Nicoletta ci scrive dal carcere. Ci arriva la sua bella calligrafia e ci riempie il cuore di coraggio.

Comunicati Stampa

In risposta a Ivano Marescotti e il suo post su Facebook

In-risposta-a-Ivano-Marescotti-e-il-suo-post-su-Facebook-Potere-al-Popolo

Ciao Ivano,

ho letto con attenzione il tuo post e le tue preoccupazioni riguardo il voto del prossimo 4 Marzo e mi fa molto piacere riuscire a dare un contributo alle questioni che hai sollevato.

Chiarisco come prima cosa che il nostro movimento è partito dall’appello di un centro sociale di Napoli, l’Ex OPG Je so’ Pazzo, dove si svolgono più di 50 attività sociali e culturali gratuite, un luogo di solidarietà e di lotta. A questo appello hanno risposto centinaia di persone da tutto il Paese, costruendo una rete di più di 150 assemblee territoriali, oltre a moltissimi comitati di lotta, centri sociali, associazioni e anche realtà organizzate come Rifondazione Comunista, Eurostop, Sinistra Anticapitalista, PCI. L’entusiasmo che si è generato è davvero tanto: infatti per la prima volta si sta costruendo un movimento reale dal basso, che ha formato il proprio programma attraverso il contributo e il protagonismo di tutti i territori, che sta ridando speranza a centinaia di persone da tempo disilluse dalla cosiddetta “sinistra tradizionale” e che ha avuto già il supporto di Podemos, France Insoumise, Momentum, ed è stato descritto dalla stampa internazionale come una novità assoluta nel triste panorama politico italiano. “Potere al Popolo!” nasce per provare a mandare un messaggio al Paese portando nel dibattito pubblico la voce degli esclusi, dei lavoratori, delle donne, dei precari, dei migranti e non morirà con questa tornata elettorale, ma il nostro obiettivo è innanzitutto fare rete, ritornare nei territori e diffondere le pratiche di mutualismo e di controllo popolare delle istituzioni. Purtroppo per noi il Movimento Cinque Stelle non è “un’alternativa tattica” da scegliere nelle prossime elezioni: ci sembrano dannose le decisioni che hanno preso nei luoghi in cui governano e le posizioni che portano avanti su temi fondamentali come il lavoro e l’accoglienza. Alla crisi della democrazia non pensiamo si possa rispondere semplicemente utilizzando Internet, ma tornando ad essere presenti nei territori costruendo vertenze, mobilitazioni e comunità solidali. È vero: noi non abbiamo grandi mezzi, non abbiamo un’azienda come la “Casaleggio Associati” alle spalle, non abbiamo grande copertura mediatica, però abbiamo la convinzione di stare dalla parte giusta della barricata e l’impazienza di chi è stanco di aspettare il salvatore di turno.

Spero che tu ci voglia guardare con curiosità e venire a conoscerci rispondendo all’invito dei compagni e delle compagne di @Potere al popolo Bologna.

A presto,

Viola Carofalo

Portavoce di “Potere al Popolo!”

Le parole di Ivano Marescotti nel suo post di Facebook

Qui il link al post di FB

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X