28 MAGGIO - VII ASSEMBLEA NAZIONALE

In evidenza

Cosa sta facendo Potere al popolo in questi giorni?

COSA STA FACENDO POTERE AL POPOLO IN QUESTI GIORNI?

Spesso siamo occupati da talmente tante cose che ci dimentichiamo di guardare nell’insieme quello che facciamo. Stiamo continuando a crescere e lottare, con pazienza e metodo, ed è giusto che ne prendiamo consapevolezza.

La scorsa settimana a LUCCA (Potere al Popolo Lucca) e questa settimana a IMOLA (Potere al Popolo Imola) stiamo aprendo delle Case del Popolo. A VERONA (Potere al Popolo – Verona) e SALERNO (Potere al Popolo – Salerno) degli sportelli gratuiti per i lavoratori. Avanziamo, ci consolidiamo. Tutto grazie al lavoro di migliaia di volontari e di volontarie, che si mettono al servizio delle persone, senza interessi di sorta. Ci stiamo mobilitando con forza sui territori, sostenendo le vertenze su lavoro, casa, migranti, sanità e ambiente.

Siamo in piazza anche contro le politiche di questo governo, e con chi le vorrebbe inasprire. Oggi a Mantova siamo in piazza contro l’apertura di una sede di CasaPound, mentre ieri a Padova, come in molte altre città, eravamo in strada contro il decreto Pillon. A Torino oggi si è conclusa la Assemblea nazionale Scuola – Potere al Popolo!, che vede confrontarsi persone da tutta Italia per discutere insieme su come cambiare la nostra istruzione! Saremo a Palermo domani e dopodomani per contestare il vertice internazionale sulla Libia; a Roma il 24 Novembre per il corteo per una vera parità di genere. Il 30 Novembre saremo nelle piazze a sostenere gli studenti e il 15 dicembre ancora a Roma con Aboubakar Soumahoro e il movimento Fight/Right – Diritti senza confini.

Non ci accontentiamo comunque di essere nelle strade, a contatto con la nostra gente, dove incontriamo le necessità di chi è stufo di continuare a subire le politiche predatorie del governo e di molte amministrazioni. Abbiamo prodotto analisi sui provvedimenti in essere (DL Sicurezza, DL Dignità, decreto Pillon, manovra economica e le dichiarazioni su pensioni e reddito), in cui cerchiamo di smontare la retorica e andare a vedere i fatti di questo governo. Nel frattempo siamo in TV, sui media, sui social, a far sentire un’altra voce. Il lavoro sul territorio, la mobilitazione nelle piazze è essenziale, ma dobbiamo avere la capacità di farci ascoltare da i moltissimi che ancora non ci conoscono. Per questo lavoriamo sui social – la pagina fb è arrivata a 115.000 follower, ancora poco ma comunque un punto di forza su cui continuare a costruire. In nemmeno un anno e senza soldi. Anche sugli altri social si registra una crescita. Anche grazie al lavoro di molti volontari e volontarie su questi strumenti, siamo ogni tanto in televisione e Viola Carofalo e Giorgio Cremaschi possono far ascoltare un’altra voce!

Infine, stiamo consolidando l’organizzazione. Dopo una campagna di adesione che ci ha portato a migliaia di aderenti in un mese, dopo il voto sullo statuto, da oggi a mercoledì voteremo gli 80 nomi del Coordinamento Nazionale. Un organo che ci permetterà di dare struttura ai tanti tavoli di lavoro aperti (ambiente, immigrazione, mutualismo, scuola, lavoro etc), organizzando dei veri e propri gruppi tematici che daranno modo alle competenze di esprimersi, e di potenziare l’attività sul territorio. La Commissione Scientifica ci aiuterà a dettagliare analisi e proposte…come ha iniziato a fare questo fine settimana l’Assemblea Nazionale sulla Scuola.

Siamo una forza politica ancora piccola, sicuramente insufficiente, dobbiamo crescere su molti aspetti, sia in termini di radicamento, di numeri militanti, che di relazioni, analisi, proposta politica, comunicazione.
La via è giusta e bisogna lavorare con metodo e costanza, senza scoraggiarsi se i risultati non arrivano subito, perché la situazione a prescindere da noi è durissima e perché mai qualcosa di serio nella storia si è dato senza fatica. Noi non ragioniamo sull’immediato, ma stiamo mettendo basi solide per una cosa che va da qui a 5, 10 anni.

Non è tempo di lamentarsi o di stare a casa. E’ tempo di organizzarsi insieme, di costruire, dentro e fuori di noi, dentro e fuori dalle istituzioni, il potere popolare!

Si voterà nei seguenti giorni : dalle ore 10 del 11 Novembre 2018 alle ore 22 del 14 Novembre 2018.

I voti saranno palesi e i risultati delle votazioni saranno disponibili sulla piattaforma pochi minuti dopo la chiusura delle votazioni

Il giorno 14 Novembre 2018 sarà ufficialmente comunicata la composizione del nuovo coordinamento nazionale

Come votare i rappresentanti Regionali

1 – Si entra nel sito  poterealpopolo.net e si effettua  il login con il nome utente e la password

2 – Una volta entrati  nella HOME si apre il menu a tendina cliccando su TUTTE LE SEZIONI e di sceglie la propria regione

3 – Una volta selezionata la regione sulla destra comparirà una lista di candidati uomini e a seguire una lista di candidate donne

Per ogni lista sarà indicato  il numero di preferenze da assegnare, che varia da regione a regione

Nelle regioni con un unico/a candidato/a ci sarà naturalmente una sola lista

Si vota attribuendo ai candidati approvazione tramite la fascia verde

I voti in disapprovazione (fascia rossa) non saranno tenuti in considerazione anche se espressi

Come votare i rappresentanti Nazionali

1 – Si entra nel sito   poterealpopolo.net

2 – Si effettua  il login con il nome utente e la password  e una volta entrati nella HOME si clicca su TUTTE LE SEZIONI e nel menu a tendina si  seleziona la sezione NAZIONALE

3 – Una volta entrati in NAZIONALE sulla destra comparirà una lista di candidati uomini e a seguire una lista di candidate donne.

Vota i tuoi candidati esprimendo  15 preferenze, 7 di un genere e 8 dell’altro genere. Si vota attribuendo ai candidati approvazione tramite la fascia verde.

I voti in disapprovazione (fascia rossa) non saranno tenuti in considerazione anche se espressi.

Lascia un commento

X