News

MES: IL GOVERNO MELONI CRITICA L’AUSTERITÀ IN EUROPA, MA LA PRATICA IN ITALIA

meloni mes

Giorgia Meloni era pochi giorni fa a Bruxelles per un importante Consiglio europeo, in cui si sono affrontati tra gli altri temi anche questioni economiche. In Parlamento nei giorni scorsi la Presidente del Consiglio, a proposito di politica europea, ha ribadito che rimanderà ulteriormente la ratifica dell’accordo sulla riforma del Mes (il Meccanismo europeo di stabilità, noto come fondo salva-Stati).

Che cos’è il MES?

Il MES è un meccanismo finanziario dell’Unione Europea, gestito come un fondo privato mentre maneggia solo soldi pubblici. È erede del sistema di “aiuti” con cui la Troika ha distrutto la Grecia. Il principio di fondo che ispirava i famigerati Memorandum della Troika imposti ad Atene era: prestiti in cambio di privatizzazioni, tagli ai diritti sociali a pensioni e salari, austerità.
Il MES adotta come principi guida i parametri fondamentali del fiscal compact ( Il trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell’Unione economica e monetaria) che fissa come paletti quelli di un deficit annuale inferiore al 3% e di un debito pubblico inferiore al 60% del PIL.

Il Mes è stato di recente in parte riformato e ratificarlo non vuol dire per forza ricorrervi ma Giorgia Meloni lo sta usando come elemento negoziale sul Patto di Stabilità per dimostrare di essere ancora colei che si batte contro il feticcio dell’austerity europea.

E per quanto riguarda l’inflazione?

Ormai è chiaro a tutti come le azioni messe in campo dalla Bce contro l’inflazione siano un rimedio che rischia di essere peggiore del male e che la spirale inflazionistica non possa più essere contenuta solo usando come strumento la politica monetaria delle banche centrali. Il governo Meloni ha criticato l’aumento dei tassi ma nei fatti non sta facendo nulla per combattere realmente le cause del fenomeno, a detta di tutti ormai determinato più dall’aumento dei profitti che dei salari.

Tassazione degli extraprofitti, tetto agli affitti e al prezzo del gas, protezione dei salari con l’introduzione di un salario minimo legale, sono tutte cose che il Governo Meloni si è guardato bene di fare (mentre in Spagna l’inflazione è sotto il 2%).

Di fatto Il governo critica l’austerità in Europa ma la pratica in Italia, con politiche che colpiscono il lavoro e i più poveri, rifiutandosi di adottare misure improntate alla giustizia sociale, come il salario minimo e cancellando ogni forma di sostegno come il reddito di cittadinanza. Davanti alle paure e al bisogno di protezione che le classi lavoratrici hanno in questo complesso momento, la destra si fa sentire sul piano dei proclami mentre adotta misure frammentate e riserva trattamenti di favore ai gruppi sociali più ricchi.

Dall’altra parte non esiste una forza parlamentare in grado di mettere in luce questi giochini propagandistici e di porsi come baluardo di difesa nei confronti delle classi più fragili. Anzi l’opposizione di centrosinistra non dice nulla né contro il Mes né contro il rialzo dei tassi di interesse.

Vuoi opporti a tutto questo? Aderisci a Potere al Popolo, l’unica forza che si batte autenticamente per la giustizia sociale nel nostro Paese.

Related posts
News

1 GIUGNO: TUTT3 A ROMA CONTRO IL GOVERNO MELONI!

NewsPrincipale

CONTRO IL GOVERNO MELONI, REAZIONARIO, PADRONALE E GUERRAFONDAIO PER UNA VERA ALTERNATIVA IL PRIMO GIUGNO MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA – h. 14 PIAZZA VITTORIO

CalabriaNewsRegioniTerritori

[CALABRIA] MANIFESTAZIONE "NO PONTE" IL 18 MAGGIO

News

[ROMA] CONTESTATA LA VON DER LEYEN A ROMA: LA VOSTRA UNIONE EUROPEA È COMPLICE DEL GENOCIDIO!

Lascia un commento