Conosci i candidati di ogni città e scopri il programma delle elezioni 2021 in Italia

luglio, 2020

17lug20:3023:00Bologna - Voci dalla Val Susa#indietrononsitorna

more

Dettagli evento

dalla lotta per l’ambiente a quella con la repressione
VOCI DALLA VAL SUSA

venerdì 17 luglio, ore 20.30 al Parco della Zucca (via di Saliceto 5)

incontro con i compagni di Potere al Popolo – Torino, Noi Restiamo Torino e altri attivisti con le testimonianze della resistenza dal presidio dei Mulini in Clarea.

In Val Susa sono ripartiti i lavori per il cantiere dell’inutile linea Tav Torino-Lione, e puntualmente è ripartita la lotta popolare e organizzata per resistere a questo scempio contro l’ambiente e chi lo abita.

Non è bastata la bocciatura del progetto recentemente arrivata dalla Corte dei Conti europea oltre che del sindaco di Lione: le pressioni degli organismi politici nazionali e internazionali sono troppo forti e come nulla fosse il mostro ecologico ha ripreso a marciare. Il partito trasversale deugli affari pensa di rispondere alla crisi globale ricorrendo alle stesse ricette che ci hanno portato fino alla situazione attuale, e infatti secondo il governo i 200 miliardi di euro di grandi opere da realizzare senza alcun vincolo grazie alle disposizioni del Decreto Semplificazioni sarebbero la panacea a ogni male. Ancora una volta gli interessi del profitto di pochi vengono messi in primo piano a discapito della cura del territorio, della salvaguardia delle opere di pubblica utilità, della tutela del patrimonio infrastrutturale pubblico: la vergogna del caso Autostrade è lì a ricordarcelo. È il momento di tornare a rivendicare il ruolo della pianificazione pubblica nell’economia nell’interesse della collettività, oggi più che mai per evitare il baratro che ci attende nei prossimi mesi e anni.

Sono queste semplici verità che chi lotta contro il Tav ha capito da tempo, e per questo la repressione ha colpito con estrema violenza questa pluridecennale esperienza di resistenza popolare. Anche in questi giorni il nuovo presidio dei Mulini in Clarea rappresenta un punto di tenuta mentre la Valle viene militarizzata per l’ennesima volta, e mentre fioccano nuove misure cautelari e condanne contro chi non abbassa la testa. Potere al Popolo si schiera a sostegno del movimento No Tav e non sta facendo mancare il proprio supporto militante e concreto laddove serve.

Di questo vogliamo parlare venerdì 17 luglio nella Bolognina che conosce il significato dell’aggressione della speculazione edilizia così come quello della resistenza dal basso, in una città che nelle sue trasformazioni a favore della rendita e della finanza non ha mancato di farsi sentire con forza il tallone della repressione, in una regione il cui territorio piegato al cemento e allo sviluppo incontrollato è diventato l’habitat ideale per lo sviluppo dell’attuale epidemia concorrendo a essere una delle zone più colpite assieme alle regioni limitrofe, dandoci motivo di mettere in dubbio la sostenibilità del modello del cosiddetto Nord produttivo.

___________

Al dibattito parteciperà in videoconferenza anche Nicoletta Dosio, storica militante No Tav oggi agli arresti domiciliari come prezzo imposto per le sue scelte.

Seguirà la proiezione del documentario “Archiviato”, che bene dimostra come un movimento capace di mettere in crisi politicanti e affaristi trovi in risposta l’accanimento repressivo degli apparati giudiziari e repressivi, gli stessi che oggi continuano a martellare contro il rischio di tensioni sociali di fronte a una crisi che vuole essere fatta pagare a chi lavora e alle classi popolari.

#NoTavLiberi #NicolettaLibera #EmilioLibero

Evento Facebook

Ora

(Venerdì) 20:30 - 23:00

Luogo

Parco Della Zucca Via Di Saliceto 5, 40128 Bologna

Parco Della Zucca Via Di Saliceto 5, 40128 Bologna

X