#ALMENO10 CAMPAGNA PER IL SALARIO MINIMO

Tavoli tematiciTavolo sanità

NO ALLA GUERRA, SI’ ALLA TUTELA DELLA SALUTE COLLETTIVA!

come fermare la guerra

ll Tavolo della Sanità di Potere al Popolo non può tacere sulla gravissima situazione di guerra in Ucraina, richiamando l’attenzione sulle pesantissime conseguenze in termini di salute connesse a questa operazione militare.
Vogliamo ricordare che alla vigilia dello scoppio della guerra si contavano in Ucraina 106 mila morti per Covid 19 mentre in Russia si raggiungevano i 306 mila decessi.
A fronte di questa drammatica situazione createsi, esprimiamo la nostra piena solidarietà alla popolazione civile in Ucraina e Donbass e, in particolare, agli operatori sanitari che si trovano ad operare in condizioni difficilissime per salvare la vita di chi è aggredito dal covid-19 e dagli effetti devastanti e portatori di morti e feriti della guerra in corso.
In Ucraina si contano, per ora, centinaia di morti e feriti di guerra, mentre 368mila persone sono fuggite nei Paesi limitrofi.
Il ricorso alla guerra come mezzo di risoluzione di controversie internazionali è sempre inaccettabile, ancor più in questa fase storica in cui la pandemia, il riscaldamento globale del pianeta e il continuo peggioramento dell’ambiente prodotti dal capitalismo rendono ancor più evidente la necessità di difendere e tutelare la vita e la salute in una prospettiva globale.
Una guerra porta con sé un rinnovato investimento sulle armi, e così infatti si stanno già muovendo i paesi europei, e un ulteriore depotenziamento dei servizi sanitari, sociali, ecc.
Non un soldo, non un soldato per la guerra di Putin e della Nato.

Lascia un commento

X