giugno, 2019

18giu19:3022:00Parigi - Assemblea pubblica Potere al Popolo Paris#accettolasfida

more

Dettagli evento

In vista dell’Assemblea Nazionale di Potere al Popolo, che si terrà domenica 23 giugno a Roma allo SPIN TIME LABS, ci ritroviamo per un’assemblea pubblica aperta a militanti, sostenitori e interessati per confrontarci e discutere insieme dei temi dell’attuale fase politica e del nostro lavoro nella capitale francese.

Durante la campagna per le elezioni europee, Potere al Popolo Parigi ha deciso di sostenere attivamente il progetto politico di “Maintenant le peuple – E ora il popolo” partecipando alle riunioni pubbliche dei gruppi locali de La France insoumise. Il risultato dello scrutinio elettorale ha visto una maggioranza astensionista e un avanzamento della destra nazionale, xenofoba e reazionaria, che in molti paesi europei é uscita vincitrice da quella falsa contrapposizione con i liberisti di sinistra, ma rappresentativa degli stessi interessi politici ed economici avversi ai bisogni delle classi popolari.
In Italia, la crescita di consensi nei confronti del Ministro-sceriffo Salvini sta motivando l’accelerazione nelle politiche securitarie e repressive: il cosiddetto “Decreto Sicurezza bis” é stato approvato dal Consiglio dei Ministri e ora Salvini spingerà per un’approvazione lampo da parte del Parlamento. Dal punto di vista economico, la lettera-bacchettata di Bruxelles sui conti pubblici e l’eventuale apertura di una procedura di infrazione per debito eccessivo contro l’Italia lasciano presagire un’intervento correttivo da parte del Ministro Tria che potrebbe avere la portata di una Legge Finanziaria. Il tutto mentre cominciano ad essere evidenti gli effetti del tanto declamato Reddito di Cittaditanza del M5S, inefficace a offrire un sostegno economico di fronte a situazioni di difficoltà ma ottimo per spingere ulteriormente sulla precarizzazione e lo sfruttamento dei lavoratori, e mentre la Lega cerca di portare a casa la flat tax, l’ennesimo regalo fiscale per i più ricchi.
In Francia, la debole tenuta elettorale di Macron contrasta chiaramente con il crollo vertiginoso dei consensi, specialmente dall’inizio della protesta sociale e popolare del movimento dei Gilets Jaunes. L’avanzamento del Rassemblement National potrebbe portare ad una ancor più sostanziale virata a destra nelle politiche economiche e sociali del paese, in un crescente clima di razzismo generalizzato e diffuso. Il risultato elettorale de La France insoumise, modesto e sotto le aspettative, ha comunque segnato un punto politico importante, con l’elezione di 6 eurodeputati e un programma di lotte che vanno dal mondo del lavoro, alla difesa dell’ambiente, alla giustizia fiscale, alla cooperazione internazionale.

In questo contesto, quali possibilità di intervento politico sono utili per organizzare una resistenza alla barbarie e alla regressione sociale? Come poter sviluppare il nostro progetto in questa nuova fase e in un contesto sempre più ostile e repressivo?

Ora

(Martedì) 19:30 - 22:00

Luogo

nogozon

6 rue julien lacroix, 75020 Parigi

X