settembre, 2018

15sett18:0023:00Varese - A Varese sosteniamo la solidarietà - Sosteniamo il modello RIACE#accettolasfida

more

Dettagli evento

Potere al Popolo con RIACE: sosteniamo il “modello Riace”.
RACCOLTA POPOLARE DI SOLIDARIETA’

Potere al Popolo Varese Territoriale sostiene la lotta del Sindaco di Riace, Mimmo Lucano, che, insieme a alcune operatrici umanitarie, ha iniziato da qualche giorno lo sciopero della fame: la protesta è contro il blocco dei finanziamenti governativi dovuti e non erogati da Prefettura di Reggio Calabria e, quindi, dal Ministero degli Interni nell’ambito dello “SPRAR” (Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) per il funzionamento del “Progetto Riace” di accoglienza inedito ed innovativo, funzionale ed efficace che vede l’intera comunità farsi carico della protezione, cura e inte(g)razione dei richiedenti asilo politico/rifugiati. Il progetto ha consentito, nel contempo, la creazione di una felice convivenza – serena, umana e accogliente per gli ospiti – e di affrontare i gravi problemi economici e di spopolamento che da anni colpiscono Riace, così come molti altri piccoli paesi soprattutto al Sud, ma non solo.

Da tempo, quindi con responsabilità, oggi, dell’attuale governo – in particolare del Ministro dell’Interno e vice-Premier Salvini – e, prima, del governo precedente – Ministro dell’Interno Minniti -, gli Uffici del Ministero stesso, con motivazioni pretestuose e inconsistenti, non provvedono all’erogazione delle somme dovute e necessarie alla prosecuzione di un progetto virtuoso, mentre vengono regolarmente finanziate realtà in cui i rifugiati vengono trattati indegnamente, senza diritti e, spesso, in condizioni di cattività. Di fronte a tale paradossale situazione che ha portato all’esaurimento delle risorse economiche, il Sindaco di Riace, ideatore del progetto di accoglienza degna e positiva, ha cominciato, assieme ad alcune operatrici, lo sciopero della fame.

Il piccolo comune calabrese ha accumulato ingenti debiti con il personale, con i fornitori e con gli stessi rifugiati. “Stiamo raggiungendo il punto di non ritorno”, afferma Lucano. “Se non ci sarà l’assegnazione programmata, finirà l’esperienza di Riace e saranno messi in strada 165 rifugiati – tra i quali 50 bambini – e 80 operatori perderanno il lavoro. L’economia di tutta la comunità, modello di accoglienza e integrazione riconosciuto a livello internazionale, crollerà sotto un cumulo di macerie.”

La Rete dei Comuni Solidali (RECOSOL), in accordo con le associazioni presenti durante il Riaceinfestival svoltosi dal 2 al 5 agosto, ha avviato una raccolta popolare di solidarietà finalizzata a permettere al progetto di Riace di superare questa fase estremamente critica, causata da ingiustificabili ritardi voluti da una politica ostile che mira alla chiusura di un progetto di accoglienza conosciuto in tutta Europa e che ha permesso di invertire il declino sociale, economico e demografico di una delle aree più difficili d’Italia caratterizzata da profonde infiltrazioni della criminalità organizzata.

Riace rappresenta un modello di accoglienza e di legalità per tutti. La solidarietà è arrivata da tutta Italia (a oggi sono stati raccolti circa 30.000 euro). Nel chiedere che immediatamente avvenga lo sblocco e l’erogazione dei fondi, invitiamo ad aderire e contribuire individualmente, ognuno secondo proprie possibilità, alla campagna di solidarietà promossa da Re.Co.Sol., “IO STO CON RIACE – RACCOLTA POPOLARE DI SOLIDARIETÀ”.

Potere al Popolo Varese Territoriale, accogliendo l’iniziativa di RECOSOL, chiede a tutte e a tutti di sostenere il “modello Riace” partecipando alla raccolta popolare di solidarietà attraverso una donazione individuale, unica o periodica (la campagna rimarrà attiva fino a dicembre 2018):
Destinatario: Recosol (Rete Comuni Solidali – sito internet http://comunisolidali.org/riace)
Iban: IT92R0501801000000000179515
Causale: Riace – IO STO CON RIACE-RACCOLTA POPOLARE DI SOLIDARIETÀ
Codice BIC (per trasferimenti di fondi attraverso bonifico internazionale): CCRTIT2T84A

Chi volesse, può comunicare a Potere al Popolo Varese Territoriale (mail: pap.varese.nord@gmail.com) l’avvenuta contribuzione individuale o dichiarare la disponibilità a contribuire a una raccolta collettiva della nostra organizzazione territoriale.
Garantiamo accoglienza degna, apriamo i porti, abbattiamo i muri,
contro la barbàrie, per una nuova umanità!

Ora

(Sabato) 18:00 - 23:00

Luogo

Circolo di Sant'Ambrogio Varese piazza Milite Ignoto, 5

Circolo di Sant'Ambrogio Varese piazza Milite Ignoto, 5

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X