luglio, 2018

14lug18:0021:00Catania - Bivacco di protesta contro l'ordinanza anti-bivacco#accettolasfida

more

Dettagli evento

APPUNTAMENTO PER TUTTE E TUTTI SABATO, ALLE ORE 18:00, A VIA ETNEA, ALTEZZA COMPRESA TRA PIAZZA DUOMO E PIAZZA UNIVERSITA’

PORTIAMO IL BIVACCO DI PROTESTA DI FRONTE AL COMUNE!!

APPELLO

No all’ordinanza contro i senza tetto. Il disagio sociale non è un problema di ordine pubblico e decoro.

Con l’ordinanza 89 del 4 luglio 2018 il Sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha vietato il bivacco nelle zone del centro cittadino, con particolare riferimento alle persone che “anche per l’intera notte, all’aperto, con sedute e ricoveri di fortuna, bivaccano sulla pubblica via, utilizzando oggetti di varia natura, come cartoni, coperte, scatoloni, materassi, al fine di costituire un giaciglio per lo stazionamento ovvero per il consumo di cibo e bevande alcoliche”.

Sono previste multe dai 50 ai 300 euro e l’allontanamento di queste persone verso non si sa quale destinazione, considerato che non si è attivata alcuna azione dei servizi sociali e l’ordinanza è esclusivamente dettata da ragioni di “degrado del territorio e pregiudizio del decoro”.

Nell’ordinanza sono previste pure uguali sanzioni per chi consuma alcolici fuori dai pubblici esercizi regolarmente autorizzati e per chi anche solo detiene strumenti idonei all’imbrattamento di immobili e arredi urbani.

Catania è una città che negli ultimi anni ha visto aggravarsi le situazioni di povertà assoluta, con la crescita del disagio sociale ed economico. Sono tante le associazioni e i gruppi di cittadini, i centri sociali che hanno tentato di dare sostegno e aiuto alla popolazione più vulnerabile, in particolare alle persone senza casa costrette a vivere in giacigli di fortuna.

Crediamo che sia profondamente sbagliato e inutile affrontare il grave disagio sociale che vive una parte di cittadini esclusivamente come problema di ordine pubblico o di decoro urbano. O, addirittura, criminalizzare l’atteggiamento di chi consuma delle bevande senza essere seduto al tavolino di un locale, come se la stessa Movida notturna diventasse un avversario del decoro urbano.

Catania non è solo la città del turismo o degli esercenti commerciali e non saranno le sanzioni amministrative a chi è nulla tenente o gli allontanamenti dal centro delle persone senza fissa dimora a rendere la città più sicura o a migliorare le condizioni di chi vive in assoluta povertà e solitudine.

Chiediamo la revoca dell’ordinanza 89 e l’avvio di azioni volte alla creazione di un dormitorio comunale, al rafforzamento dei servizi sociali, all’aumento dei bagni pubblici e a un controllo del territorio che tuteli i soggetti più vulnerabili e privi di risorse economiche.

Per questo invitiamo tutte e tutti ad una assemblea- bivacco nella quale discutere della Catania aperta alle diversità che vogliamo, a differenza di quella chiusa che sembrano volerci imporre le nostre istituzioni..

adesioni:

Sigle:

C.s.a. Officina Rebelde
Catania Bene Comune
Prc Catania
Usb- Federazione del Sociale
Laboratorio Libertario Landauer
Potere al Popolo- Catania
Arci- Catania
I Siciliani Giovani
Rete Antirazzista Catanese
Cobas Scuola- Catania
Lila-Catania
La Città Felice
La Ragna-Tela
Progetto Diritti Onlus-sede di Catania
Associazione La Finestra
Link – Studenti Indipendenti Catania
Arcigay Catania
Comitato Casa X Tutti
Uds- Sicilia
Circolo Etneo Teresa Mattei
Pci Catania
Sez. “Olga Benario”- Pci
Catania Ecologia

Persone

Valeria Grasso
Pierfrancesco De Dominici
Luciano Nigro- Presidente Lila Catania
Avvocato Gaetano Pasqualino
Silvana Nicosia Iannotta
Antonella Russo
Domenico Stimolo – Lettera Memoria e Libertà
Eliana Rasera

Per dare la propria adesione scrivere a:
officina.rebelde@yahoo.it
o inviare un messsaggio alla pagina facebook

Ora

(Sabato) 18:00 - 21:00

Luogo

Via Etnea, 95124 Catania CT, Italia

Via Etnea, 95124 Catania CT, Italia

X