28 MAGGIO - VII ASSEMBLEA NAZIONALE

NewsTavoli tematiciTavolo Guerra e antimilitarismo

AEROPORTO DI PISA: ARMI INVECE CHE AIUTI UMANITARI. I LAVORATORI BLOCCANO IL CARICO!

ATTENZIONE! ALL’AEROPORTO DI PISA CARICANO ARMI PER L’UCRAINA E LE SPACCIANO PER ‘AIUTI UMANITARI’!

Ai lavoratori e alle lavoratrici dell’aeroporto civile Galilei di Pisa era stato detto che avrebbero dovuto caricare aiuti umanitari destinati alle popolazioni ucraine: cibo, medicinali e altro materiale per affrontare le sofferenze dovute all’invasione russa.
Ma quando, pronti e contenti, erano sul punto di caricare pacchi di solidarietà, si sono trovati davanti merce di tutt’altro tipo: casse piene zeppe di armi, munizioni, esplosivi!

Un carico di morte e non di vita!

I lavoratori e le lavoratrici hanno incrociato le braccia.
Non hanno caricato le casse di morte. Si sono rifiutati di eseguire l’ordine.
Noi siamo con loro e uniamo la nostra voce a quella dell’USB che chiede di fermare immediatamente questi voli di morte mascherati da aiuti umanitari!

Pochi giorni fa il senatore Matteo Mantero di Potere al Popolo ha depositato un’interrogazione parlamentare per chiedere trasparenza sull’invio di armi all’Ucraina.
Attendiamo risposta dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Sabato 19 saremo di fronte all’aeroporto Galilei dalle ore 15 per una manifestazione regionale: dalla Toscana ponti di pace non voli di guerra! Manifestazione regionale: dalla Toscana ponti di pace non voli di guerra!

Lascia un commento

X