maggio, 2018

22mag18:0021:00Brindisi: dibattito su decreto Martina e aperitivo popolare#accettolasfida

more

Dettagli evento

Martedì 22 maggio, presso la “Casa del Popolo”di Brindisi in Via Porta Lecce 134, alle ore 18.00, si terrà un dibattito sulle ragioni del NO al Decreto Martina con la presenza di Angelo CardoneCosate Valle D’itria, e Boris Tremolizzo ,militante del “Popolo degli ulivi”.
Potere Al Popolo Brindisi esprime la sua contrarietà a tale decreto e promuove la petizione contro la sua attuazione che potrà essere sottoscritta lunedì dalle 18.00 alle 20.00 e martedì dalle 18.00 in poi, durante il dibattito, presso la “Casa del Popolo”.
L’uso massivo e generalizzato di pesticidi, come previsto dal cosiddetto decreto Martina [1], non servirà infatti a fermare il “disseccamento rapido dell’Olivo” (CoDIRO), ma potrà solo peggiorare la situazione e portare a danni enormi per la qualità dell’ambiente e la salute di chi vive in Puglia.
In realtà il CoDIRO ha dimostrato che “l’abuso di concimi chimici, anticrittogamici o pesticidi, insetticidi, fitofarmaci, erbicidi, diserbanti e disseccanti” portano ad un abbassamento delle naturali difese delle piante [2] e quindi ad una loro maggiore vulnerabilità.
Il decreto purtroppo va esattamente nella direzione opposta e, come tutti gli altri dispositivi riguardanti il problema del disseccamento degli ulivi, ha come scopo dichiarato “il controllo e l’eradicazione della Xylella Fastidiosa” senza neppure considerare l’ipotesi di poter recuperare le piante ammalate. Non tiene dunque conto degli interessanti risultati ottenuti nel far tornare a vegetare le piante colpite dal CoDIRO[3, 4] usando un metodo opposto a quello di un uso generalizzato e massivo di pesticidi, ma recuperando pratiche agricole indirizzate a rafforzare le difese immunitarie delle piante.
È importante dire che, sebbene il decreto nasca con l’intenzione di bloccare il CoDIRO, riguarderà in realtà tutte le piante che potrebbero ospitare il batterio della Xylella Fastidiosa, un elenco dunque di 359 specie tra cui: rosmarino, salvia, lavanda, alloro, oleandro, mandorlo, susino… [5]
Questo vuol dire che si dovrebbero applicare i pesticidi indicati praticamente ovunque!
Quali sarebbero le conseguenze di un’azione del genere? Difficile prevederlo, ma di sicuro non saranno positive. Anche l’ordine dei Medici di Lecce ha espresso preoccupazione perché non si conoscono gli effetti sul lungo termine dell’uso di questi pesticidi [6].
Riteniamo quindi fondamentale opporsi a questo decreto ed invitiamo tutte e tutti a firmare la petizione per il ricorso contro il decreto Martina.
Potere al Popolo Brindisi

[1] http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2018-04-06&atto.codiceRedazionale=18A02396&elenco30giorni=false
[2] http://laviadiuscita.net/wp-content/uploads/2015/07/Relazione-Dott.-Perrino.pdf
[3] http://www.trnews.it/2015/05/29/cure-sostenibili-contro-xylella-il-metodo-xiloyannis-fa-il-giro-ditalia/115864
[4] http://www.tricasenews.it/codiro-esperimento-riuscito-41-aziende-leccesi-le-branche-secche-tornano-vegetare/
[5] http://www.euroconsulting.be/2016/02/17/efsa-elenco-aggiornato-delle-piante-ospiti-della-xylella-fastidiosa/
[6] http://www.lecceprima.it/attualita/prudenza-preoccupazione-disobbedienza-ampio-fronte-pesticidi-xylella-decreto-martina.html
Potere al Popolo Brindisi

Ora

(Martedì) 18:00 - 21:00

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X