News

[TOSCANA] Elezioni regionali 2020

ALLE ELEZIONI REGIONALI TOSCANE 2020 POTERE AL POPOLO! SOSTIENE TOMMASO FATTORI CANDIDATO PRESIDENTE LA LISTA TOSCANA A SINISTRA. ECCO CHI SONO LE NOSTRE CANDIDATE E I NOSTRI CANDIDATI!

Toscana a Sinistra è la lista a che ha confermato come candidato presidente Tommaso Fattori, già consigliere regionale con Paolo Sarti all’opposizione della maggioranza PD dal 2015, e in cui Potere al Popolo è confluita insieme a Rifondazione Comunista, Sinistra Anticapitalista, ad altre liste civiche popolari (Firenze Città Aperta, Buongiorno Livorno, Repubblica Viareggina) e il Partito Pirata, oltre al sostegno di numerosi comitati ed associazioni che agiscono sul tema dei beni comuni, per la difesa del territorio dalla speculazione e per la salvaguardia ambientale. In extremis è arrivato anche il sostegno esterno di Sinistra Italiana.

Toscana a sinistra è l’unica lista in Toscana che non fa parte delle espressioni del blocco di potere dominante, la destra di Ceccardi e il centrosinistra di Giani, che ha ormai assorbito, a livello nazionale, anche il M5s. Entrambi questi blocchi hanno intenzione di utilizzare i 264 milioni di euro in arrivo dall’Unione Europea per dare contributi a pioggia alle imprese e riattivare le grandi opere inutili – come l’aeroporto di Firenze, l’autostrada Tirrenica o l’inceneritore di Stagno – in barba alle opere utili di cui ha bisogno il nostro territorio, dalla rivalorizzazione del patrimonio pubblico per farne case popolari e servizi alla residenza, alla ricostruzione di un sistema sanitario interamente pubblico. Toscana a sinistra è inoltre l’unica lista a sostegno del NO al referendum del 20-21 settembre.

La nostra partecipazione a Toscana a Sinistra è stata frutto di una scelta espressa tramite la consultazione di tutti gli aderenti della regione in due votazioni tenutesi lo scorso inverno (https://bit.ly/32Tjj4r) e che hanno assegnato ai coordinatori nazionali toscani l’onere di intraprendere le trattative politiche. La nostra
presenza ha portato elementi innovativi anche nella formazione delle liste di Toscana a Sinistra, dove l’importanza della partecipazione femminile ad un reale progetto di cambiamento viene riconosciuta nel concreto con una capolista donna in ogni circoscrizione. Inoltre abbiamo sostenuto fin da subito l’idea di dar vita ad un percorso di assemblee partecipative territoriali aperte a tutte le cittadine e i cittadini per raccogliere le voci e le istanze dalle città, dai paesi e dalle
periferie al tavolo programmatico perché niente fosse lasciato indietro. Un lavoro complesso nei giorni assolati estivi e con tutti i crismi delle misure di sicurezza COVID, ma che ha assicurato la possibilità di portare le nostre istanze provenienti dagli angoli della regione nella stesura del programma e soprattutto parlare direttamente con chi questa crisi la subisce da ben prima di questa pandemia, ma rimane spesso privo di una voce dentro le istituzioni.

Non lasciamoci abbindolare dai sondaggi tossici. L’unico voto utile è quello per un programma e delle persone dalla parte del popolo. Un’altra scelta è possibile.
Vota Tommaso Fattori, Vota Toscana a Sinistra, Vota le candidate e i candidati di POTERE AL POPOLO!

I NOSTRI CANDIDATI SUDDIVISI PER CIRCOSCRIZIONE:

Lavora come ricercatrice precaria presso l’Istituto degli Innocenti. Il suo attivismo politico nasce con il Laboratorio per la democrazia e prosegue da più di 15 anni con il gruppo di “perUnaltracittà”. Attualmente, è direttrice responsabile de La città invisibile, il giornale del Laboratorio “perUnaltracittà”. Militante di Potere al popolo, per il quale è stata capolista alle scorse amministrative, ha lavorato a lungo sulla svendita del patrimonio edilizio e monumentale fiorentino e contro la svendita dei beni pubblici. Tra le tante battaglie quella per la re-pubblicizzazione dei servizi, per la salvaguardia dell’ambiente, per il diritto alla casa e al lavoro.

22 anni, studentessa di Scienze Politiche a Firenze.
Vive a Vinci e da circa un anno è nelle file di Potere al Popolo, con cui ha seguito da vicino il sostegno alimentare durante il lockdown e la vicenda dei lavoratori della Vibac. È attivista per i diritti civili, l’equità, la parità di genere e le questioni ambientali.

Nato a Fucecchio nel 1958. Ha frequentato l’istituto d Studi Comunisti, ma dice “La vera scuola è quella che ho fatto in mezzo alla gente alla casa del popolo (di cui è stato anche presidente) e nelle piazze. Noi della FGCI c’eravamo.” Ha iniziato a lavorare all’età di 14 anni come tagliatore di calzature, fino al 2018, quando la ditta in cui lavorava è fallita. Al momento è disoccupato. Ha militato per CGIL poi SEL, SI ed oggi appoggia Potere al Popolo. Ha seguito con attenzione la vicenda del Padule di Fucecchio.

Docente di urbanistica, è attiva nel “Gruppo urbanistica perUnaltracittà”, collettivo di analisi, ricerca e azione nella città, e nella Redazione de “La Città invisibile”, rivista nella quale contribuisce con articoli analitici e critici, utili a costruire prospettive antagoniste e a dare sostegno alle pratiche resistenti e contro-progettanti attive a Firenze. Per professione osserva e studia le politiche urbane neoliberiste ed estrattiviste, proponendo ipotesi di riappropriazione popolare delle città e delle campagne.

Ha dato contributi per la salvaguardia dell’area nord-ovest di Firenze, dove la questione urbanistica si lega a quella ambientale del mai attuato Parco della Piana, dove la concentrazione dei progetti di un nuovo aeroporto, del raddoppio autostradale e di altre infrastrutture rischia di ingenerare un’emergenza sanitaria pubblica e di cancellare un ecosistema vitale per la città.

Ha studiato e lavorato fra Berlino e Bruxelles, laureato nel 2014 nella magistrale di Studi Europei alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze. Ha lavorato per alcune aziende del distretto tessile di Prato fino al 2019, prevalentemente come addetto commerciale per l’estero e per l’Italia, grazie alle competenze linguistiche apprese. Ha collaborato con la rivista TRANSFORM! Italia e con la Fondazione Rosa Luxemburg coltivando l’interesse per le questioni
europee, fino ad intraprendere la precaria carriera di consulente nella progettazione di bandi su fondi strutturali ed in particolare sul fondo sociale (FSE).

E’ iscritto a  Potere al Popolo dal 2018, animando l’assemblea territoriale anche oltre le scadenze elettorali.

50 anni, senese, operatore sociale a fianco delle persone con disabilità e operatore di strada, si occupa da anni di questione giovanile, spazi urbani, periferie, precarietà e fragilità sociali.
Consapevole che le elezioni sono solo una parte dell’impegno e del percorso politico necessario, Michele si è offerto, per queste elezioni regionali, di fare da portavoce dell’esperienza dell’assemblea di Potere al Popolo Siena e provincia e delle istanze dei ceti popolari del nostro territorio. Dare voce ai senza voce, utilizzando le elezioni come uno strumento e non come un fine, per dare forza ad una proposta politica forte e chiara, alternativa al centrodestra e al centrosinistra, che cerchiamo di applicare nel territorio attraverso le nostre attività sociali e politiche. Questo il nostro obiettivo prioritario.

La campagna elettorale di Michele non sarà diversa da ciò che fa e facciamo tutti i giorni: “stare in strada” tra le persone, in mezzo al popolo, confrontandosi quotidianamente con le contraddizioni e i bisogni emergenti.

Avvocata penalista, e coordinatrice nazionale di Potere al Popolo per la Toscana, si occupa, tra l’altro, di questioni legate alle carceri, a migranti e richiedenti asilo, di diritto alla casa e all’abitare, e di processi a seguito di contestazioni politiche. Collabora con il nostro sportello medico popolare ospitato dal Cantiere Sociale Versiliese, con comitati e associazioni territoriali in difesa dei beni comuni, dell’ambiente e della sanità pubblica e fa parte del nodo di Viareggio di Non Una di Meno.

39 anni, operatore sociale. La sua professione lo porta a occuparsi da vicino di marginalità sociale, soprattutto in unità di strada e attività di ricerca sui fenomeni del lavoro nero e grigio. È cantante, armonicista e autore nel collettivo “Contratto sociale GNU FolK” dal 2000. Da sempre attivo politicamente, è attivista dei movimenti di lotta per il recupero e l’autogestione degli spazi, fa parte della Casa del Popolo di Lucca con cui porta avanti sportelli sociali e attività di mutualismo e che durante il lockdown ha dato vita alla Cassa di Resistenza arrivando a sostenere numerose famiglie in difficoltà.

49 anni, laurea in filosofia e master in Scienze della Legislazione. Attivo nel sindacato dal 2007, fa parte dei direttivi provinciali CGIL e Filcams. In Filcams ha fatto parte della segreteria provinciale dal 2010 al 2016. Nel 1997 è stato eletto consigliere provinciale.

62 anni, medico del lavoro. Sposata con una figlia vive a Livorno ed è attivista di Potere al Popolo fin dalla sua costituzione.  Da sempre attiva su tematiche del lavoro, dell’ambiente e della sanità, convinta che siano questioni fortemente intricate tra loro in una città come Livorno che sta subendo da anni un declino economico che associato a alti tassi di inquinamento ambientale sta determinando una preoccupante situazione sanitaria per decessi per infarto e tumori.

30 anni, nata a Grosseto e primogenita di quattro figli da famiglia operaia e contadina.
Diplomata al liceo artistico, sta terminando il percorso accademico a Firenze, e da quando ha 18 anni lavora come stagionale sulla costa maremmana. Una dinamica lavorativa le che ha permesso di dedicare tempo ai suoi progetti artistici e culturali, ma dopo 10 anni di pura precarietà, e vedendo crescere la disillusione nella sua generazione, ha sentito il bisogno d’impegnarsi a livello politico. Da due anni milita in Potere al Popolo, movimento in cui si è da subito
riconosciuta e che le ha dato modo di ragionare su quanto sia necessario tornare a parlare di spazi pubblici liberi e fruibili, per riportare nelle strade e nelle piazze una socialità diffusa e slegata dal profitto.

nata nel 1960 in un piccolo paese della provincia di Potenza, in Basilicata.
Negli anni ’70 si è  trasferita a Pistoia e a cominciato a far parte dei movimenti per il rispetto dei diritti sociali di tutte e tutti, per la parità di genere, per la cura dell’ambiente e per il recupero degli spazi abbandonati. Dal 1987 lavora presso l’Associazione Teatrale Pistoiese e questo l’ha portata nel tempo a maturare la consapevolezza di quanto sia importante e necessaria una cultura accessibile, fruibile e diffusa sul territorio. Negli ultimi anni è entrata a far parte del progetto di Potere al Popolo e per la prima volta ha deciso di candidarsi per portare all’interno del dibattito politico istituzionale queste tematiche.

50 anni figlio di operai, è programmatore e lavora come dipendente.
Comunista anarchico fin da bambino, il suo primo impegno politico è stato nella Sinistra Giovanile e nel PDS, da cui è poi fuoriuscito passando da Rifondazione Comunista a SEL, fino all’attuale militanza in Potere al Popolo.

Si interessa in maniera diretta alle tematiche ambientali: dall’opposizione alla cementificazione selvaggia al tentativo di promuovere buone pratiche ambientali, fino alla lotta per la difesa degli ecosistemi naturali.

Nel 2004 è candidato a consigliere comunale del Comune di Capannori come indipendente nella lista di Rifondazione Comunista. Nel 2014, sostenuto da un gruppo di compagni con le stesse sensibilità, è stato candidato a Sindaco del Comune di Buggiano. Al termine di questa esperienza con altri compagni della lista, è tra i fondatori dell’associazione “Il Bene Comune”. Con questa associazione ha organizzato incontri su tematiche ambientali e da 5 anni organizza il “Pedibus” per i bambini delle scuole elementari.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X