Stay Social

Seguici su:

Programma “Benessere per San Giorgio Bigarello” – Potere al Popolo

Introduzione

I Comuni sono il livello di amministrazione più vicino ai cittadini ed è da lì che si deve partire per cambiare davvero la situazione. Diciamo basta agli amministratori locali che invece di reagire e combattere a fianco dei cittadini contro la riduzione di diritti e servizi hanno impersonato il ruolo di esecutori di scelte scellerate prese altrove, a Roma o Bruxelles, come veri e propri “governanti del declino”.
Vogliamo che San Giorgio Bigarello diventi un esempio di buon governo, un paese che sappia valorizzare al massimo le proprie potenzialità, un Comune che torni ad essere protagonista del proprio territorio invece di subire le decisioni del capoluogo. Per cambiare davvero le cose e per migliorare le nostre vite serve avere piena consapevolezza di tutto questo, serve dire la verità ai propri cittadini, è necessario mettere in discussione lo stato di cose presenti.
La lista Benessere per San Giorgio Bigarello – Potere al Popolo nasce proprio con questo obiettivo. La manutenzione delle strade, la cura degli spazi verdi, l’edilizia scolastica, una nuova ciclabile, sono tutte cose importanti, ma rappresentano il minimo di una qualsiasi amministrazione, un minimo che viene sempre più spacciato come grande risultato per la mancanza di volontà di fare scelte coraggiose.
Abbiamo un grande sogno: rendere San Giorgio Bigarello un Comune dove sia bello vivere, dove ognuno/a possa sentirsi parte di una comunità, dove l’amministrazione non sia percepita come un’entità lontana dai cittadini, ma come un soggetto attivo capace di rispondere ai bisogni di singoli e famiglie.

Ambiente

NO INCENERITORE!
L’attuale amministrazione di San Giorgio Bigarello non ha impedito la realizzazione del nuovo inceneritore nell’ex Cartiera Burgo nonostante gli accertati rischi per l’ambiente e la salute dei cittadini, confermati dagli ultimi documenti sanitari prodotti. Vogliamo che San Giorgio Bigarello diventi invece l’ente che più di tutti si batta per impedire la realizzazione di nuove fonti di inquinamento nella nostra zona e che si attivi per un controllo ferreo su quelle già attive. Vogliamo lavoro E salute!

2X10.000 – PIAN(t)O ALBERI!
Gli alberi sono i nostri migliori alleati per un’aria più respirabile, contro le isole di calore e per riparare meglio le nostre case. Per questo vogliamo lanciare il piano 2×10.000, cioè piantare due alberi per ogni cittadino di San Giorgio Bigarello nei prossimi 5 anni attraverso un intervento nelle aree verdi pubbliche e un incentivo per chi volesse farlo in aree private /giardini, aree verdi, etc. Accanto agli alberi si potrebbero piantare anche piante orticole a disposizione e curate dai cittadini, per una creazione di orti condivisi con la cittadinanza, secondo l’esempio di altre città in Nord Europa.

Bio a San Giorgio Bigarello
Oggi l’agricoltura intensiva è causa di grandi stress per il territorio anche dal punto di vista ambientale. La vera innovazione è l’adozione di un approccio agroecologico, per migliorare la fertilità dei suoli, diversificare le produzioni, aumentare la capacità di sequestro di carbonio, garantire raccolti adeguati e affrontare il controllo dei parassiti e delle erbe seguendo e monitorando le dinamiche naturali. L’amministrazione comunale deve impegnarsi per favorire la conversione ad agricolture
naturali riducendo il carico fiscale di chi sperimenta e applica metodi di agricoltura ecologica ed innovativa. Si metteranno a disposizione consulenze agronomiche per favorire la conversione.

Zero Glifosato a San Giorgio Bigarello
Il glifosato è riconosciuto come una delle principali concause di malattie genetiche dell’uomo. Ci impegneremo affinché l’uso di tale sostanza venga vietato su tutto il territorio comunale. Garantiremo l’integrazione dei CAM (Criteri Ambientali Minimi) nei bandi di gara relativi agli interventi di contenimento delle infestanti, prevedendo quali criteri premianti l’esclusivo impiego di sistemi diserbanti a shock termico (pirodiserbo o diserbo a vapore). Stop al consumo di suolo
Una delle operazioni più impattanti a livello ambientale e urbanistico consiste nell’uso smodato di suolo che viene utilizzato per costruire parcheggi, aree commerciali o case. San Giorgio Bigarello deve avere l’obiettivo di non consumare suolo, ma di riconvertire, riusare, ristrutturare le costruzioni e le infrastrutture esistenti per renderle nuovamente disponibili, anche in forme nuove. Il terreno respira e i sangiorgesi anche.

Recupero acqua piovana
In tempi in cui il riscaldamento globale rende preziosa l’acqua, lo spreco di acqua piovana, che sarebbe riutilizzabile in molti settori della vita quotidiana, è qualcosa da eliminare. Partendo dagli edifici pubblici introdurremo sistemi di recupero e accumulo dell’acqua piovana e combatteremo gli sprechi anche nelle irrigazioni pubbliche. Per quanto riguarda l’edilizia privata favoriremo l’informazione e la conoscenza di queste tecniche per far sì che si diffondano il più possibile.

Un comune a palstica zero!
Adozione del piano “Plastic Free” per l’eliminazione dell’utilizzo della plastica monouso a partire dai luoghi pubblici di competenza comunale (uffici e scuole). Adozione di un piano condiviso per la riduzione condivisa dell’utilizzo della plastica nei luoghi privati (pubblici esercenti, feste, etc.)

PARTECIPAZIONE E FRAZIONI

Democrazia significa letteralmente “potere al popolo”. La partecipazione non può esaurirsi nel voto ogni 5 anni. Per questo motivo introdurremo nuovi strumenti di partecipazione (assemblee di frazione, consigli comunali aperti, il Consiglio delle Frazioni, il bilancio partecipato, etc) e di controllo popolare sulle attività del Comune.

Le frazioni al centro!
Primo atto della nuova amministrazione: istituzione del Consiglio delle Frazioni composto da 2 referenti di ogni località (Villanova De Bellis, Villanova Maiardina, Ghisiolo, Casette, Caselle, Bigarello, Fossamana, Stradella, Gazzo, Bazza, Mottella e Tripoli) con funzioni consultive, propositive e informative. Ogni abitante del Comune deve sentirsi al centro! Nelle frazioni dovranno essere previste almeno 2 assemblee pubbliche all’anno con la presenza della giunta.

Bilancio partecipato (per davvero!)
Il bilancio dei Comuni e la gestione dei soldi dei cittadini non possono essere patrimonio di pochi.
Proponiamo una commissione di audit del bilancio del Comune, esterna all’ENTE e composta dai cittadini, attraverso la quale informare e formare la cittadinanza sul bilancio del Comune, rendere il più possibile accessibili le informazioni sulle procedure di spesa e sulle reali risorse a disposizione; coinvolgere e attivare percorsi di partecipazione per le spese più rilevanti, portare istanze concrete e reali del territorio al centro dell’agenda amministrativa.

Trasparenza
Proponiamo l’istituzione di un comitato di controllo cittadino sulle convenzioni comunali con tutte le aziende che hanno in appalto servizi pubblici. Il Comune ha bisogno di tutti per fare bene il suo lavoro.

LAVORO

Il lavoro per noi rappresenta un aspetto fondamentale e l’amministrazione comunale non può rimanere in disparte. Ecco quindi che proponiamo sia misure di contrasto alla violazione dei diritti sui luoghi di lavoro, sia di supporto a chi lotta per i propri diritti e azioni concrete per chi è in cerca di lavoro. Infine, anche se i margini non sono enormi, crediamo che il Comune possa e debba creare direttamente nuovi posti di lavoro.

Stop lavoro nero e sfruttamento!
Il Comune stipulerà un accordo con la Direzione Territoriale del Lavoro e l’INPS per la collaborazione ispettiva, la condivisione di banche dati e il monitoraggio periodico delle irregolarità verificate. Il Comune revocherà le concessioni e le licenze di propria competenza a chi violerà i diritti dei lavoratori (contratti, versamenti contributivi e fiscali, norme di sicurezza e diritti dei lavoratori) e agirà affinché tutti gli altri Enti sovracomunali facciano lo stesso.

A fianco di chi lotta per i propri diritti
I lavoratori e le lavoratrici di San Giorgio Bigarello devono avere nell’Amministrazione un importante alleato. Per questo vogliamo istituire la Cassa di solidarietà e resistenza comunale, un fondo per sostenere il reddito di chi sciopera e per chi è impegnato in vertenze per veder riconosciuti i propri diritti.

Lavoro in Comune
Partendo dall’esperienza dell’Informagiovani, creare uno sportello in collaborazione con associazioni di categoria e sindacati dedicato a chi cerca lavoro e alle imprese sangiorgesi che cercano dipendenti. Crediamo che questo genere di attività non possa essere demandato a privati come le agenzie interinali o simili, ma vada svolto dall’ente pubblico.

INCLUSIONE SOCIALE

La partecipazione di tutti i cittadini può compiutamente attuarsi soltanto attraverso il coinvolgimento di tutte le componenti della comunità.

Disabilità
Con riferimento ai portatori di handicap, proponiamo:

● abbattimento delle barriere architettoniche ove ancora esistenti

● potenziamento dell’assistenza ad personam e del servizio di assistenza domiciliare

educativa per l’inclusione scolastica

Terza età
Con riferimento agli anziani proponiamo:
● rivisitazione dell’iniziativa facciamo filos (attualmente esistente): incontri
settimanali/bi settimanali, organizzati anche nelle singole frazioni, finalizzate a
momenti di socializzazione di anziani soli (trasporto a carico del Comune)

● trasporto “protetto”, organizzato in convenzione con le associazioni di volontariato del
territorio

TRASPORTI & MOBILITÀ

Il nostro è un comune a misura d’auto: la usiamo per andare al lavoro, ci serve per andare a fare la spesa, la accendiamo per raggiungere il centro di Mantova.

Però è anche un Comune dove si va molto a piedi: con il cane, per fare una passeggiata durante il weekend, a piedi o in bicicletta vanno i più giovani.
San Giorgio Bigarello è attraversato in tutta la sua lunghezza da una ex statale, la “legnaghese”, che è anche il nostro accesso principale alla città di Mantova.
Per rendere migliore la vita degli abitanti di San Giorgio Bigarello occorre innanzitutto alleggerire e rendere più sicuro il traffico su questa arteria.

Ciclometropolitana San Giorgio Bigarello-Mantova
Le piste ciclabili funzionano quando sono dirette e comode! Per questo ci batteremo per la realizzazione di una pista ciclabile che da Stradella, congiungendosi alla ciclabile per Gazzo e attraversando Mottella, arrivi fino a Mantova seguendo il tracciato della legnaghese collegando così il nostro comune e il centro di Mantova alla zona del Boma, alleggerendo e rendendo più sicuro il traffico sulla legnaghese.

(IM)mobilità (IN)sostenibile!
Il trasporto pubblico deve essere più efficiente: per prima cosa va ripensata la linea che al mattino porta gli studenti alle scuole di Mantova. Servono più autobus e un tracciato più veloce che non passi per Lunetta e vada direttamente in città. Inoltre vanno introdotti sistemi di incentivo all’utilizzo del mezzo pubblico al posto dell’auto per recarsi al lavoro e una calmierazione dell’abbonamento per le famiglie che ne hanno bisogno. Verrà prevista una fermata della linea 4 anche a Villanova De Bellis, in particolare per gli orari scolastici ed estivi, di modo da consentire anche agli abitanti di quella frazione di usufruire dei servizi comunali senza dover utilizzare l’auto.

Il futuro è ciclabile!
Il nostro comune deve estendere la propria rete ciclabile: un intervento necessario non solo per l’ambiente, ma anche per la sicurezza stradale, visto che sono i più giovani e gli anziani i primi utilizzatori del mezzo a due ruote per gli spostamenti tra i centri abitati. Per questo agiremo per il proseguimento della ciclabile Gazzo-Stradella fino alla zona dell’MD e per la costruzione della ciclabile Villanova de Bellis-Mottella.

Usiamo meno l’auto, condividiamo, spendiamo meno!
L’amministrazione può essere il soggetto ideale per promuovere il minor utilizzo dell’auto: per esempio incentivando il car pooling tra gli abitanti di San Giorgio Bigarello che percorrono lo stesso tragitto per andare al lavoro o a scuola, stipulando accordi con le imprese per incentivare (anche economicamente) l’utilizzo dei mezzi pubblici o la bicicletta per recarsi al lavoro. L’obiettivo è semplice: usare meno l’auto per risparmiare denaro e far bene a sé stessi e all’ambiente.

Vetture comunali elettriche e stazioni di ricarica
La mobilità sostenibile passa anche attraverso la sostituzione progressiva del parco automezzi del comune con soluzioni a basso impatto ambientale. Per rendere efficace questo tipo di sistema e invogliare i cittadini a fare lo stesso si propone di dotare il nostro territorio di stazioni di ricarica elettriche.

NUOVI SERVIZI

Un Comune moderno è un comune capace di rispondere alle nuove esigenze dei propri cittadini. Per farlo siamo disposti anche a mettere in discussione, come hanno fatto altri Comuni Italiani, le leggi che in questi anni hanno tagliato risorse, personale e possibilità, facendo ricadere sui cittadini e sui lavoratori la crisi del sistema economico. Questo è un punto fondamentale che ci differenzia rispetto a chi in questi anni per mancanza di coraggio, o peggio, per adesione ideologica, si è reso complice, senza opporsi, di questa situazione. Occorre un cambio di rotta radicale.

Re-internalizzazione di tutti i servizi pubblici ora esternalizzati
L’affidamento a privati (spesso finte cooperative) dei servizi pubblici comunali ha non solo peggiorato il servizio, ma aumentato i costi, ridotto i diritti dei lavoratori impiegati e la possibilità di controllo dell’Amministrazione sull’effettiva qualità dei servizi. Re-internalizzare i servizi pubblici comunali significa recuperare alcune caratteristiche del servizio gestito in economia come quella della crescita di professionalità del luogo ed un rapporto diretto con il cittadino.

Consultorio Giovani e donne
In collaborazione con gli enti preposti, vogliamo portare a San Giorgio Bigarello, almeno una volta a settimana (e itinerante per le frazioni), il Consultorio Giovani, un luogo dove i più giovani possano trovare tutte le informazioni, il supporto e l’ascolto necessario su tematiche fondamentali per la loro età.
Pensiamo che nel tempo i consultori siano stati svuotati della loro natura di presidi sociali in favore del solo aspetto sanitario. Riteniamo necessario ricucire il rapporto tra istituzioni, donne e operatori per potenziare l’aspetto della formazione e far tornare i consultori protagonisti nei luoghi di lavoro e nelle scuole, a partire dai temi della contraccezione e del contrasto alla violenza e agli stereotipi di genere. I consultori non devono essere solo luoghi in cui ottenere prestazioni mediche (in un contesto attuale in cui, tra l’altro, sono fruiti di fatto da chi non può permettersi assistenza ostetrico-ginecologica privata): devono occuparsi della salute delle donne relativamente a tutte le fasi della vita (non solo la maternità!) e, soprattutto, devono tornare luoghi di ascolto, condivisione, sostegno e organizzazione delle donne.

Nuovi servizi in Comune!
Un’amministrazione è realmente utile quando risponde ai nuovi bisogni dei singoli e delle famiglie. Per questo vogliamo introdurre nuove figure come il/la baby-sitter comunale, il/la badante comunale, tagesmutter, etc.

Una bottega comunale a km0!
Vogliamo creare una bottega comunale in collaborazione con le organizzazione dei produttori locali, dove le produzioni delle aziende della nostra provincia possano essere vendute tutta la settimana, creando così una filiera corta che garantisca prodotti di qualità e lavoro sul territorio. Una bottega all’avanguardia nell’offrire un servizio pubblico: consegne a domicilio per chi ha difficoltà a spostarsi da casa, un centro per un Gruppo di Acquisto Solidale comunale, finalizzato a rivitalizzare le frazioni rimaste senza attività commerciali.

DECENTRAMENTO UFFICI COMUNALI

L’amministrazione deve facilitare il rapporto tra i propri uffici e i cittadini, intervenendo in particolar modo per tutte/i coloro che hanno difficoltà negli spostamenti. Per questo vogliamo istituire un servizio di taxi-bus a chiamata per gli abitanti delle frazioni più distanti e non servite dai mezzi pubblici, un servizio che possa permettere il raggiungimento degli uffici comunali, delle poste e del mercato.

SCUOLA E GIOVANI

I più giovani devono avere spazi adeguati alle loro esigenze e allo stesso tempo crescere in un ambiente pubblico che li renda consapevoli e responsabili della vita di comunità. Inutile negarlo: anche qui servono scelte innovative e coraggiose, capaci di trovare nuove soluzioni a vecchi problemi. San Giorgio Bigarello può distinguersi anche in questo diventando un modello!

Una mensa sana in una scuola sana
Impegno concreto per la realizzazione in tempi rapidi di una mensa sufficientemente grande da poter essere utilizzata per le scuole elementari e medie. Elemento fondamentale per permettere l’introduzione del tempo pieno e/o della settimana corta (facoltative), così come richiesto da tantissime famiglie. Il servizio mensa utilizzerà quanto più possibile prodotti del territorio.

Nuove attività per i ragazze/i
San Giorgio Bigarello è un Comune con molti/e giovani. Per questo vogliamo prevedere degli spazi a loro dedicati, da affidare anche alla loro responsabilità: una sala nel centro culturale da adibire a ludoteca, un nuovo campetto da calcio a 5 in erba sintetica, la sistemazione e allestimento di alcune aree verdi utilizzate come punto di ritrovo abituale. Vogliamo promuovere la nascita di associazioni giovanili e una maggiore e più accessibile offerta di attività sportive.

Inclusione scolastica
Potenziamento dell’assistenza ad personam e del SADE (Assistenza domiciliare educativa), oggi ridotte ai minimi termini.

ACQUA, RIFIUTI ED ECONOMIA CIRCOLARE

Ci rendiamo conto che a seguito del referendum sull’acqua pubblica non c’è stata attuazione della volontà popolare e questo a causa spesso della immobilità delle amministrazioni locali. Ci impegniamo affinché la volontà popolare sia rispettata, come sancito dal risultato dei referendum. Crediamo che quel referendum fosse solo un primo passo. C’è molto da fare anche per i rifiuti e l’economia circolare.

Adesione del comune di San Giorgio Bigarello alla rete dei comuni Rifiuti Zero
Adesione del nostro Comune alla rete dei “Comuni rifiuti zero mettendo in pratica tutte le iniziative per ridurre al massimo il conferimento della frazione indifferenziata.

Controllo popolare sul ciclo dei rifiuti
Vogliamo istituire una commissione di controllo sulla gestione dei rifiuti, attualmente affidata a TEA (Mantova Ambiente). Una commissione composta da cittadini con il compito di segnalare eventuali mancanze, inadempienze e irregolarità rispetto al contratto di servizio attualmente in essere ed eventualmente proporrà l’applicazione delle penali previste. La commissione si occuperà anche della valutazione della trasparenza del servizio e di reperire e fornire informazioni circa la gestione del ciclo dei rifiuti. Essa si affiancherà all’amministrazione nella raccolta di lamentele, proposte e suggerimenti che verranno poste alla base del futuro contratto di servizio. Ci batteremo per la ripubblicizzazione completa della gestione con l’istituzione di una società consortile di diritto pubblico.

Ripubblicizzazione dell’acqua! (è dal 2011 che aspettiamo)
L’acqua è un bene comune necessario alla vita e per questo non può essere oggetto di speculazione e profitto. Con il referendum del 2011 i cittadini italiani hanno decretato che l’acqua e la sua gestione devono essere pubbliche, ma tale scelta è stata fino ad ora disattesa. Per questo daremo avvio in tutte le sedi opportune all’iter necessario alla completa ripubblicizzazione del servizio idrico integrato, con la trasformazione dell’attuale SPA in una azienda speciale consortile di diritto pubblico.

Centro per la riparazione e il riuso
I centri di riparazione e riuso sono delle strutture destinate al riutilizzo di beni in disuso. Invece di essere buttati, una grande quantità di oggetti possono essere riparati e rimessi in circolazione, spesso con una spesa minima o addirittura nulla. Il nostro obiettivo è costruire un centro per la riparazione ed il riuso anche a San Giorgio Bigarello: non solo si farebbe un gran servizio all’ambiente, ma si genererebbe una economia virtuosa, capace di creare posti di lavoro sul territorio. (Il centro di riuso gestito dalla Cooperativa Insieme a Vicenza, riutilizza ogni anno oltre 600 tonnellate dando lavoro a oltre 100 persone).

SICUREZZA

Le strade sicure le fanno le persone che le attraversano. Crediamo molto in questa pratica virtuosa che rende vivo il paese e aumenta la sicurezza e la sua percezione.
Vediamo un futuro dove a San Giorgio Bigarello ci si incontrerà in strada e si camminerà insieme senza timore di conoscere i propri vicini.

Controllo di vicinato
Nell’ottica della nostra filosofia per la sicurezza il controllo del vicinato assume proprio la luce che noi vogliamo dare a San Giorgio Bigarello. Un clima di fiducia e reciproca solidarietà tra i suoi abitanti attraverso strumenti come quello del controllo di vicinato può cambiare la qualità della vita dei nostri abitanti.

Azione diretta contro le truffe porta a porta (e non solo)
Nel nostro Comune si sono moltiplicate le segnalazioni riguardanti l’azione di venditori porta porta (in particolare quelli riguardanti i servizi luce e gas). Occorre intervenire per evitare che possano essere utilizzate per pratiche commerciali scorrette quando non vere e proprie truffe. Prendendo esempio da altre città, vogliamo emanare un atto comunale per regolamentare queste attività a San Giorgio Bigarello. Inoltre realizzeremo incontri informativi e opuscoli per informare tutti i cittadini su come difendersi da eventuali tentativi di truffa (anche telefonica).

Collegamento e collaborazione con le forze dell’ordine
Crediamo che le forze dell’ordine possano essere uno degli elementi che rafforzano il benessere degli abitanti del nostro comune con una azione di controllo sul territorio e prevenzione del crimine. Riteniamo di dover perseguire ogni strada per rafforzare questo servizio anche a livello di polizia comunale, anche ricorrendo a convenzioni con altri comuni che consentano attraverso economie di scopo l’assunzione di nuove unità condivise con i territori circostanti.

Strade sicure
Il nostro Comune può fare molto per migliorare la sicurezza sulla propria rete stradale. Per esempio migliorando i numerosi incroci all’interno dei centri abitati utilizzando soluzioni architettoniche che riducano la velocità e migliorando la visibilità laddove necessario.

COMUNITÀ E SPORT

Feste e iniziative per far vivere il paese!
Le iniziative di vicinato e le feste popolari organizzate nei quartieri e nelle frazioni sono elementi importanti per tessere una rete solidale sul territorio. Le nuove norme sulla sicurezza e sull’emergenza e di recente la circolare Gabrielli ha reso più difficile l’organizzazione di questi eventi attraverso pratiche amministrative complesse e dispositivi costosi, difficili da affrontare per le piccole realtà. Per questo ci impegneremo per il superamento della circolare Gabrielli e delle normative stringenti e costose vigenti, mettendo in evidenza il loro carattere contraddittorio: nel nome della sicurezza penalizzano la costruzione di momenti d’incontro, condivisione e partecipazione, disincentivando proprio quelle forme di cooperazione dal basso che creano un tessuto sociale più sicuro. Implementazione dell’azione dell’amministrazione dando un aiuto concreto alle realtà che organizzano iniziative negli spazi pubblici per facilitare l’organizzazione dal punto di vista
amministrativo ed economico.

Sport
Lo sport è parte fondamentale del benessere cittadino. Per questo si promuoveranno manifestazioni sportive cittadine, sia a carattere competitivo, sia amatoriale.
Il municipio diventerà parte attiva nel supporto alle associazioni sportive impegnate in campionati locali, regionali o nazionali. Si supporteranno inoltre tutte le iniziative di associazioni, finalizzate all’avviamento all’attività sportiva dei bambini, ragazzi e giovani per offrire un panorama differenziato e diventare capofila dei comuni del circondario per l’offerta di corsi di base. Si prevede l’installazione di attrezzature sportive a disposizione dei cittadini e la finalizzazione dei lavori sulla piscina per rendere disponibile almeno quanto previsto nel progetto originario, rendendo così la piscina comunale usufruibile anche in inverno.

Riqualificazione edifici comunali ad uso pubblico (Stella, Pertini)
Molte strutture comunali sono state affidate alla gestione di associazioni che se ne occupano e le mantengono in vita. Vogliamo rafforzare il ruolo di queste strutture migliorandole e rendendole vive e attive. La polisportiva stella va completata per renderla un vero palazzetto dello sport. Il centro pertini va reso moderno con il miglioramento delle strutture interne ed esterne. La polisportiva ghisiolo va resa punto centrale da mettere a disposizione per lo sport degli adolescenti, anche collegando la frazione con piste ciclabili.

ENERGIA

Strettamente collegati all’ambiente, il consumo e la produzione di energia incidono moltissimo sulla qualità della vita dei cittadini.

Edilizia verde e fonti rinnovabili
il comune di San Giorgio punta a essere totalmente indipendente da fonti non rinnovabili nell’arco del quinquennio a venire. Crediamo che una città verde sia il migliore esempio per poter vivere bene e pertanto si darà spazio ad una serie di incentivazioni a ristrutturare secondo i criteri della bioedilizia e per riconvertire l’esistente a fonti rinnovabili.

TESSUTO SOCIALE E LEGALITÀ

Antimafia e contrasto al gioco d’azzardo
Una forza municipalista deve con forza denunciare e combattere il contesto favorevole all’insediamento della mafia e del gioco d’azzardo stimolando quelle risposte culturali e di governo di modo che la società tutta sia capace di respingere le cosche e gli affari sporchi di cui sono portatrici. Alcune cose sono state fatte, vanno confermate ed estese con più decisione.

SEGUICI SU FACEBOOK
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X