#ALMENO10 CAMPAGNA PER IL SALARIO MINIMO

NewsRegioniTerritoriToscana

[PRATO] STOP alla MULTIUTILITY

Stop multiutility

Pieno sostegno all’azione promossa dall’Osservatorio Ambientale di Prato e dal coordinamento regionale del comitati di contrasto all’operazione speculativa della MultiUtility Toscana.

Oltre a presentare elementi d’incongruenza sul piano giuridico, nelle valutazioni di “concambio” e nelle modalità di incorporazione delle diverse società, che potrebbero esporre l’iter a ricorsi, azioni di risarcimento e perfino profili di danno erariale; sul piano
politico la finanziarizzazione con la quotazione in Borsa di servizi pubblici, beni comuni e diritti essenziali, come l’acqua, in un contesto di crisi climatica ed energetica è tanto riprovevole quanto iniqua.

Perciò con consigliere/i comunali, che hanno espresso contrarietà al progetto, intendiamo rilanciare il contrasto alla MultiUtility con apposite mozioni sul ricorso dei comitati.

Non a caso i comuni più piccoli hanno già compreso il danno patrimoniale ed amministrativo derivante dalla concentrazione di quote societarie. Nonostante questo, quel partito trasversale degli affari, che in
Toscana accomuna i sindaci del Pd con quelli della destra di FdI, intende svendere la gestione dei rifiuti, del servizio idrico e dell’energia sul mercato finanziario, espropriando di fatto le
comunità delle scelte strategiche su monopoli naturali, per trasformare gli amministratori locali in anomali imprenditori.

Giova ricordare che il 2022 si è concluso con sanzioni comminate dall’Antitrust a diverse multiutility dell’energia per l’aumento unilaterale dei prezzi, tanto da definirle ‘Furbette delle bollette’,
un eufemismo per le società per azioni, che hanno aumentato le tariffe, inseguendo il profitto degli azionisti, a scapito dei servizi essenziali per famiglie ed aziende.

Ecco la prospettiva di esproprio dei servizi pubblici a vantaggio dei profitti degli azionisti privati, che il tandem Biffoni-Nardella, con gli altri comuni favorevoli, hanno in serbo per la cittadinanza
toscana, con la quotazione in Borsa della nuova MultiUtility Toscana, dopo la fusione in ALIA Spa di servizio rifiuti, idrico ed energia.

E mentre siamo davvero alla canna del gas, fra inflazione e carovita, con sempre più persone che fanno fatica ad arrivare a fine mese; e l’esborso di soldi pubblici per bonus e crediti, a calmierare i rincari dell’energia; S.P.A. e azionisti fanno insostenibili
extraprofitti.

BASTA PROFITTI con SERVIZI e DIRITTI!

Potere al Popolo! Prato – Unione Popolare Prato

Related posts
News

ANTITRUST PROCEDE CONTRO LA SPECULAZIONE DELLE AZIENDE ENERGETICHE: UNA VITTORIA DEL CONTROLLO POPOLARE!

RegioniTerritoriToscana

[PISA] In difesa del sistema aeroportuale toscano!

NewsRegioniTerritoriToscana

Vaccinazione anticovid in Toscana: si salvi chi può!

NewsRegioniTerritoriToscana

[LIVORNO] Multe ai partecipanti al saluto per Gigi Guccini

Lascia un commento

X