Stay Social

Seguici su:

dicembre, 2018

12dic15:3018:30Napoli - Assemblea Pubblica | Get Up Stand Up#accettolasfida

more

Dettagli evento

Assemblea pubblica verso il 15 dicembre.
Get up Stand up, Stand up fo your Rights!

Intervengono:
> Aboubakar Soumahoro, responsabile immigrazione nazionale RdB-Usb e portavoce per l’Italia della Coalizione Internazionale dei Sans Papiers, Migranti, Rifugiati e Richiedenti Asilo (CISPM).
> Movimento Migranti e Rifugiati Napoli

La conversione in legge del decreto sicurezza e immigrazione, del governo giallo-verde, è un chiaro segnale. In netta continuità con le politiche del governo precedente, rappresenta uno scatto nitido di quello che si vuole costruire nel Paese: un clima di insicurezza generalizzato , con una campagna d’odio permanente utile solamente alla distrazione dai reali problemi che la popolazione autoctona e non vive sulla propria pelle.
Questa legge liberticida oltre ad abolire la protezione umanitaria, diritto che trova tutela nella stessa costituzione italiana e nelle leggi internazionali, introduce un pericoloso regime di segregazione razziale dove i richiedenti protezione internazionale, gli immigrati residenti nel paese o i nuovi italiani che hanno conseguito la cittadinanza italiana verranno discriminati per legge davanti alla legge.

La strategia è semplice: creare nuove masse di persone irregolari, che verranno espulsi dal sistema di accoglienza, per ingrossare i ghetti urbani e delle campagne al fine di creare nuove file di invisibili da sfruttare nelle file del caporalato e della GDO (gande distribuzione organizzata), nonché del lavoro nero e iper-sfruttato in generale. Un’ottima manovra per comprimere ulteriormente il costo della forza lavoro.
L’offensiva d’odio di questo governo intende continuare a incentivare il business dei maxi centri di accoglienza, sistema fortemente infiltrato dalle organizzazioni criminali e lesivo della dignità umana in moltissimi casi; a questo sistema di interessi e profitti si aggiunge il nuovo business sulla detenzione amministrativa nei cosiddetti CIE (centri per l’identificazione e l’espulsione). Anche quest’ultimo dimostratosi fallimentare e con grossi costi per le comunità, tornerà dopo anni di lotte, scioperi della fame, bocche cucite, incendi, morti. Un grosso regalo alle mafie e alle organizzazioni criminali che così potranno allargare i campi di investimento.

Oltre a colpire migranti e nuovi italiani il decreto colpisce anche i movimenti sociali che combattono contro le diseguaglianze sociali e per l’accesso al diritto alla casa. Le pene per le occupazioni o i blocchi stradali aumentano pericolosamente. Un messaggio chiaro per chi osa dissentire e rivendicare i propri diritti.
Noi siamo parte di quelli sfruttati e quelle sfruttate che producono la ricchezza di questo paese senza mai goderne, dei lavoratori e della lavoratrici a nero, siamo gli esclusi del sistema sanitario, dei precari e delle precarie che di questa società, degli ospiti e i revocati del sistema di accoglienza straordinario, siamo la nuova cittadinanza che abita e fa parte di questo Paese, siamo gli studenti e le studentesse che si ribellano allo sfruttamento lavorativo. Noi siamo gli invisibili di questo sistema che hanno deciso di prendere il loro destino in mano e marciare contro chi ci vuole dividere e trascinare in una guerra che non ci appartiene.
La nostra sicurezza è la solidarietà e i diritti di tutti/e!

Ora

(Mercoledì) 15:30 - 18:30

Luogo

Palazzo Giusso L'Orientale

Largo San Giovanni Maggiore 30, 80134 Napoli

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X