ottobre, 2019

21ott9:0012:00Pisa - Di fronte a confindustria al fianco dei lavoratori Piaggio#indietrononsitorna

more

Dettagli evento

Lunedì 21 ottobre ore 9 di fronte a Confindustria, Via Volturno, Pisa

PIAGGIO DI PONTEDERA:
SOLIDARIETÀ AI 50 CONTRATTISTI ESPULSI DALL’AZIENDA
SOLIDARIETA’ AL DELEGATO CAPPELLINI
RIDUZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO, ASSUNZIONE DI TUTTI I PRECARI E AUMENTI SALARIALI.

Potere al Popolo! Pisa esprime totale solidarietà al delegato RSU Piaggio Massimo Cappellini, colpito dall’ennesimo provvedimento disciplinare dell’azienda, che mentre allontana dalla produzione lavoratrici e lavoratori – come successo nel marzo scorso per oltre 50 contrattisti che dovevano essere assunti in pianta stabile nel rispetto dell’accordo del 2019 – utilizza la repressione verso chi combatte contro la sua arroganza. Chiediamo l’immediato ritiro del richiamo contro Massimo e l’assunzione dei 50 contrattisti espulsi dall’azienda.
Nel gennaio 2017 Colaninno ha annunciato una riduzione della mano d’opera del 50% a causa del sistema di automazione che l’azienda sta adottando, meglio conosciuto come “Industria 4.0” Contemporaneamente il patron della Piaggio usa tutti gli strumenti messi a sua disposizione in oltre 30 anni di accordi sindacali vergognosi e di una legislazione antioperaia creata da governi di centro sinistra e di centro destra: flessibilità produttiva, part time verticali, contratti a termine, attacco ai diritti e della sicurezza, delocalizzazioni, ripagati con ammortizzatori sociali, jobs act, abolizione dell’Art. 18.
Il prodotto di questo processo di ristrutturazione “assistito” dal denaro pubblico è un aumento vertiginoso dei profitti per gli azionisti Piaggio a discapito degli operai e del territorio circostante, a rischio desertificazione industriale. Se sommiamo i profitti di Piaggio estorti con lo sfruttamento della mano d’opera, i lauti contributi pubblici e il sostegno infrastrutturale delle amministrazioni locali, ci troviamo di fronte ad una azienda privata che si regge sulle risorse pubbliche e del lavoro, sul modello della vecchia Fiat e di tante altre industrie parassitarie italiane. Un comportamento indifferente e nemico del benessere sociale, in contraddizione stridente con l’Art. 41 della Costituzione italiana, che recita “L’iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana. La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali”
Sulla base di questo principio costituzionale i governi nazionali, regionali e locali devono condizionare i finanziamenti per lo sviluppo delle aziende private al rispetto di alcune clausole sociali fondamentali:
1)L’incremento e non il licenziamento della mano d’opera 2) L’incremento dei salari e dei diritti sul lavoro, a partire da quello alla salute e alla sicurezza 3) La diminuzione dell’orario di lavoro a 30 ore settimanali 4) L’investimento in cicli produttivi rispettosi dell’ambiente
Per Potere al Popolo lo spirito dell’Art. 41 è la base di partenza non solo per denunciare le politiche industriali di Piaggio, ma per rilanciare un ciclo di lotte per la nazionalizzazione dei sistemi produttivi.
Se “l’iniziativa economica privata è libera….. di sfruttarci come lavoratori e contribuenti, per arricchire gli azionisti, licenziare migliaia di lavoratori e distruggere l’ambiente, allora siamo contro quella libertà! La vera libertà sta nell’utilizzo delle enormi potenzialità della tecnologia e dell’automazione a favore delle maggioranze e del rispetto dell’ecosistema, e non di un sempre più ristretto gruppo di capitalisti che sta devastando il genere umano e il pianeta!

Su questi obiettivi sosteniamo il delegato Cappellini, le lotte dei lavoratori della Piaggio e dei 50 contrattisti espulsi dall’azienda.

Potere al Popolo! Pisa

Evento Facebook

Ora

(Lunedì) 9:00 - 12:00

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X