giugno, 2018

09giu11:3014:30Berlino - Siamo tutt* Suomaila Sacko#accettolasfida

more

Dettagli evento

La morte di Soumalia Sacko ci ha sconvolti e ci ha fatto ripensare alla distribuzione dei diritti. Ci vogliamo trovare per un sit-in itinerante davanti alle catene di supermarket alimentari per ricordare Soumalis Sacko, ma anche sensibilizzare sulla questione dei migranti “irregolari”. “Gli uomini nascono e rimangono liberi e uguali nei diritti” dice il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani: ma allora che cosa significa “irregolare”?
Chi sono i migranti irregolari, che in Germania si chiamano rifugiati economici? Sono coloro che vengono in Europa per minacciare diritti sociali dei cittadini europei già sotto attacco da decenni? O sono piuttosto coloro che lavorano nei campi di tutto il sud Europa, come faceva Soumaila, per raccogliere cocomeri e pomodori sotto il sole a 40°?
Irregolari perché? Perché criminalizzando la migrazione economica la legge europea li consegna allo sfruttamento senza che possano far valere alcun diritto.

La cosiddetta concorrenza dei mercati e gli interessi delle grandi catene di distribuzione di cui sono i terminali fanno sì che il lavoro umano sia solo un costo da abbattere per massimizzare il profitto.
La stessa logica viene applicata al nostro lavoro, ne più ne meno, e alla nostra vita, al nostro diritto alle cure mediche e a quello di avere una sistemazione dignitosa.

È tempo di capire che non stiamo parlando degli “altri”. Finché ci saranno persone senza diritti, i diritti di tutt* sono minacciati.
È ora anche di finirla con l’ipocrisia dei governi europei che parlano di obbligo alla protezione e dei diritti umani mentre creano una categoria di umani senza diritti sociali da agitare come un pericolo per il benessere dei cittadini.

REGOLARIZZAZIONE PER TUTT* I LAVORATORI E LE LAVORATRICI MIGRANTI IN EU.

SIAMO TUTT* SOUMAILA SACKO.

Ora

(Sabato) 11:30 - 14:30

X