EsteroNews

NO ALL’ESTRADIZIONE DI ANAN YAEESH

Il 29 gennaio 2024 le autorità italiane hanno arrestato all’Aquila Anan Yaeesh, palestinese residente in Italia. Il governo israeliano ha avanzato all’Italia la richiesta di estradizione.
Anan attivista per la causa del popolo Palestinese proviene dalla Cisgiordania, lascia la Palestina nel 2013 dopo un arresto e varie torture subite dalle autorità israeliane, si reca in Norvegia fino al 2017 per curarsi dai traumi riportati a causa delle lesioni subite in carcere, si sottoporrà a diversi interventi chirurgici. Nel 2017 arriva in Italia dove nel 2019 ottiene un regolare titolo di soggiorno. Dal 2023 risiede a L’Aquila.
Anan è accusato di finanziare la Brigata Tulkarem, gruppo di Resistenza armata nato nel campo profughi di Tulkarem in Cisgiordania, attivo contro le incursioni dei militari israeliani.
Ci opponiamo all’estradizione di Anan, il cui arresto preventivo è stato firmato dal Ministro Nordio in persona sulla base di accuse molto fumose mosse da Israele. Difendiamo il diritto alla Resistenza contro una forza occupante come Israele, diritto sancito dall’Onu, e siamo inoltre consapevoli che sono ampiamente riconosciuti i metodi inumani delle forze di polizia israeliane nei confronti dei prigionieri palestinesi, anche questi più volte denunciati dall’ONU. Sarebbe assurdo infine consegnare un cittadino palestinese a una potenza occupante che continua a uccidere impunemente civili ed è sul banco degli imputati per genocidio, come la stessa Corte dell’Aja ha affermato.
L’estradizione di Anan Yaeesh rischierebbe di essere un precedente importante: su queste basi qualsiasi voce palestinese in Italia e in Europa potrebbe essere silenziata e deportata nelle carceri israeliane.
Il Governo Italiano ha due strade davanti a sé: essere complice di uno Stato genocida e torturatore consegnando loro un cittadino palestinese o applicare la Costituzione italiana e il diritto d’asilo, lasciando che Anan possa continuare a vivere sul nostro territorio.
Dobbiamo mobilitarci perché Anan non venga estradato.
Anan libero! No all’estradizione in Israele!
Related posts
EsteroNewsNewsletter Tricontinental

LE STANZE DELLA MISSIONE DIPLOMATICA DEVONO ESSERE INVIOLABILI

NewsRegioniTerritoriToscana

[LUCCA] INCONTRO DECOLONIZZARE LE MENTI PER LEGGERE IL PRESENTE" E CENA MAROCCHINA SABATO 13 APRILE

News

[PISA] A SOSTEGNO DELLA RESISTENZA PALESTINESE, CONTRO OGNI MISTIFICAZIONE E CRIMINALIZZAZIONE

NewsPiemonteRegioniTerritori

[TORINO] CARCERI ISRAELIANE E PRIGIONIERE E PRIGIONIERI POLITICI: STRUMENTI DI REPRESSIONE DEL PROGETTO COLONIALE SIONISTA

Lascia un commento