Stay Social

Seguici su:

dicembre, 2018

13dic21:0023:30Empoli - Jacobin Italia: il lavoro che cambia a 10 anni dalla crisi#accettolasfida

more

Dettagli evento

Sono passati 10 anni dalla crisi economica ma i suoi effetti sembrano essere ancora davanti a noi, anziché alle nostre spalle. Da ogni luogo e direzione provengono narrazioni falsate, che raccontano un mondo senza ombre, pieno di un benessere che non c’è, o meglio, che appartiene a una fetta sempre più piccola di popolazione. Al centro di tutto, oggi più che mai c’è il lavoro. Lavoro che non c’è, lavoro mal pagato, lavoro occasionale, precario, senza tutele, senza diritti, lavoro che non si trova o lavoro che si è costretti ad andare lontano per trovare. In questo panorama poche analisi convincono. Pochi di coloro che prendono parola nella sfera pubblica rendono indietro la complessità dei cambiamenti in corso, le sue sfide e le poste in gioco. Siamo agli albori dell’Industria 4.0, e siamo immersi nel capitalismo digitale, la nostra economia è ‘gig’ e ‘shared’, ogni città e provincia pretende di essere ‘smart’.

Tutto ciò però passa in sordina, senza che venga discusso o problematizzato, senza che si richiami l’attenzione alle strutture che cambiano. Il dibattito pubblico si muove su posizioni dicotomiche e superficiali. Ogni possibile interpretazione è schiacciata fra due posizioni dicotomiche: c’è chi vede un futuro roseo e assume la tecnologia come un fattore che da solo potrà –nel libero mercato –determinare condizioni migliorative, e tra chi invece, per paura di effetti nefasti, nega ogni nuovo strumento, sui luoghi di lavoro e fuori. Di queste due vie quale? Beh, fra morire annegati e morire bruciati, noi preferiamo vivere. Ecco perché abbiamo scelto una terza via, quella dell’analisi politica e sociale. Ogni cambiamento che non ricada nella retorica del cambiamento, ogni novità che non sia la riproposizione mascherata di vecchi paradigmi dovrà di necessità passare una disamina.

Ecco il perché della presentazione di The Jacobin Italia a Empoli, la rivista che prima non c’era e che ora c’è. Ci appare necessario e urgente portare strumenti analitici e critici nei territori, così da darci una lente per leggere le grandi contraddizioni che attraversano anche la nostra cittadina, le nostre strade, i nostri luoghi di lavoro, le nostre istituzioni e i nostri territori. Si dice “pensare globale, agire locale”. E poi agire collettivamente, aggiungiamo. Sulla base di una visione condivisa che è adesso il momento di costruire e di cui The Jacobin ci sembra essere una piattaforma possibile.

Parleremo di questo ed altro con:
Lorenzo Zamponi: redazione The Jacobin Italia
Ricercatore in sociologia, si occupa di movimenti sociali e partecipazione politica
Bruno Settis: redazione The Jacobin Italia
Dottorando SNS in storia delle relazioni industriali

Interverranno lavoratori del territorio.
A breve comunicheremo il luogo dell’evento.

———————————————

È in libreria il primo numero di Jacobin Italia: le lotte, la produzione e la riproduzione nel paese senza sinistra e i dieci anni dalla grande crisi.
I nostri appunti sul futuro cominciano da una presa d’atto, cruda e persino banale nella sua spietatezza incontestabile. Il paese che ha dato vita al partito comunista più grande d’Occidente e che è stato un laboratorio per i movimenti sociali e il pensiero critico è diventato un paese senza sinistra.
All’interno ci sarà poi un estratto dal numero di Jacobin Usa che uscirà negli Stati Uniti a inizio dicembre: “Breaking Bank, dieci anni di crisi”.

https://jacobinitalia.it/
https://www.facebook.com/JacobinItalia/

Signori il tempo della vita è breve,
Se viviamo è per camminare sulla testa dei re!

web: https://poterealpopolo.org
fb: https://facebook.com/poterealpopolo.org/
youtube: https://www.youtube.com/channel/UCF8syjtVy7LEuVcxnMGGhcA

fb: https://facebook.com/poterealpopoloempolesevaldelsa/
mail: poterealpopolo.empolesevaldelsa@gmail.com

Ora

(Giovedì) 21:00 - 23:30

Luogo

Empoli

Empoli

No Comments

Post A Comment
X