News

EDDI LIBERA! NO ALLA SORVEGLIANZA SPECIALE PER CHI HA COMBATTUTO L’ISIS!

Proprio a un giorno dal primo anniversario della morte di Lorenzo Orsetti, è arrivata la notizia che a Maria Edgarda Marcucci (Eddi), attivista NoTav ed ex combattente delle Unità di Protezione delle Donne (YPJ, il corpo femminile dell’esercito curdo in Siria), è stata comminata la sorveglianza speciale per la durata di due anni.
Insieme a Jacopo Bindi e Paolo Pachino (per i quali la misura è stata respinta) aspettava da tre mesi che le accuse contro di lei fossero dichiarate infondate dal tribunale di Torino.

Ci troviamo di fronte a un caso gravissimo. Non solo infatti si va a colpire chi ha deciso di mettere a repentaglio la propria vita per sconfiggere l’Isis, proteggere tutte e tutti noi e partecipare alla costruzione di una società migliore perché basata su condivisione e femminismo. Oltre a questo, si colpirebbe un’attivista che partecipa legittimamente a una delle più importanti lotte ambientali e sociali del nostro paese: quella del movimento NoTav che da quasi trent’anni continua in Val Susa. Eddi sta subendo quella stessa azione di repressione che ha colpito tante attiviste e tanti attivisti e che proprio a gennaio ha incarcerato Nicoletta Dosio.

Nonostante la quarantena abbiamo il dovere di mobilitarci. Facciamo lavorare la fantasia, troviamo modi che ci permettano, anche da casa, di non far passare sotto silenzio questa ingiustizia.

Eddi, così come Lorenzo Orso Orsetti ha lottato per la libertà di tutte e tutti noi, per difendere la rivoluzione del Rojava, ha lottato combattuto l’Isis in prima linea.

Eddi, così come Lorenzo Orsetti, ha lottato in prima linea per libertà di tutte e tutti noi, per difendere la rivoluzione del Rojava e sconfiggere l’Isis.

A lei va tutta la nostra solidarietà e il nostro abbraccio!

Related posts
RegioniTerritoriToscana

ANCHE A TORINO SOSTENIAMO SOS ROSARNO: PER UN’ARANCIA CHE NON SAPPIA DI SFRUTTAMENTO!

NewsPiemonteRegioniTerritori

[TORINO] UCCIDE LA MOGLIE E UNO DEI FIGLI, POI SI SPARA. LEI VOLEVA SEPARARSI: È VIOLENZA DI GENERE!

PiemonteRegioniTerritori

[PIEMONTE] CONTRO IL “MODELLO PITTSBURGH”: LOTTARE PER RILANCIARE LA SANITA’ PUBBLICA

NewsPiemontePrincipaleRegioniTerritori

A TORINO INAUGURATA ESTELLA, CASA DEL POPOLO!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X