Stay Social

Seguici su:

Potere e arte al popolo: la nostra solidarietà al Venezuela

Ieri l’Italia ha ricevuto una visita, che nei giornali mainstream non
verrà affatto menzionata, ma che per noi è importantissima.
Ernesto Villegas è il ministro della cultura venezuelano, o meglio, il
ministro del Potere Popolare per la Cultura. Lo abbiamo incontrato a
Venezia all’inaugurazione del padiglione del Venezuela alla Biennale.
Bene, chi segue di più le questioni artistiche saprà che la Biennale
aveva già aperto qualche giorno fa, e sui giornali italiani girava la
notizia che il padiglione Venezuelano stava lì, ancora smontato,
presentandolo come un simbolo di un Venezuela distrutto e allo sbando.
Quello che i giornali non dicevano è il PERCHÈ il padiglione fosse
ancora incompleto, e la risposta, che chi ha letto un po’ di notizie
ultimamente poteva facilmente intuire era: le banche italiane non
facevano arrivare i soldi.
L’embargo economico sta duramente colpendo il popolo Venezuelano che
continua ostinatamente a resistere. In un atto di vigliaccheria estrema,
Stati Uniti e Unione Europa hanno voluto estendere il loro attacco per
impedire la partecipazione a un evento artistico internazionale, al fine
di umiliare un popolo colpevole di resistere all’imperialismo e
isolarlo dagli altri.
La bella giornata di ieri ci dice che hanno fallito un’altra volta, e
il Venezuela ha vinto un’altra volta: per i prossimi sei mesi sarà
possibile visitare il padiglione e le opere di quattro grandi artisti
che ci parlano di cultura, identità e lotta.
Agli artisti, ai curatori e a tutti i lavoratori, venezuelani e
italiani, che si sono impegnati per fare sì che questo accadesse va
tutto il nostro riconoscimento.

Ah, Ernesto ha chiesto a tutti i compagni e le compagne che erano lì se
potevano fare un saluto: ecco le nostre -emozionatissime- parole.

 

Biennale di Venezia: intervento di Potere al Popolo!

Biennale di Venezia: arte libera contro il golpe in VenezuelaIeri l’Italia ha ricevuto una visita, che nei giornali mainstream non verrà affatto menzionata, ma che per noi è importantissima. Ernesto Villegas è il ministro della cultura venezuelano, o meglio, il ministro del Potere Popolare per la Cultura. Lo abbiamo incontrato a Venezia all’inaugurazione del padiglione del Venezuela alla Biennale.Chi segue di più le questioni artistiche saprà che la Biennale aveva già aperto qualche giorno fa, e sui giornali italiani girava la notizia che il padiglione Venezuelano stava lì, ancora smontato, presentato come un simbolo di un Venezuela distrutto e allo sbando.Quello che i giornali non dicevano è il PERCHÈ il padiglione fosse ancora incompleto, e la risposta, che chi ha letto un po’ di notizie ultimamente poteva facilmente intuire era: le banche italiane non facevano arrivare i soldi.L’embargo economico sta duramente colpendo il popolo Venezuelano. In un atto di vigliaccheria estrema, Stati Uniti e Unione Europa hanno voluto estendere il loro attacco per impedire la partecipazione a un evento artistico internazionale, al fine di umiliare un popolo colpevole di resistere all’imperialismo e isolarlo dagli altri.La bella giornata di ieri ci dice che hanno fallito un’altra volta: per i prossimi sei mesi sarà possibile visitare il padiglione e le opere di quattro grandi artisti che ci parlano di cultura, identità e lotta.Agli artisti, ai curatori e a tutti i lavoratori, venezuelani e italiani, che si sono impegnati per fare sì che questo accadesse va il nostro riconoscimento.Ah, Ernesto ha chiesto a tutti i compagni e le compagne che erano lì sepotevano fare un saluto: ecco le nostre -emozionatissime- parole!

Gepostet von Potere al Popolo am Montag, 20. Mai 2019

SEGUICI SU FACEBOOK
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X