News

1 MARZO: NICOLETTA LIBERA TUTTI! Giornata di mobilitazione nazionale

IL 1 MARZO SARANNO DUE MESI CHE LA NOSTRA NICOLETTA È IN PRIGIONE!
DAVANTI A QUESTA INGIUSTIZIA NON RESTARE IN SILENZIO!

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

📢Organizza anche tu un presidio, un incontro, un flash mob, qualsiasi cosa possa far rumore sul caso di Nicoletta! Se hai bisogno di aiuto e consigli contattaci!
📲Se sei da solo scattati un selfie con un cartello #nicolettaliberatutti. Mandaci la foto o il tuo disegno, inondiamo i social della solidarietà per Nicoletta!
📑Attacca le locandine e i volantini nel tuo quartiere, nella tua scuola, dove lavori… Sensibilizzare le persone costa poco ed è il lavoro più importante!
SCARICA QUI LA LOCANDINA!

[APPUNTAMENTI IN AGGIORNAMENTO SULL’EVENTO FACEBOOK]

Nicoletta Dosio, storica militante NOTAV e membro del Coordinamento nazionale di Potere al Popolo, è detenuta dal 30 dicembre nel carcere delle Vallette a Torino.

Nicoletta Dosio, 74 anni, insegnante in pensione ha subito nei primi 40 giorni di detenzione un trattamento carcerario restrittivo e punitivo. Ha subito una condanna ad un anno di carcere per una pacifica manifestazione in Val di Susa che ha provocato un danno di 780 euro alla società concessionaria dell’autostrada A 32. Un danno di 38 euro a testa per il numero di manifestanti condannati.

La vicenda di Nicoletta Dosio è significativa dell’accanimento giudiziario e carcerario contro le attiviste e gli attivisti del movimento No Tav e i soggetti impegnati nei conflitti sociali nel nostro paese. Un accanimento al quale riteniamo vada contrapposta una proposta di amnistia per i reati connessi alle lotte sociali, sindacali, ambientali che è stata sintetizzata come “amnistia sociale”.

Per questo il 1 marzo ci faremo sentire in tutta Italia!

Related posts
Principale

NICOLETTA DOSIO. OGGI SONO 300 GIORNI DI DETENZIONE

News

DANA LIBERA! NOTAV LIBERI!

NewsTavoli tematiciTavolo giustizia

Movimento NoTav: "MISURE ALTERNATIVE AL CARCERE SUBITO"

News

EDDI LIBERA! NO ALLA SORVEGLIANZA SPECIALE PER CHI HA COMBATTUTO L'ISIS!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X