Stay Social

Seguici su:

novembre, 2019

07nov17:3020:30Napoli - Popolo chi? - Presentazione con gli autori all'Ex OPG!#indietrononsitorna

more

Dettagli evento

POPOLO CHI?
UN LIBRO SULLE CLASSI POPOLARI, PERIFERIE E POLITICA IN ITALIA!

Ci vediamo giovedì 7 novembre alle 17.30 all’Ex OPG!
Ne parliamo con autori e ricercatori:

– Carlotta Caciagli, assegnista di ricerca all’Università LUISS di Roma.
– Loris Caruso, ricercatore in Sociologia politica alla Scuola Normale di Pisa.
– Daniela Chironi, assegnista di ricerca alla Scuola Normale di Pisa.

Sentiamo da anni parlare di “populismo”, politici richiamarsi continuamente al “popolo”, personaggi televisivi o dello spettacolo legittimare le loro peggiori uscite in quanto “popolari”, opinionisti ed esimi professori scrivere invece contro il “popolo”, che sarebbe brutto, sporco, ostile al cambiamento…

Ma cos’è il popolo? Chi è? Di quali classi sociali è fatto? Come vive, che vuole?

Su questo ci sono ben poche risposte. In realtà ogni attore sociale e politico costruisce il popolo che vuole, con lo scopo di opporre una parte del popolo a un’altra. Ma nessuno va a indagare davvero la realtà. E infatti i bisogni popolari restano irrisolti, il popolo vive per la maggior parte del tempo lontano da istituzioni politiche e culturali, lontano dai luoghi del potere, abbandonato, ogni tanto represso.

A noi invece interessa capire come stanno le cose. Perché le classi popolari sono il soggetto sociale da cui è sempre partito il cambiamento, che può mettere fine ai privilegi, alle intollerabili disparità della nostra società, per fare un paese più giusto e libero.

Certo, è un soggetto articolato, spesso privo di coscienza di classe o di strumenti per lottare, ingannato da chi comanda, e però allo stesso tempo è capace di slanci enormi, di far sentire la propria forza contro gli abusi, di costruire nuovi diritti, forme di potere più democratiche.

Perciò questo soggetto va conosciuto a fondo, tramite l’azione quotidiana e lo studio, per allargare lo sguardo oltre la cerchia della propria città o dei propri amici sui social, e sviluppare meglio il proprio progetto politico.

“Chi non fa inchiesta non ha diritto di parola”, diceva qualcuno che di popolo ne capiva. Noi vogliamo fare inchiesta e vogliamo valorizzare le inchieste che sono state fatte come questa prodotta dal Cantiere delle Idee, rete nazionale di ricercatori e attivisti.

***

Il libro che presentiamo analizza infatti i risultati di una ricerca condotta fra ottobre 2017 e ottobre 2018 nelle periferie di quattro città italiane: Milano, Firenze, Roma e Cosenza. Attraverso 60 interviste in profondità, il gruppo di ricerca – composto non solo da accademici e accademiche, ma anche da attivisti e attiviste – ha cercato di portare alla luce tre grandi questioni:

– le condizioni sociali dei quartieri popolari;
– il rapporto con la politica (sia quella istituzionale sia la partecipazione dal basso);
– il rapporto con i media e l’informazione.

La ricerca ha voluto in primo luogo chiedere alle cosiddette «classi popolari» di prendere parola sulle esigenze, speranze e difficoltà della loro vita quotidiana. In secondo luogo si è cercato di capire quali rappresentazioni diffuse ci siano della politica e delle classi dirigenti.

Ciò che è emerso traccia uno scenario molto più complesso di quello dipinto nelle narrazioni mainstream, difficilmente riconducibile alle etichette di «populismo», «razzismo» o «euroscetticismo» e che ci costringe a ripensare le categorie analitiche con le quali interpretiamo i fenomeni contemporanei.

—–
Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo è un ex-opg (ospedale psichiatrico giudiziario) occupato nel marzo 2015 da un gruppo di studenti, lavoratori, disoccupati, per sottrarlo all’abbandono e per restituirlo alla città, per ricostruire la memoria di questo luogo terribile di esclusione e tortura, e lanciare percorsi di mobilitazione a partire dalle nostre concrete esigenze: dal lavoro al territorio, dalle scuole alle università, dalla casa alla sanità.
—–
Come arrivarci?
– Metro Linea 1: Fermata Materdei
(5 minuti a piedi verso Salita San Raffaele)
– Dal centro storico (15 minuti a piedi):
arrivare al museo nazionale e salire via Salvator Rosa,
all’incrocio con via Imbriani ci trovate sulla destra.
—–
Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo
pagina facebook: https://www.facebook.com/exopgoccupatojesopazzo/
sito web: http://jesopazzo.org/
twitter: https://twitter.com/ExOpgJesopazzo
instagram: https://www.instagram.com/exopgjesopazzo/
telegram: https://t.me/ExOpgJeSoPazzo

Evento Facebook

Ora

(Giovedì) 17:30 - 20:30

Luogo

Ex OPG Occupato - Je so' pazzo

via Matteo Renato Imbriani, 218, 80136 Napoli

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X