Emilia Romagna

viviamo un anno e mezzo in meno


🏭Le emissioni di gas climalteranti rappresentano la maggiore minaccia che la salute umana deve affrontare nel XXI secolo. E il fenomeno non accenna a diminuire. Anzi, secondo il nuovo rapporto dell’Organizzazione Mondiale Meteorologica delle Nazioni Unite, la concentrazione di Co2-equivalenti in atmosfera aumenta di anno in anno. Nel 2018 toccata la quota record di 407,8 parti per milione.

🌆Ma la salute è messa a repentaglio da altri fattori critici. Su tutti l’inquinamento atmosferico e in Europa, secondo l’UniversitĂ  di Chicago, due zone si contendono la maglia nera: la Polonia centrale e la Pianura Padana. Qui, le persone lasciano sul piatto un anno e mezzo della loro aspettativa di vita.

🏗Per tutta risposta, la giunta dell’Emilia Romagna ha messo in atto una strategia davvero lungimirante, cioè aspettare che piova e tiri vento, sperando che non ci accorgiamo degli effetti dell’inquinamento sulla nostra salute. Al limite del criminale. Potere al Popolo ha un’idea opposta: mettere il modello di sviluppo al servizio del benessere e non del profitto delle imprese. La scelta, in fondo, è semplice: manutenzione del territorio contro grandi opere inutili e dannose.

Related posts
Comunicati StampaPugliaRegioniTavolo Ambiente, territorio, modello di sviluppoTerritori

[BARI] Dubbi sulla centrale biogas a Terlizzi

NewsTavoli tematiciTavolo Ambiente, territorio, modello di sviluppo

SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA! IL 19 MARZO SAREMO DALLA PARTE DEI FRIDAYS

Estero

Quei rifiuti pericolosi esportati tra Italia e Tunisia sono un crimine!

Estero

Conflitti nella sanitĂ  in Europa

Lascia un commento

X