli oppressi e farci pensare che nulla si possa cambiare se non ci viene concesso dall’alto. Ma violenza e conflitto sono tutt’altro che scomparsi dal quotidiano ─ dalla resistenza palestinese alle lotte sociali qui da noi. Il conflitto è ancora l’unico strumento per ottenere un cambiamento reale e diritti per tuttə?

Ne parliamo con:

  • Viola Carofalo — Docente di filosofia e militante di Potere al popolo!
  • Gabriele Proglio — Professore Associato di Storia Contemporanea
  • Elisa Cuter — Ricercatrice e critica cinematrografica

VENERDI’ 10 MAGGIO, h 21:00

Una ragazza parte per le vacanze, scende dal bus in anticipo e scompare. Seguiamo le sue tracce attraverso tre monologhi che mettono in discussione i ruoli e la violenza di genere. Tre prospettive su un unico evento capaci di liberare una forza trasformatrice.

A cura di Las Berthas (@tag), collettivo che dal 2012 lavora in Argentina con il teatro e la danza. Dal 2022, si trasferiscono in Italia e Spagna. Il nome deriva da Barbie, la bambola che tutte conosciamo e che ci ha condizionate sin dall’infanzia. Passare dalla Barbie alla falsa Barbie, Bertha, è il frutto di un processo di (ri)appropriazione del proprio corpo, capace ora di manifestare tutte le sue potenzialità creative.

SABATO 11 MAGGIO, h 11:30

Oggi Lourdes evoca apparizioni mariane, guarigioni miracolose e un fiorente supermarket del sacro. È difficile immaginare sia esistita una seconda città la cui veggente è stata dimenticata perché troppo indecorosa rispetto all’obbediente Bernadette. In questo libro Mariano Tomatis recupera la figura di Joséphine Albario per indagare –attraverso le visioni di una perdente– “l’altra Lourdes”, creando un effetto domino che ci riporta nel presente: lotte di resistenza, femminismo, sex work. Una reazione esplosiva, che ci ricorda l’importanza di riconquistare la nostra storia.

Ne parliamo con l’autore, Mariano Tomatis ─ Scrittore e illusionista

SABATO 11 MAGGIO, h 15:00

Dalla pandemia alla guerra in Ucraina, fino al genocidio in Palestina, l’informazione ha lasciato il campo alla propaganda. I media, detenuti da pochi industriali e formati da tanti giornalisti precari, possono nascondere o distorcere le notizie. Sempre più persone si rivolgono a fonti di informazione alternative, che a loro volta presentano problemi di credibilità o di capacità diffusiva. Ma allora in che modo possiamo stare dentro l’informazione? E come facciamo a costruire alternative?

Ne parliamo con:

  • Giuliano Granato, portavoce di Potere al Popolo!
  • Maurizio Pagliassotti, scrittore e giornalista
  • Aurora De Toffoli, caporedattrice, e Angela Perego, redattrice di attualità, di Scomodo

SABATO 11 MAGGIO, h 18:00

Di intelligenza artificiale ne parlano tutti: per i suoi fautori è la soluzione a tutti i mali del nostro tempo, per i detrattori minaccia alla nostra sopravvivenza. Ma questa AI è davvero intelligente? È capace di inventare soluzioni a vantaggio della collettività oppure rafforza dinamiche di potere? È possibile un suo buon uso? Dobbiamo trovare un modo di governarla oppure dobbiamo opporci alla sua diffusione, e come?

Ne parliamo con:

  • Filippo Fabrocini — Docente universitario ed esperto di AI
  • Marco Guastavigna — Insegnante in pensione e formatore sui dispositivi digitali
  • Francesco D’Isa — Filosofo e artista digitale

SABATO 11 MAGGIO, h 20:30

Millenium Van, un’associazione musicale europea itinerante. La loro musica all’evento incarna la sinergia tra creatività e comunità, contribuendo a creare un futuro più vibrante per il nostro quartiere.

DOMENICA 12 MAGGIO, h 11:30

Scoprire chi siamo è difficile da adulti, figuriamoci quando si è bimbǝ! Cosa succede poi quando temiamo di essere… nei panni di un altro?!
Laboratorio con materiali di recupero e accompagnato da letture selezionate.

Età: 4-7
Durata: 2 ore
Prenotazione fortemente consigliata (scriveteci a cdpestella@gmail.com)

a cura di Associazione MAC e Libreria Libra

DOMENICA 12 MAGGIO, h 17:00

La discriminazione di genere, lo sfruttamento e il controllo sui corpi, di tutte le persone non maschie e non conformi, così come la sopraffazione esercitata sui territori espropriati, sono caratteristiche essenziali del razzismo, dell’imperialismo e dell’etnonazionalismo. A partire dalla consapevolezza che tutt* noi soffriamo forme di oppressione misogina nella società capitalista, ma che esse assumono forme diverse in base al contesto socioculturale, geografico e di classe, ci interroghiamo su come decostruire le prospettive attraverso il quale approcciarsi alla lotta femminista e alle varie forme che l’oppressione di genere assume nel mondo. Cercando di analizzare criticamente alcuni atteggiamenti in cui è facile incorrere, anche per il femminismo di stampo occidentale, proveremo a mettere in luce le connotazioni politiche sottese alle differenti pratiche che si contrappongono a forme di oppressione patriarcale, come quella dei movimenti delle donne palestinesi, queer, soggettività non-cis e non conformi che da decenni si oppongono anche al colonialismo di insediamento israeliano.

Ne parliamo con:

  • Progetto Palestina
  • Sara Marzullo
  • Mai Più Zitt3
  • Cecilia Dalla Negra

DOMENICA 12 MAGGIO, h 19:00

Jam organizzata da Millennium Van. Millenium Van, un’associazione musicale europea itinerante. La loro musica all’evento incarna la sinergia tra creatività e comunità, contribuendo a creare un futuro più vibrante per il nostro quartiere

Related posts
NewsRegioniTerritoriToscana

[SIENA] NUOVO SPAZIO PER POTERE AL POPOLO!

NewsPiemonteRegioniTerritori

[TORINO] DALLA PROPAGANDA ALLA REPRESSIONE VIOLENTA, OVVERO: IL GIOCO INIZIA A ROMPERSI?

Elezioni 2024NewsPiemonteRegioniTerritori

[TORINO] RIVENDICHIAMO IL DIRITTO DI PRESENTARE ALLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI PIEMONTE POPOLARE, UNA VOCE ALTERNATIVA E DI ROTTURA!

NewsPiemonteRegioniTerritori

[TORINO] FUORI “TEEN STAR” DALLA SCUOLA PUBBLICA E LAICA – CONTRO L’INGERENZA CATTOLICA NEI CORSI DI EDUCAZIONE SESSUALE E AFFETTIVA DELL’ISTITUTO NIGRA

Lascia un commento