CampaniaNewsRegioniTerritori

Report assemblea Potere al Popolo – Napoli (area metropolitana)

Giovedì 1 ottobre si è svolta all’Ex Opg l’assemblea degli aderenti di Potere al Popolo della provincia di Napoli.

La discussione è durata circa due ore e mezza, ed è stata estremamente partecipata e ricca: 25 gli interventi, circa 80 i partecipanti provenienti dai quartieri napoletani più diversi (zona collinare, Napoli est, area nord di Napoli, centro storico, Materdei, Sanità, Soccavo e Pianura) e rappresentativi di alcuni nodi della provincia (Portici, Ercolano, Volla, Afragola, Marano, Mugnano, Giugliano).

LE PASSATE ELEZIONI REGIONALI

La prima parte del dibattito è stata dedicata alla valutazione dell’ultima tornata elettorale regionale, con un focus particolare sul risultato cittadino. 

Il 2,7% dei consensi ottenuto su Napoli, giudicato complessivamente positivo, ha dimostrato quanto sia centrale il radicamento territoriale per una forza politica ancora giovane e di piccole dimensioni, autonoma e autofinanziata, che non può beneficiare di una sovraesposizione mediatica o di una rappresentanza nazionale. 

Potere al Popolo raccoglie consensi, anche rilevanti sul piano elettorale, nei territori in cui è presente ed è conosciuto direttamente, nei quartieri in cui si aprono le Case del Popolo o lavorano da tempo piccoli gruppi organizzati. La sfida da raccogliere, in questo senso, è la presenza, ovunque sia possibile, di nostre liste elettorali alle prossime elezioni municipali e amministrative.

Inoltre – questo elemento non è secondario –  la campagna elettorale ha permesso di riattivare forze dormienti e aggregarne di nuove, dando nuovo slancio alla costruzione del progetto in città.

COSTRUIRE POTERE AL POPOLO A NAPOLI

A partire da questi dati –  connessione tra conoscenza diretta/sviluppo di consensi e nuove forze aggregate – l’assemblea ha individuato come prioritario un investimento nel lavoro territoriale. È il momento di strutturare la presenza di Potere al Popolo in città attivando gruppi, sui singoli quartieri o municipalità dove possibile, che trovano sinergia e coordinamento nell’assemblea cittadina, anche grazie ad alcune figure che fungano da facilitatori.

Per la città di Napoli i nodi territoriali già attivi sono:

  • Vomero/Arenella, che sta seguendo la riapertura della biblioteca Benedetto Croce insieme agli studenti autorganizzati campani, oltre che la questione del Parco agricolo del gasometro e della villa Floridiana;
  • Area Flegrea, in cui da questa settimana partiranno le iniziative della nuova Casa del Popolo di Soccavo;
  • Napoli est;

Quelli in procinto di partire invece:

  • Centro Storico
  • Materdei/Sanità
  • Area Nord

È necessario potenziare il gruppo comunicazione e l’ufficio stampa, intensificare l’attività di propaganda, le attività sociali e politiche, concentrandosi per esempio sul lavoro di sportelli che consentono di rispettare al meglio le misure anticontagio di questi mesi o sul supporto alle vertenze territoriali o cittadine rilevanti (come accaduto per Whirlpool o Napoli Sotterranea). 

Speriamo di avviare, appena possibile, un coordinamento serrato tra le diverse sedi e Case del Popolo, valutando quali strumenti possono esserci più utili (chat, mailing list, etc.).

ALLARGARE LA NOSTRA RETE

Inaugurare nuove sedi, incrementare o mettere in moto il progetto nei quartieri popolari e nelle periferie, significa anche ampliare la nostra rete di contatti, conoscenze, competenze. 

Potere al Popolo deve aprirsi alle forze vive e sane di cui Napoli e la provincia sono piene, e che spesso non emergono. Si tratta di comunità di base, molto spesso popolari e autorganizzate dalla popolazione, circuiti dell’associazionismo e del mutualismo conflittuale virtuosi: da questo confronto e da questa collaborazione non possiamo e non dobbiamo sottrarci. Vogliamo ricercare punti di contatto con questi segmenti sociali a partire da pratiche condivise e dai terreni di battaglia comuni. 

Discorso analogo vale per le forze politiche. Non ci appartiene un rifiuto aprioristico e ideologico delle alleanze, ma crediamo che la ricerca di una convergenza non possa che muovere da contenuti politici e orizzonti programmatici condivisi.

Ci impegniamo sin da subito a dar seguito a questo, individuando le forme più opportune nelle prossime settimane: incontri tematici aperti e momenti di formazione interna sulle questioni più calde della nostra attualità politica (enti locali e ricatto del debito, trasporto pubblico, lavoro, smaltimento dei rifiuti e tutela ambientale, questioni scolastiche, e via discorrendo).

RADICARSI NELLA PROVINCIA

La comunità di Potere al Popolo ha compiuto un enorme passo in avanti negli ultimi mesi. La campagna elettorale, alcune iniziative politiche, la rete di solidarietà costruita durante il lockdown con la consegna di beni di prima necessità alla popolazione più povera, hanno consentito di far nascere nuovi nodi e di rafforzare quelli già esistenti nella provincia di Napoli.
Queste esperienze sono un valore aggiunto per tutti, un tassello centrale per recuperare terreno in tutto il corpo della società.

Mettere piede e far germogliare una proposta alternativa – culturale, sociale e politica insieme – nelle periferie e nelle province abbandonate dalle istituzioni da decenni e in cui la destra, da quella più estrema a quella più nazionalpopolare, ha soffiato sul fuoco di povertà e insofferenza, è imprescindibile per chiunque voglia davvero cambiare le cose in questo paese.

È soprattutto nei quartieri dormitorio, tra le colate di cemento, costretti a spostarsi ogni giorno per chilometri in mezzi fatiscenti pur di svolgere le normali attività di lavoro, scuola, sanità, che vivono i nostri. È la loro fiducia che dobbiamo riconquistare, senza lasciarla alla barbarie o alla depressione.

L’assemblea metropolitana è a disposizione per rafforzare e ravvivare l’ottimo lavoro che i tanti attivisti –alcuni giovanissimi! – della provincia hanno avviato e che proseguirà nei prossimi mesi.


LE PROPOSTE E LE PROSSIME TAPPE IN SINTESI

  • La prossima assemblea di Potere al Popolo Napoli (area metropolitana) è fissata per il prossimo 15 ottobre alle 18. Si terrà con cadenza bisettimanale, con un ordine del giorno condiviso e una verbalizzazione a disposizione dei partecipanti;
  • Già nella prossima assemblea metropolitana discuteremo sulla creazione di un coordinamento cittadino con compiti strettamente esecutivi;
  • Da subito ognuno sarà impegnato nell’avviare i gruppi di quartiere/municipalità e nel proseguire la campagna nazionale di adesioni;
  • Il 10 ottobre parteciperemo all’assemblea regionale pubblica di Potere al Popolo, che vedrà l’afflusso di tutti i nodi regionali e una giornata di adesioni pubblica a cui tutti sono invitati! L’appuntamento è per le 10.30 all’Ex Opg.
Related posts
CampaniaNewsPrincipaleRegioniTerritori

Ero in piazza a Napoli e vi racconto cosa ho visto

CampaniaNewsRegioniTerritori

[CAMPANIA] UNA GIORNATA DI LOTTA PER SANITA' E SCUOLA!

LazioNewsRegioniTerritori

[ROMA] PD E 5 STELLE CONTRO LA PUBBLICIZZAZIONE DELL'INCLUSIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI DISABILI!

NewsPiemonteRegioniTerritori

IL PASSO INDIETRO DI APPENDINO, LE MANOVRE DEL SISTEMA TORINO, L'ALTERNATIVA DA COSTRUIRE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X