28 MAGGIO - VII ASSEMBLEA NAZIONALE

NewsRegioniTerritoriToscana

Per un 25 aprile antimilitarista e antifascista a Pisa: due tappe in città

25 APRILE 2022 . RESISTIAMO ALLA GUERRA E ALLE POLITICHE MILITARISTE DEL GOVERNO DRAGHI
LIBERIAMOCI DI CAMP DARBY – NO ALLA BASE MILITARE A COLTANO!

La ricorrenza della liberazione dal nazifascismo cade in un momento drammatico della storia dell’umanità. L’aggressione russa all’Ucraina sta creando le condizioni di un possibile conflitto mondiale ben più devastante dei precedenti. Nei centri studio dove si producono strategie belliche gli scienziati della guerra lavorano su scenari post nucleari compatibili con la sopravvivenza di una parte della popolazione mondiale. I ricchi sopravviveranno, insieme ad una parte di popolazione da poter continuare a sfruttare.

Uno scenario allucinante, che rientra a pieno nelle logiche degli attuali governi occidentali, tra i quali annoveriamo quello russo. Tutti sono disposti ad arrivare alla “resa dei conti” pur di non perdere aree geografiche e spazi di mercato. Il capitalismo ha sempre funzionato così, e se non riusciremo a disarcionarlo dal potere politico rischia di affondare l’umanità dentro l’abisso termonucleare.

Nelle mobilitazioni di queste settimane abbiamo espresso con chiarezza la nostra posizione contro l’avventurismo militare russo, guidato da un governo di capitalisti (chiamati oligarchi per salvare i loro compari occidentali) affermatosi rapinando le ricchezze prodotte dall’Unione Sovietica. Chiediamo con forza cessate il fuoco e trattative per fermare il bagno di sangue.

Allo stesso tempo stiamo combattendo l’ossessiva campagna mediatica occidentale che vuole addossare ogni responsabilità alla Russia. La guerra in Ucraina è iniziata nel 2014 attraverso un golpe della NATO che defenestrò un governo legittimo, determinando un feroce scontro intestino. Venne vietata la lingua russa per milioni di russofoni, il Partito Comunista Ucraino venne messo fuori legge, centinaia di dirigenti comunisti, socialisti e sindacalisti furono e continuano ad essere assassinati, torturati, imprigionati. I nazisti vennero immediatamente inseriti nell’esercito ucraino con battaglioni di avanguardia (Azov ma non solo) che ora combattono a Mariupol usando la popolazione come scudo umano. Come prima della seconda guerra mondiale, i padroni non si fanno scrupoli ad usare i nazisti per ottenere i loro obiettivi.
Questa e la “democrazia” che ogni giorno i governanti ci chiedono di difendere in Ucraina.

Le condizioni della aggressione militare russa, che condanniamo con forza, sono state quindi determinate dalle politiche imperialistiche degli USA, della UE e della NATO, i quali fomentano la guerra con l’invio di armi e mercenari. In questo scontro il popolo ucraino è solo carne da macello.

I nemici principali dei popoli europei, a partire da quello ucraino, sono la NATO, gli USA e l’Unione Europea, che vede in Italia uno dei suoi massimi esponenti, insediato a palazzo Chigi senza essere votato da nessuno. Mario Draghi non governa a nome e per conto del popolo italiano, ma per le banche e le multinazionali europee, a partire da quelle che producono armi e vaccini. I soldi del PNRR li investe per basi militari come quella che vorrebbero costruire a Coltano invece che per sanità, salari e servizi sociali.

Contro la guerra e il governo Draghi che la fomenta, per lo scioglimento della NATO, la chiusura della base USA di camp Darby e il NO alla costruzione di una base a Coltano.

IL NOSTRO 25 APRILE È CONTRO QUESTI NEMICI DELLA PACE, CONTRO I QUALI

Chiamiamo a tutti i singoli e le forze politiche, sindacali, studentesche antifasciste di unirsi a noi nella giornata di lunedì 25 aprile 2022: h. 10 in via Teresa Mattei (precedentemente dedicata al fascista D’Achiardi), ore 11 presidio in piazza dei miracoli . Al termine del presidio brindisi antifascista e antimilitarista.

Potere al Popolo! Pisa, Cambiare Rotta – Organizzazione Giovanile Comunista, Circolo agorà Pisa, Rete dei Comunisti.

Lascia un commento

X