#ALMENO10 CAMPAGNA PER IL SALARIO MINIMO

NewsPiemonteRegioniTerritori

[Torino] NO ALLO SMANTELLAMENTO DELL’INPS!

presidio inps torino

Mercoledì 9 marzo abbiamo partecipato al presidio indetto da USB presso la sede centrale dell’INPS di Torino (via XX settembre 34), mercoledì 2 marzo dalle 9.30.

I lavoratori stanno protestando contro lo smembramento della sede provinciale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, i cui uffici si vorrebbero distribuire in altri 4 stabili, con evidenti disservizi per gli utenti e i lavoratori (qui il comunicato del sindacato).

La storia della (mala)gestione dello stabile di via XX settembre è emblematica dei processi di privatizzazione e aziendalizzazione del welfare portati avanti negli ultimi decenni, che hanno da un lato sottratto risorse al settore pubblico a ogni livello, dall’altro lo hanno progressivamente ristrutturato sulla base di criteri di azienda e di mercato, e non certo in termini di utilità sociale.

Oltre alle conseguenze per le lavoratrici e i lavoratori INPS, con i quali siamo ovviamente solidali, sono da segnalare le ripercussioni pesanti che questa “riorganizzazione” logistica, con smantellamento di fatto della sede centrale INPS, avrebbe sulla cittadinanza per quanto riguarda la qualità delle prestazioni del welfare, già da anni, anche a livello cittadino, esposto a processi di privatizzazione che hanno visto le fondazioni bancarie private subentrare progressivamente (in primis Compagnia San Paolo).

Torino si sta trasformando sotto i nostri occhi in questi anni, con le giunte guidate dal centro-sinistra e dai 5 Stelle, in una città privata, a misura di fondazione bancaria, fondo di investimento, grande proprietà immobiliare. E’ una trasformazione che la “nuova” giunta Lo Russo, lontana come sapevamo dal rappresentare un qualunque “meno” peggio, sta abbracciando dai suoi primissimi passi (grandi eventi, housing sociale, Tav, speculazione immobiliare).

Non ci sorprende registrare il silenzio della giunta, compresa la sua componente di “sinistra”, sulla questione dei servizi INPS ai cittadini torinesi: sappiamo che una nuova stagione di ripresa del welfare è possibile solo invertendo radicalmente le priorità sociali e costruire una città pubblica e per la collettività. Non sarà sicuramente il PD a farlo ma serve costruire mobilitazione e conflitto dei lavoratori e dei cittadini su questi temi.

No allo smantellamento dei servizi INPS!
No allo spezzatino dei lavoratori e delle lavoratrici INPS!

Related posts
NewsPiemonteRegioniTerritori

[Torino] TUTELANO I PROFITTI E ATTACCANO I DIRITTI: IREN E LO RUSSO CONTINUANO A STRINGERE TORINO NELLA MORSA DEL CARO-BOLLETTE

LazioNewsRegioniTerritori

[Roma] SOLO CON IL CONFLITTO SI CONQUISTANO I DIRITTI: CONTRACCEZIONE GRATUITA PER LE GIOVANI DONNE NEL LAZIO

NewsPiemonteRegioniTerritori

[Torino] L'ANAGRAFE DI TORINO E' UNA VERGONA: BASTA ESTERNALIZZAZIONI E TEMPI INFINITI!

NewsPiemonteRegioniTerritori

[Torino] NESSUNA BANDIERA NAZISTA A TORINO! E' COSI' CHE IL CENTROSINISTRA VUOLE "FERMARE LE DESTRE"?

Lascia un commento

X