Stay Social

Seguici su:

giugno, 2019

04giu20:3023:30Gorizia - Nassiriya, una testimonianza contro la verità di Stato#accettolasfida

more

Dettagli evento

Potere al Popolo Isontino e il collettivo di Gorizia, incontra il dott. Riccardo Saccotelli, sopravvissuto alla strage di an-Nasiriyah, martedì 4 giugno ore 20.30 a Gorizia nella Casa del Popolo in via Delle Monache 10.

È una storia, quella che verrà raccontata dall’ex maresciallo dei carabinieri sopravvissuto all’attentato del 12 novembre 2003 alla base italiana in Irak della missione “Antica Babilonia” in cui rimasero uccisi 19 militari italiani e 9 civili iracheni, che squarcia la retorica militarista di cui sono pieni i media e le manifestazioni ufficiali.

Saccotelli è non solo protagonista delle vicende giudiziarie, ma anche profondo conoscitore di tutto ciò che seguì, anche a livello politico dopo la strage e che racconterà nel corso della serata. Si tratta di una “storia tipicamente italiana”, con tentativi di archiviazione dei procedimenti penali (come il caso della legge 197/2009 che subordinava la procedibilità per determinati reati alla richiesta del Ministro da cui dipende il militare colpevole), di assoluzioni in secondo grado degli imputati riconosciuti colpevoli in primo grado, sino alla sentenza della Corte Suprema di Cassazione del 20 gennaio 2011 che riconosce la responsabilità per i danni civili in capo ad uno degli imputati, non avendo lo stesso colpevolmente, così emerge dalla motivazione, messo in atto le difese necessarie per ridurre o addirittura evitare i rischi di un attentato altamente prevedibile.

A distanza di 16 anni, tra cerimonie, manifestazioni ufficiali e onorificenze rimane in tutta la sua insensatezza il pesante fardello di tante vite umane spezzate e di una terribile verità, come sono terribili tutte le verità di ogni missione armata, di ogni missione di guerra e degli interessi che ci sono dietro, che nulla hanno a che fare con la pace e l’umanità .

A margine dell’incontro una riflessione sulla politica militare del nostro Paese. È solo il caso di ricordare che secondo l’osservatorio sulle spese militari MIL€X nel 2018 sono stati destinati 25 miliardi (l’ 1,4 del prodotto interno lordo) per il bilancio del Difesa, per l’acquisto di nuovi armamenti e per le spese di mantenimento dell’arsenale nucleare USA dislocato in Italia. Una spesa smisurata che tutto fa pensare meno che di essere in un tempo “di pace”. Economia guerrafondaia? Pare proprio di si, in barba ai principi della Costituzione e a scapito delle reali necessità della popolazione: ingenti risorse finanziarie che dovrebbero invece essere impegnate per ammodernare le infrastrutture civili (strade, ferrovie, ponti), costruire scuole sicure, finanziare misure di sostegno al lavoro, alle persone e alle famiglie in difficoltà, incentivare la cultura e il mantenimento del patrimonio storico artistico, mettere in sicurezza e salvaguardare il territorio, sostenere progetti di pace in paesi con gravi disagi economici e sociali.

Evento Facebook

Ora

(Martedì) 20:30 - 23:30

Luogo

Casa del Popolo via Delle Monache, 10 Gorizia

Casa del Popolo via Delle Monache, 10 Gorizia

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X