Stay Social

Seguici su:

maggio, 2019

01mag9:3023:30Verona - 25 aprile 2019 - Liberiamoci / Ribelliamoci#accettolasfida

more

Dettagli evento

LIBERIAMOCI / RIBELLIAMOCI
25 aprile 2019 – 74esimo dalla liberazione dal Nazi-Fascismo

Il Regime Fascista, dal momento della sua instaurazione in Italia, ha rivelato il suo crudele volto di repressione, violenza e soprusi. Le partigiane e i partigiani che lo hanno combattuto hanno ottenuto una società libera e migliore.

OGGI come ieri, annunciare soluzioni semplici, a “portata di mano”, a problemi che sono in realtà complessi, e che ormai costituiscono il quotidiano delle persone, non fa che diffondere odio, paura e rancore.
I nostri governanti alimentano e sfruttano quest’onda per ridurre libertà e diritti di tutt*. Forse il nome di chi è al governo non è più quello di “partito fascista”, ma le pratiche e i problemi sono gli stessi. Per questo la celebrazione del 25/4 diventa oggi per tutt* motivo di rinnovata lotta e resistenza.

La Lega e i partiti di governo fingono di parlare alle persone che sono state impoverite, che hanno perso i diritti, che subiscono l’“austerity” e le leggi a favore dei più ricchi. La verità è che il potere teme che le classi popolari si uniscano e capiscano chi davvero le prende in giro e le sfrutta.

Le difficoltà economiche, le fatiche quotidiane, le contraddizioni della società vengono strumentalizzate per fare quello che i fascisti hanno sempre fatto: cercare di attaccare le persone più deboli, esprimere violenza, imporre un ordine maschilista e autoritario.

Ecco perché in questi anni e in questi giorni, italian* e stranier* vengono pres* in giro con false promesse (sostegni economici, laute pensioni, taglio di tasse e accise…). Ecco perchè si additano nemici e si confezionano capri espiatori: marginali, senzatetto, rom, migranti, antifascist*, donne e uomini liber* nel pensiero e nella propria autodeterminazione
E per questo vengono autorizzate leggi sempre più dure e misure sempre più violente: i taser, le nuove “zone rosse”, il controllo poliziesco… Tutto in nome di una “sicurezza” machista e militarizzata, del “dividi e comanda”, della guerra ai poveri.

È iniziata una corsa all’indietro, a chi toglie più spazi, a chi concede meno libertà, a chi permette meno diritti. E tutte le forze politiche, dalla Lega al M5s, da FI al PD sono al servizio dei più ricchi e potenti, deformano la realtà, attaccando le masse e la loro dignità.

Se questo avviene in tutta Italia, a VERONA, il comune è governato da una giunta integralista, xenofoba, apertamente ostile alle soggettività antifasciste e trans-femministe, che intitola una strada ad Almirante, approva regolamenti discriminatori (e contro i diritti umani), minaccia di togliere la sede all’Anpi, revoca il permesso per l’utilizzo di sale pubbliche a chi giudica non conforme, avalla iniziative di gruppi neofascisti e si schiera con il più retrogrado tradizionalismo cattolico.
In questi mesi a Verona e in Italia chi contesta, chi dice la propria opinione, chi fa emergere un paese diverso da quello raccontato dal potere viene individuato, insultato, diffamato, inquisito e condannato, come è successo recentemente a 6 compagn* antifascist* veronesi.

Ma quelli che predicano odio, che danno false soluzioni, che cancellano i diritti delle donne e del mondo LGBTQI, dei e delle migranti, e di tutt* noi, sono gli stessi che riducono i diritti del lavoro, aumentano il precariato e peggiorano le condizioni di vita di ciascun*.

IL 25 APRILE È LA FESTA DI CHI LOTTA CONTRO TUTTI I FASCISMI, CONTRO LA DISCRIMINAZIONE, CONTRO LO SFRUTTAMENTO.

I fascisti e i nazisti di ieri e di oggi sono nemici dei diritti e delle libertà. Noi, e con noi chi vuole aprire spazi di inclusione, libertà e resistenza, siamo qui e qui rimarremo.

Per reagire a questa onda nera, questo anno e in questo momento storico vogliamo dare un senso concreto alla celebrazione del 25/4, una festa che non è mai stata così importante e purtroppo così pericolosamente banalizzata e sotto attacco. Dal 25/4 al 1/ 5 le diverse realtà antifasciste veronesi daranno vita a una settimana resistente, che comprenderà manifestazioni, momenti conviviali, sport popolare, spettacoli teatrali e molto altro. Per non dimenticare che ogni forma di fascismo, vecchio o nuovo, velato o manifesto, è oppressione e violenza e per dimostrare che la resistenza è viva, ieri come oggi.

————————————-

Assemblea 17 dicembre,Non una di meno Verona, Suburban, Potere al Popolo Verona, Pink Refugees, Comitato Verona Pride 2019, Partito Comunista Italiano, Federazione Giovanile Comunista Italiana, Teatro Popolare, , Palestra Popolare Verona, Circolo Pink, Nidil CGIL Verona, Rude Firm Virtus Verona 1921, Gruppo di Acquisto Popolare Verona, Rifondazione Comunista Verona

————————————-

PROGRAMMA

> Giovedì 25 aprile 2019
ore 9.30 – Manifestazione del 25 aprile, Piazza Bra
In occasione del 74° anniversario della liberazione dal Nazi-Fascismo, corteo per le vie cittadine per la deposizione delle corone nei luoghi simbolo della Resistenza veronese e al termine in Gran Guardia per l’orazione ufficiale
di Lidia Menapace.

ore 13.00/23.00 – La festa c’è!
sede IVrR e ANPI Verona – via Cantarane 26
Dalle ore 13:00, risotto resistente e musica, ore 15:30. Dibattito “L’antifascismo italiano dalla guerra civile spagnola alle resistenze europee” con Enrico Acciai

ore 18.30 – Come si esprime l’orrore, Piazza Bra.
Per ricordare tutte le vittime dei vecchi e nuovi Nazi-Fascismi, a cura del Circolo Pink.

> Venerdì 26 aprile 2019
ore 18.30 – Il Comitato Verona Pride 2019 presenta a Verona la mostra fotografica e biografica “Adelmo e gli altri. Confinati omosessuali in Lucania”.
Presso Circolo Pink – via Cantarane 63/C. All’inaugurazione sarà presente il curatore della mostra Cristoforo Magistro di Agedo Torino.
Durante la presentazione reading letture storie a cura di:
Rossella Terragnoli, Enrico Ferrari, Paolo Ottoboni, Nicolò Sordo, Paola Bonatelli.
La mostra sarà visitabile da martedi 23 aprile a domenica 5 maggio nei locali di Veronetta:
Osteria ai Preti, Robyz Bar, Libre!, ANPI, Circolo Pink.

ore 19.00 Allenamento dimostrativo di boxe popolare aperto a tutt* e a seguire aperitivo con buffet e Dj set. A cura Suburban e Palestra Popolare Verona

> Sabato 27 aprile 2019
ore 12.00/21.00 – Un calcio al razzismo // torneo di calcio e presentazione libro Zona Porta Vescovo
La giornata ruoterà intorno al calcio popolare e all’antirazzismo: si inizierà con un pranzo sociale perché a pancia piena si è tutti più felici, a seguire presenteremo il libro “Un calcio al razzismo” a cura dei ragazzi e ragazze della No racism Cup di Lecce, torneo annuale di calcio popolare che si svolge in Puglia ogni estate. In seguito si svolgerà un torneo di calcio a 5.
L’evento si svolgerà all’aperto (zona veronetta/borgo venezia); in caso di maltempo il pranzo e la presentazione del libro ci saranno comunque mentre per il torneo si valuterà direttamente sul posto.
PER ISCRIVERSI AL TORNEO DI CALCIO E PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA LOCATION VI INVITIAMO A SCRIVERE ALLA PAGINA FACEBOOK: Suburban.
A cura Suburban e Palestra Popolare Verona – link all’evento: https://bit.ly/2D4H9hJ

> Martedì 30 aprile 2019
ore 19.30 – Nicola Tommasoli 11 anni dopo, Porta Leoni.
Iniziativa per il ricordo e la denuncia dell’omicidio del giovane Tommasoli, selvaggiamente picchiato e ucciso da un gruppo di fascisti nel 2008 a Verona, a cura del Teatro Popolare.

> Mercoledì 1 maggio 2019
ore 10.00 – Il primo maggio non si lavora (flash mob).

ore 12.30 – Pranzo condiviso
sede di Rifondazione Comunista di via Benedetti n. 18 a Borgo Roma organizzato dal GAP (gruppo di acquisto popolare)
Sarà offerto un piatto di bigoli con il pomodoro o con le sarde ed ognuna/o è invitata/o a portare una pietanza della propria tradizione e cucina.
Un modo semplice, ma significativo per far festa assieme e nello stesso tempo ricostruire coesione sociale. Per questioni organizzative è gradita la prenotazione ad uno dei numeri 3316016657- 3406439691- 3349705219 entro il 29 aprile.

13.00-23.00
World Caffè a cura di Non Una di Meno Verona, presso Parco San Giacomo.
Un pic-nic femminista in cui si discuterà di lavoro produttivo, riproduttivo e migrante. Un modo per festeggiare assieme il primo Maggio, festa del lavoro, in modo conviviale e partecipato.

Evento Facebook

Ora

(Mercoledì) 9:30 - 23:30

Luogo

Verona

Verona

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X