Stay Social

Seguici su:

[Pap Tuscia] Raccolta fondi per aprire una casa del popolo

Solo qualche settimana fa, tutte le cronache nazionali descrivevano l’ultimo atto di violenza di militanti di Casapound in provincia di Viterbo.
Un paio di loro, infatti, avevano violentato una ragazza in un pub legato alla loro formazione politica e non soddisfatti, avevano ripreso tutto e condiviso nelle chat delle loro organizzazioni.
Questo è stato solo l’ultimo atto di violenza che la nostra terra ha vissuto per opera di militanti di Casapound, che infettano il nostro territorio e che ogni anno diventano sempre più aggressivi, contando anche su connivenze politiche ed istituzionali che troppo spesso riducono aggressioni e pestaggi in “ragazzate” ed hanno fatto dell’impunità, la regola generale.
Abbiamo assistito, alla sfilata di politici locali e nazionali che con proclami e comunicati hanno condannato, con sfumature diverse, il vile atto di violenza.
Ma quale è l’alternativa per i nostri giovani? Gli oratori non esistono più, le sedi di partito nemmeno, l’associazionismo è stato distrutto e l’assenza di ogni spazio aggregativo e libero per giovani stride di fronte ai tanti immobili abbandonati nei nostri centri storici.
Nel nostro territorio infatti, non esiste uno spazio, un luogo, dove i giovani possano esprimere la propria creatività, la propria arte, il proprio impegno sociale e civile, un “contenitore” positivo in cui i valori di accoglienza, partecipazione, inclusione e condivisione possano essere i punti cardinali del vivere e dell’agire umano.
E’ per questo, che l’Assemblea della Tuscia di Potere al Popolo crede che la risposta migliore alle violenze di Casapound sia quella di creare un luogo di aggregazione per i tanti giovani che vogliono vivere ed impegnarsi per un mondo più giusto, che credono nella solidarietà e che la diversità sia sinonimo di ricchezza.
Per questo abbiamo lanciato un raccolta fondi per aprire una “Casa del Popolo”, non una semplice sezione di partito, ma un contenitore sociale, ma per farlo abbiamo bisogno del sostegno di tutti.

SEGUICI SU FACEBOOK
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X