settembre, 2019

27sett8:3011:30Bologna - Partecipiamo allo Sciopero per il Clima#accettolasfida

more

Dettagli evento

Fine del mese fine del mondo! Venerdì 27 saremo in piazza per il terzo sciopero globale per il clima!

🔴 Alle 8.30 al punto Tper Spa di Via Marconi angolo via Lame
🔴 Alle 9.30 concentramento in Piazza San Francesco dietro lo striscione “FINE DEL MESE, FINE DEL MONDO: STESSA LOTTA!”

Saremo in piazza con i movimenti ambientalisti, con gli studenti e con i lavoratori che stanno pagando il prezzo di questa crisi.
La crisi climatica è ormai definitiva e gli effetti del cambiamento climatico sono sotto gli occhi di tutti.
Le catastrofi a cui abbiamo assistito solo nell’ultimo anno (dalle alluvioni agli incendi sempre più frequenti) sono chiari segnali di un equilibrio del pianeta che sta cambiando. I dati della scienza lo dimostrano da anni: se non si smette subito di inquinare, cementificare e usare il pianeta come merce saremo tutti destinati ad assistere al collasso del pianeta e della maggioranza dei suoi abitanti.
Saremo in piazza venerdì perchè crediamo che non siamo tutti responsabili di questo disastro annunciato, e che i veri colpevoli siano coloro che hanno continuato e continuano ad attuare scelte politiche scellerate nei nostri territori in nome del profitto e dell’arricchimento di pochi.
Anche nella nostra regione non mancano di questi esempi: dai progetti di trasformazione della Pianura Padana per il nuovo hub della logistica verso il nord Europa (con in primis la bretella Campo Gallianico-Sassuolo), all’argamento dell’areoporto di Parma e di Bologna e del porto di Ravenna (per incentivare il traffico di merci e di turisti), ai vari disegni di riqualificazione urbana che portano con se solo speculazione edilizia ed esclusione sociale dai quartieri popolari. Siamo convinti che sia nostro compito denunciare chiaramente che il problema non è la CO2 per sé o il riciclo dei rifiuti, quanto piuttosto la visione di una natura intesa come fonte di profitto, su cui si regge anche il governo del territorio.
Si sta cercando di scaricare il costo della crisi ambientale sulla gente in modo indiscriminato, facendo leva soltanto sulla necessità di invertire le abitudini individuali, aumentando il costo della benzina e dei trasporti pubblici. Sappiamo bene che però i veri responsabili sono le grandi aziende che inquinano e poi scappano senza pagare nessun prezzo, gli attori politici che guidano e sostengono grandi opere nel territorio per far guadagnare i soliti noti del settore, gli stessi che ci sfruttano e che ci avvelenano.
Saremo in piazza venerdì perchè crediamo che una vera riconversione ambientale e sociale sia necessaria e realizzabile solo attraverso una vera riconversione economica.
Ci troveremo dietro allo striscione “FINE DEL MESE, FINE DEL MONDO: STESSA LOTTA!” perchè la crisi la paghino i ricchi e non gli sfruttati! Saremo insieme alle compagne e ai compagni dell’Unione Sindacale di Base che hanno proclamato lo sciopero generale e che di troveranno davanti a Tper, per rivendicare il diritto a condizioni dignitose di lavoro ma anche il diritto a un trasporto pubblico, ecologico e gratuito! Saremo poi in corteo con i movimenti e i comitati che hanno aderito allo sciopero di Friday for Future, a rivendicare il diritto ad un futuro e a denunciare chiaramente chi questo futuro sta tentando di negarcelo!
Invitiamo tutte e tutti ad indossare le maglie di Potere al Popolo!

Ora

(Venerdì) 8:30 - 11:30

Luogo

Biglietteria Tper via Marconi angolo via Lame - Bologna

Biglietteria Tper via Marconi angolo via Lame - Bologna

X