Stay Social

Seguici su:

aprile, 2019

11apr20:3022:30Bologna - Pianeta Merce o Pianeta Bene Comune? La scelta necessaria#accettolasfida

more

Dettagli evento

Quali prospettive per il movimento ambientalista?

In questi mesi il tema dell’ambiente è al centro di molte discussioni e mobilitazioni internazionali. Il capitalismo verde, lautamente incentivato dall’Unione Europea si sta dimostrando insufficiente sia per uscire dalla crisi economica mondiale, sia per migliorare in modo sostanziale le condizioni del territorio in cui viviamo. E’ evidente che un sistema che spinge per la crescita infinita non può essere compatibile con uno spazio dove le risorse sono finite.

Le manifestazioni di questi ultimi mesi hanno messo sul piatto un tema importantissimo e dirimente, in cui crediamo sia necessario aprire un dibattito!
La manifestazione dello scorso 23 marzo contro le grandi opere è stato un primo passo per la costruzione di un movimento ambientalista nel nostro Paese che ha rappresentato un primo spartiacque tra chi parla di ambientalismo in modo funzionale ai propri interessi elettoralistici, e chi invece si batte tutti i giorni per la difesa del territorio.
Dov’erano Di Maio e il Movimento 5 Stelle, ormai ex sostenitori del movimento NO TAV, e oggi in crisi di identità? Dov’era Salvini che non più tardi di qualche mese fa in Veneto attaccava l’ambientalismo da salotto che chiacchiera e non fa nulla per mettere in sicurezza il territorio? Dov’erano Zingaretti e Landini, che hanno da poco suggellato una ritrovata sintonia nella battaglia per lo sblocca cantieri tutto in chiave del profitto? Non c’erano, perchè la difesa di questo modello di sviluppo non è compatibile con la difesa del territorio!

Nella nostra Regione questo spartiacque è ancora più chiaro, tra chi difende e pratica la resistenza contro lo sfruttamento del territorio e chi come il PD fomenta lo sblocca cantieri, in nome di un fantomatico patto per il lavoro che potrebbe benissimo essere indirizzato alla manutenzione del territorio, piuttosto che alla sua cementificazione!

Da qui vogliamo partire, aprendo il confronto con quelle realtà che resistono nei territori lottando contro la speculazione urbana figlia dei processi di ristrutturazione, espulsione e privatizzazione, con chi si oppone al dissesto del territorio a discapito della salute e sicurezza (quella vera) dei cittadini, con chi resiste a un sistema di produzione disumano e criminale che mette il profitto al di sopra della dignità del lavoro, del territorio, della salute e della democrazia!

Intervengono:

Movimento No TAV (Nicoletta Dosio)
Comitato Rigenerazione No Speculazione
Comitato Alta Pressione (Lorenzo Gigante)
Associazione Bianca Guidetti Serra (Donato Cardigliano)

Evento Facebook

Ora

(Giovedì) 20:30 - 22:30

Luogo

Casa del Popolo Venti Pietre

Via Marzabotto 2, 40133 Bologna

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X